10 giorni in Cina secondo il classico itinerario da “principianti”

Breve ma intenso tour di 10 giorni in Cina, toccando le classiche atttrazioni imperdibili in un primo contatto con questo immenso paese
 
Partenza il: 19/04/2019
Ritorno il: 28/04/2019
Viaggiatori: 2
Spesa: 3000 €

Informazioni pratiche:

TRASPORTI: voli prenotati online con Opodo acquistati a inizio marzo per il periodo di aprile: andata con Austrian per Shangai e rientro con Swiss da Pechino (650€ a testa)

VISTI: ottenuti tramite la piattaforma online CHINA VISA DIRECT, caricando comodamente tutti i documenti necessari online (passaporto, piano dei voli e itinerario del viaggio con le prenotazioni dei pernotti) e risparmiandoci quindi il disagio di andare presso l’ambasciata o di dover pagare un intermediario. Questo tipo di visto è ok solo per viaggi brevi e per gruppi di viaggiatori (minimo 2 persone) e viene spedito a casa da Shangai tramite corriere internazionale qualche giorno prima della partenza. Costa meno del visto turistico tradizionale (in 2 abbiamo speso 178€). Unica nota: non è adatto a persone ansiose, dato che il visto deve necessariamente arrivare pochi giorni prima della partenza e non ha a che fare con un ufficio o persone in carne e ossa, ma solo con una piattaforma online. Io mi sento di raccomandarlo caldamente perchè è molto funzionale e il personale è sempre disponibile via mail (rispondono in tempi rapidissimi a qualsiasi domanda).

In fase di controlli alla partenza, va detto che il personale della nostra compagnia aerea ha dovuto fare qualche verifica ulteriore prima di farci imbarcare, poiché non erano a conoscenza dell’esistenza di questo tipo di visto. Ma credo che, man mano che aumenterà la diffusione, sarà sempre meno probabile che accada.

TOUR: per essendo viaggiatori abituati ad organizzarci autonomamente nei nostri viaggi, in questo caso ci siamo affidati ad un’agenzia cinese (Chinadiscovery.com), più che altro per sfruttare al massimo il tempo a disposizione e per avere maggiori garanzie di non avere intoppi con i trasporti interni (abbiamo preso un treno e 2 voli interni). Tutto sommato ci siamo trovati bene, anche se la formula del viaggio organizzato non fa proprio per noi.

Abbiamo speso 2.800dollari in 2 per un tour di 9 giorni comprensivo di: pernotti in hotel 3 stelle, transfer da/per gli hotel, 2 voli interni (Shangai-Guilin + Giulin-Xian), treno da Xian a Pechino, colazione, pranzo e cena, guida parlante inglese, ingressi alle attrazioni. Era esclusa la mancia per tutte le guide e gli autisti che abbiamo avuto nelle varie città (circa il 10%).

PERNOTTI: metà prenotati dall’agenzia locale sulla base dell’itinerario e metà prenotati autonomamente da noi su Booking.

DENARO: abbiamo prelevato valuta locale agli ATM e pagato tutto quello che non era già stato saldato in Italia (ad esempio agenzia all inclusive) in contanti

COMUNICAZIONI/INTERNET: prima di partire ci siamo scaricati varie applicazioni VPN, che ci hanno permesso di accedere a whatsup/facebook/instagram e google senza troppi problemi collegandoci ai wifi degli hotel/ristoranti.

Diario di viaggio

Sabato 20 aprile 2019

Piano di volo ci vede far scalo a Vienna e poi via verso Shanghai dove atterriamo alle 6 di mattino. All’uscita dell’aeroporto troviamo un autista che ci porta all’hotel in città (Holiday Inn express Zhabei). Essendo ancora presto usciamo a fare due passi nei dintorni e così preleviamo moneta locale da un atm e facciamo colazione in uno Starbucks. Rientriamo in hotel, saliamo in camera e poi alle 11.30 scendiamo nella hall perché passano a prenderci con un minibus per la gita di giornata. Dopo un’oretta di viaggio arriviamo a Zhujiajiao: cittadina acquatica che ricorda vagamente Venezia… Abbiamo un’oretta di tempo per esplorare le viuzze che costeggiano i canali, sgomitando con le tantissime persone presenti.

Rientriamo a Shanghai e ci portano al museo della seta: quello che noi definiamo “trappolone per turisti” ovvero uno shop con un sacco di cose da acquistare (in verità senza essere pressati in alcun modo). Alle 17.30 è ora di cena e così ci portano in un ristorante tipico sotto al Bund. Abbiamo poco tempo e alle 18.15 siamo all’imbarcadero per la crociera sul fiume Huangpu. Ci ritroviamo in centinaia di persone sul traghetto a fare foto allo skyline della città. Rientriamo in hotel alle 20 e ce ne andiamo a dormire.

Domenica 21 aprile 2019

Pronti alle 8.30 per il tour di giornata. Dopo un’oretta sul minibus per recuperare tutti gli altri partecipanti arriviamo all’ingresso dello Shanghai Museum. Facciamo una mezz’ora di coda prima di riuscire ad entrare; poi in autonomia visitiamo i 4 piani del museo. Dopo un’oretta usciamo e risaliamo sul bus per andare nel quartiere della Concessione Francese. Si tratta di un grazioso quartiere con case in stile antico oggi riconvertite in pub e ristoranti. Da qui ci spostiamo sul Bund per una breve passeggiata e per vedere lo skyline alla luce del giorno. Si è fatta ora di pranzo e anche oggi ristorante tipico cinese! Nel pomeriggio attraversiamo il fiume con un tunnel per andare nella down town e salire la Jin Mao Tower; da qui possiamo osservare la città avvolta nella nebbia e gli altri palazzi tutto attorno. Prossima tappa sono i giardini del Mandarino Yu; qui girovaghiamo nei vialetti tra stagni pieni di carpe e vegetazione rigogliosa. Tutto intorno ai giardini c’è un enorme bazar con negozietti e bancarelle di ogni genere. Andiamo a visitare una Tea House dove assistiamo ad una bellissima dimostrazione sulla preparazione di vari tipi di thé.

Anche qui ci ritroviamo nel “trappolone per turisti” ma riusciamo ad uscirne indenni! Il tour così è terminato e decidiamo di restare in questa zona della città. Sotto una pioggerella via via più insistente ci incamminiamo verso la east nanjing road. Si tratta di una lunga via pedonale costellata di negozi e molto luccicante! Percorriamo tutta la via fino alla People Square. Con la metro torniamo nella Concessione Francese per una birra in un pub prima e un hamburger poi. E così terminiamo la visita di Shanghai.

Lunedì 22 aprile 2019

Sveglia alle 4 per il trasferimento all’aeroporto. Alle 7 decolliamo in direzione Guilin. Alle 10.30 arriviamo a destinazione e anche qui ci viene a prendere un’auto con autista e con guida. Partiamo verso le Reed Flute Cave che visitiamo in mezz’oretta. Le grotte sono carine ma sono state illuminate con luci di svariati colori rendendo così l’esperienza piuttosto pacchiana. Ci trasferiamo alla “trappolona per turisti” quotidiana: il museo delle perle. Alle 13 la pausa pranzo nel solito ristorantino tipico. Nel pomeriggio andiamo a visitare la Roccia a forma di Elefante: niente di particolare ma comunque il luogo è molto affollato. Alle 15 ci depositano in hotel e per il resto della giornata siamo liberi.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Cina
    Diari di viaggio
    viaggio in cina 2019 nella terra del dragone con itinerario classico pre covid

    VIAGGIO IN CINA 2019 NELLA TERRA DEL DRAGONE CON ITINERARIO CLASSICO PRE COVID

    ​Era un pò di tempo che era nei miei pensieri di visitare le attrazioni più importanti della Cina, ma visto che è ancora un paese...

    Diari di viaggio
    10 giorni in cina secondo il classico itinerario da principianti

    10 giorni in Cina secondo il classico itinerario da “principianti”

    Informazioni pratiche: TRASPORTI: voli prenotati online con Opodo acquistati a inizio marzo per il periodo di aprile: andata con Austrian...

    Diari di viaggio
    cina fai da te? certo che si può fare!

    Cina fai da te? Certo che si può fare!

    Dopo anni di viaggi in Asia, la Cina era ancora una destinazione chiusa nel cassetto.. ma la primavera 2019, con un fantastico ponte da...

    Diari di viaggio
    la via della seta ed altri percorsi

    La Via della Seta ed altri percorsi

    Ogni viaggio è una storia a sé, lo sappiamo tutti. Non è detto che la stessa destinazione rappresenti per tutti lo stesso arrivo, non...

    Diari di viaggio
    una settimana di cina classica e 3 giorni ad hong kong

    Una settimana di Cina “classica” e 3 giorni ad Hong Kong

    I giorni da dedicare alla Cina "classica" - Hong Kong esclusa - erano davvero pochi, ma sarebbero stati sufficienti per avere una buona...

    Diari di viaggio
    la via della seta a modo nostro
    Fef

    La Via della Seta a modo nostro

    L’Asia rappresenta sempre una grande attrattiva per noi e per le nostre vacanze abbiamo scelto di visitare una parte della Cina. Questo...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: tappa nello yunnan

    Overland Italia Australia: tappa nello Yunnan

    Continua il mio viaggio e la raccolta fondi per una organizzazione che si occupa dei bimbi meno fortunati, potete trovare i dettagli nella...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: arrivo a shanghai

    Overland Italia Australia: Arrivo a Shanghai

    Il volto della Cina del XXI secolo, l'ho colto pienamente viaggiando sul "Bullet train" a più di 350 KM/h da Pechino a Shanghai. La Cina...

    Diari di viaggio
    le meraviglie di guangxi e hunan

    Le meraviglie di Guangxi e Hunan

    L’anno scorso, durante il viaggio nel nord-ovest della Cina lungo la Via della Seta, un compagno di viaggio mi parlava delle bellezze...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: ritorno a pechino

    Overland Italia Australia: ritorno a Pechino

    Ero già stato a Pechino nel '93 alla fine di un viaggio sulla "Via della Seta" e ora la rincontro alla conclusione della Trasmongolica. Mi...