Calabria nord–occidentale ovvero la Riviera dei Cedri.

Una settimana tra mare e cultura, alla scoperta di posti davvero incantevoli

  • di pierluigilaino
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

26/07 – Arrivo - Partenza in macchina alle ore 04.30 da Roma, questa scelta a prima vista suicida è stata fatta per evitare di trovare traffico (la chiamano partenza intelligente).Viaggio tranquillo anche se un po’ di traffico lo abbiamo trovato a causa di una deviazione sulla SA-RC. Arrivo al “Diamond residence” intorno alle 9.30 e dopo aver sistemato i bagagli e preso confidenza con il luogo abbiamo mangiato una buonissima insalatona. Dopo pranzo pennichella pomeridiano per recupera le forze e passeggiata a Diamante. Uno splendido paesino di pescatori davvero incantevole che nei prossimi giorni avremmo modo di visitare meglio. Cena in un ristorante (Da Aligia) con cucina tipica del posto, in realtà abbiamo mangiato solo antipasti dato il numero impressionante di assaggini che ci hanno portato, tutti squisiti. Dopo cena passeggiata digestiva e tutti a nanna.

27/07 – Cirella- Oggi il tempo è un po’ incerto, decidiamo quindi di fare un giro per Cirella, un altro piccolo paese in riva al mare non lontano da Diamante. Incantevole centro balneare della Riviera dei Cedri ricco di storia e testimonianze antiche, tra cui il promontorio che domina il mare e su cui si aggrappano le vestigia del borgo medievale di Cirella. Davvero piccolissimo ma molto caratteristico e dove mi sento di segnalare la pasticceria siciliana, vicino la stazione, fa dei cannoli che sono la fine del mondo. Dopo pranzo è uscito il sole, decidiamo quindi di andare al mare dove siamo rimasti fino a tardo pomeriggio. Piccolo promemoria il mare vicino alla scogliera di Cirella è sporco,assolutamente da evitare. Doccia, cena e passeggiata a Diamante dove Chiara ha comprato un presepe di argilla molto carino fatto da un artigiano locale (il negozio si chiama Pink).

28/07 – Isola di Cirella e Belvedere Marittimo - Sveglia alle 10 (siamo in vacanza o no !?) e incredibile alle 11.30 siamo già in spiaggia !! Però abbiamo dimenticato l’ombrellone e quindi siamo dovuti tornare indietro a prenderlo. Oggi abbiamo scelto la spiaggia a metà strada tra Diamante e Cirella. Si tratta di un'ampia spiaggia di ciottoli (un po’ fastidiosi soprattutto quando esci dall’acqua) davanti alla quale si staglia il suggestivo isolotto di Cirella, al cui centro resiste una torre di avvistamento immersa in una profumatissima macchia mediterranea. Il perimetro frastagliato dell'isoletta, è sempre molto frequentato da barche e soprattutto da appassionati di immersioni e di snorkeling in quanto ricco di numerose grotte. L'isolotto può essere raggiunto in barca con un servizio offerto dai pescatori o tramite il nolo di pedalò. La spiaggia è bagnata da un bel mare di un azzurro brillante, cristallino e con fondali digradanti, ideale per nuotare e fare il bagno. Cena a base di pizza fatta da noi , devo dire anche molto buona e passeggiata a Belvedere Marittimo altro borgo marinaro davvero incantevole, dove abbiamo assistito ad una gara di fuochi d’artificio. Ogni anno le tre nazionali migliori del mondo si sfidano al Festival Internazionale di Pirotecnia d'Autore per contendersi il titolo messo in palio dall’amministrazione comunale. Il nome della manifestazione è "Note di Fuoco" che con i suoi grandiosi spettacoli, eseguiti su piattaforme posizionate sul mare, nell'incantevole cornice della baia di Capo Tirone, ci ha lasciato nel cuore e nella mente un ricordo incredibile.

29/07 – Spiaggia di Santa Litterata e Scalea- Sveglia ore 9.30. Oggi è stata la giornata di mare più divertente. Abbiamo trovato una spiaggia vicino agli scogli dove c’era poca gente ed il mare era splendido. Il nome della spiaggia è Santa Litterata è una delle più belle viste sino ad oggi. Si trova nella parte Sud di Diamante ed è caratterizzata da un mare cristallino e ricco di fauna e flora marina. Chiara ha detto di essersi divertita molto e anch’io sono stato molto bene, probabilmente nei prossimi giorni ci torneremo. Nel pomeriggio ho provato a pescare ma ovviamente con scarsi risultati. Dipenderà dall’esca? Ho usato le vongole precotte della Conad !?!. I pesci si avvicinavano e dopo aver fiutato di cosa si trattava si allontanavano. Ho scoperto invece che vanno ghiotti di cracker. Dopo cena passeggiata a Scalea molto caotica e forse anche per questo è il paese più conosciuto di questa parte della Calabria. Una vera delusione

  • 8973 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Saverio 5
    , 13/8/2011 21:14
    Concordo in pieno con la recensione. Splendido Diamante mentre Scalea e' una delusione

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social