Beijing: decisamente un arrivederci a presto

Premetto che sono un’amante della Cina e che ero pronta al peggio prima di partire:non sapevo a cosa stavo andando incontro e se mi sarebbe piaciuto. Beh, in 5 settimane la Cina mi ha letteralmente conquistata, Beijing ha lasciato dentro ...

  • di kaili
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Premetto che sono un’amante della Cina e che ero pronta al peggio prima di partire:non sapevo a cosa stavo andando incontro e se mi sarebbe piaciuto.

Beh, in 5 settimane la Cina mi ha letteralmente conquistata, Beijing ha lasciato dentro di me un segno indelebile.

E’ la città ideale per chi non ha voglia di essere circondato da turisti occidentali:piazza Tian’anmen brulica di visitatori, ma tutti con gli occhi a mandorla...Che gioia! Preparatevi perché molto spesso si avvicineranno famiglie sorridenti che vi abbracceranno e vi chiederanno di fare una foto con loro...Che bello sentirsi finalmente diversi! Per vivere e capire Beijing un paio di giorni non bastano di certo.. Dopo la prima settimana, complice la mia salute, volevo tornare a casa! ...Poi tutto un tratto la città ha iniziato a conquistarmi: prima di tutto la gente sempre disposta ad aiutarmi in qualsiasi situazione e aperta al dialogo. Il consiglio è quello di fermarvi a parlare con le persone, chiedere e rispondere alle loro domande..Non impressionatevi quando spesso vi domanderanno se in Italia ci sono cinesi! Mete obbligatorie sono Tian’an men, la Città Proibita(consiglio di non visitarla nel week end) nella quale sembra ancora di vedere gli eunuchi correre, il Palazzo d’estate con il suo grande lago, il Beihai e con la sua tranquillità e poi tutti i templi presenti nella città..

Questi sono i classici luoghi turistici di Beijing, se cercate qualcosa di diverso avventuratevi negli Hutong, vecchi quartieri di Pechino dove vi sembrerà di vivere letteralmente in un altro mondo: case basse che possono sembrare baracche,negozietti che vendono dalla frutta alle scarpe,una matassa di vie nella quale perdersi e apprezzare il fascino di Beijing. Per farvi un’idea di cosa siano basta vedere il film “Le biciclette di Pechino”, che è appunto ambientato in un Hutong. Perché è importante visitarli? Purtroppo il governo appoggia la loro demolizione per far spazio ai nuovi edifici, l’unico modo per impedire tutto ciò è farne una meta turistica! Per quanto riguarda il cibo è ottimo, consiglio a tutti di non diffidare dei ristoranti che all’apparenza possono sembrare molto sporchi. A Beijing tutto è mediamente molto sporco, in alcuni posti si nota solo di meno, ma posso garantire che le condizioni igieniche sono pressoché inesistenti ovunque. Fatevi forza e ordinate kaoya (anatra alla Pechinese) e jiaozi(ravioli)..Non osate chiedere involtini primavera perché vi guarderanno malissimo, quelli li mangiamo solo in Italia! Se vi trovate a mangiare con dei cinesi ricordatevi che per loro il momento del pasto non è tanto uno sfamarsi, ma uno stare insieme, chiacchierare mangiare molto lentamente e bere. Se venite invitati al ristorante non offritevi di pagare: in Cina è usanza che chi invita paga per tutti, non vi verrà permesso di tirar fuori nemmeno uno yuan, consiglio quindi, per sdebitarsi, di ricambiare l’invito. E’ consigliabile visitare Beijing in autunno dove mi è stato detto che il vento costante garantisca un incantevole cielo blu..Durante l’inverno il clima è decisamente freddo, ma personalmente pagherei qualsiasi cifra per poter ammirare Beijing coperta di neve.. In estate, il periodo nel quale ci sono stata io, potreste essere spesso inondati dai monsoni ma soprattutto avere temperature elevatissime e un’aria che per i primi giorni potrebbe sembrare irrespirabile. Garantisco che ci si può tranquillamente sopravvivere, ma consiglierei comunque il periodo autunnale.

Mi spiace molto che altri in precedenza abbiano pubblicato commenti negativi su questa splendida città che credo abbia solo bisogno di tempo per essere conosciuta e che non debba essere offuscata da pregiudizi e convinzioni come per esempio quella che i cinesi sputino ovunque.. Sfatiamo una volta per tutte questo mito! Non rischierete che vi arrivi uno sputo su un piede più di quanto non rischiate di calpestarne uno in Italia! In Cina sputano è vero, ma mediamente cercano di farlo nei cassonetti della spazzatura...E comunque dopo un po’ di tempo verrà spontaneo anche a voi imitarli! Buona Cina a tutti!

  • 4098 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social