Indocina Express

(Cambogia, Thailandia, Singapore 2006) "L'intensita' della vita non si misura con il numero dei respiri ma in base ai luoghi e ai momenti che ci hanno fatto mancare il fiato." Finalmente Angkor ! Un luogo sognato da tempo, un luogo ...

  • di atahualpa_70
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

(Cambogia, Thailandia, Singapore 2006) "L'intensita' della vita non si misura con il numero dei respiri ma in base ai luoghi e ai momenti che ci hanno fatto mancare il fiato." Finalmente Angkor ! Un luogo sognato da tempo, un luogo che mi ha fatto collezionare libri su libri, un luogo da vedere almeno una volta nella vita ... Eppure l'emozione della scoperta di un paese meraviglioso come la Cambogia, la fuga dall'assillante turismo di massa della Thailandia e il viaggio nell'iper tecnologia di Singapore hanno fatto passare Angkor per una semplice tappa di un percorso piu' grande. Un percorso organizzato velocemente e meno assillato dai dettagli, come generalmente sono abituato a fare, un percorso lento e discreto quasi a voler chiedere "permesso" per entrare. Un percorso che ricorda molto quello fatto sui vecchi treni espresso con fermate di alcune ore in una stazione e poi il lento procedere tra la campagna per la tappa successiva. Questa volta pero', le tappe sono geograficamente molto lontane da noi e allo stesso tempo cosi' vicine, tanto che la feroce e galoppante logica di mercato globale, permettera' (e parzialmente ha gia' permesso) a questi paesi di accomunarsi alla nostra idea del consumo, rendendo la vecchia Indocina solo un ricordo su dei libri non ancora scritti.

10 Agosto: Come al solito la luce del mattino mi sveglia, sono le 6:30 e visto che ci dobbiamo alzare alle 7 me ne resto nel letto, a pensare. Paola dorme ancora e considerando che siamo andati a dormire attorno alle 9 di ieri sera non c'e' male. Guardo bene la stanza e, lo stile 'Khmer' tanto decantato sul sito internet della Bou Savy Guesthouse, non e' che appare molto.

La luce tenue del mattino pero' filtra tra le tende viola pallido e la fa apparire forse anche piu' bella di quello che e'... Ma che si pretende per soli 15$, abbiamo anche l'aria condizionata.

Gia' l'umidita' e' tremenda con il caldo, ce ne siamo accorti ieri sera arrivando da Bangkok con un super aereo... A elica. Eravamo proprio stanchi, tanto che abbiamo saltato la cena, ma ormai erano piu' di trenta ore che viaggiavamo tra Milano, Copenaghen dove la sosta di otto ore ci ha permesso di visitare la citta', e poi Bangkok. All'arrivo, all'aereoporto di Siem Reap, scopro pure di aver dimenticato le foto tessera da presentare all' "Immigration", mannaggia la mia memoria... Ce la caviamo con due dollari a testa aggiuntivi al visto da venti, non so se e' una gabella o servono per spese fotografiche. Mah! Il fatto e' che dopo non ci fanno nessuna foto.

Ehi! Sono il sette ... Chiamo Paola perche' dobbiamo ancora fare colazione e Sina, il nostro autista di remorque moto, ci aspetta alle otto per portarci ad Angkor Wat. Finalmente uno dei miei sogni si avvera, vedro' Angkor. Un sogno di adulto certo, a differenza di Palenque o Tikal in centro America che alimentavano i miei sogni da bambino, Angkor e' una scoperta relativamente recente, di quando anni fa consultai un libro sulla storia e l'arte Khmer. Poco piu' di due mesi fa io e Paola ci siamo sposati e cosa ci facciamo regalare? Un bel biglietto aereo per Thailandia e Cambogia...

Cambogia?!? E che ci andate a fare in Cambogia? Non sara' pericoloso... Mine, Khmer Rossi... Non portare mia figlia in uno dei tuoi soliti viaggi in luoghi sperduti nel mondo!... Si va beh, va beh... Tanto ora siamo qui biglietti alla mano e zaino in spalla.

Facciamo una veloce colazione (pane e marmellata) inclusa nel costo della Guest House e siamo gia' sul rimorchio del motorino di Sina

  • 1733 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social