Non dite a Sandokan che sono stato qui!

Borneo, perché questo nome ancora affascina come pochi altri? Perché si percepisce una strana sensazione, quasi di mistero romantico,al solo scandire le sue sillabe? Perché nessuno ne parla mai e quasi nessuno ci va, e quei pochi quasi sempre per ...

  • di elixste
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Abbiamo visitato la Malaysia e Borneo nell'agosto 2009, ed è durato poco più di 3 settimane.

Kuala Lumpur Quando siamo arrivati, KL era avvolta in morsa di afa incredibile, l’umidità era al 1000%!! Abbiamo girato per lungo e per largo questa città divertendoci a passare, in un batter d’occhio, dai confusionari mercati dei quartieri cinesi al lusso dei centri commerciali, dalle casette scrostate ai grattacieli futuristici! La prima impressione è stata, comunque, quella di una città caotica e inquinata!! Avevamo veramente difficoltà a respirare. Ma KL, alla fine, si è riscattata: gli ultimi giorni, prima del rientro, ci ha regalato un giornata splendida, con cielo terso e aria “pulita”: splendida!!

Abbiamo alloggiato all'hote Maya, molto bello, di design moderno e accogliente, ottima posizione, staff gentile ed efficente. Abbiamo soggiornato all'inizio e alla fine della nostra vacanza in Malesia: camere grandi, spaziose, mimaliste ma curate nei dettagli e con ogni comfort. La vista sulle Petronas e sulla Menara Tower è bellissima, sia dalle camere che dallo Sky lounge bar dove terminavamo sempre le nostre serate. . Da Kuala, abbiamo visitato con i mezzi pubblici, la città di Malacca: carina, ci sono delle belle costruzioni cinesi e svariati templi cinesi, buddisti, indiani. Il tutto, però, sotto una coltre di afa pazzesca!

Ci siamo quindi spostati in Borneo. Noi, ben consigliati, abbiamo voluto visitare sia il Sabah che il Sarawak: sono state esperienze diverse ed entrambe entusiasmanti.

Borneo- Sabah Da KL abbiamo preso il volo per Sandakan (con scalo tecnico a Kota Kinabalu) nel Sabah. Appena arrivati ci siamo fiondati all'Sepilok Orang Utan Riabilitation Centre a vedere gli orango tango. E' comunque bellissimo scoprire l'"umanità" di questi animali: i gesti, le espressioni, i movimenti. A Sandakan abbiamo alloggiato al Sepilok Nature Resort: siamo stati bene, ci sono dei bei chalet in mezzo ad una folta vegetazione, attorno ad un laghetto.

Il giorno successivo siamo partire per l'isola di Lankayan: un'isoletta in mezzo al mare direzione Filippine; l’isola si gira in 15 minuti; un parco naturale scelto anche dalla tartarughe, con 32 siti diving attorno all'isola; meravigliosa!! Un paradiso!!! Ottimo il resort, lo staff e il servizio. Il nostro chalet (il n.1, abbiamo poi scoperto che è quello normalmente destinato ai piccioncini in luna di miele!) era il più invidiato: in punta, con vista alba e tramonto! Noi, amanti del mare, qui abbiamo soddisfatto ogni senso!! Fantastico il colore dell'acqua, la quantità di pesci e i giardini di corallo nei fondali!! Senza scarpe per 4 giorni, con i piedi sempre nella sabbia! Con il solo "rumore" delle onde! E poi, come speravo, abbiamo avuto la fortuna, per la prima volta, di assistere alla nascita di 52 tartarughine e incrociare una mamma-tartaruga che arrancava sulla spiaggia per andare a deporre le uova: emozionante! Dopo 4 gg in questo paradiso, siamo rimontati nel motoscafo e rientrati in "terra ferma" pronti per il safari nel Kinatabantang.

Ci siamo poi fermati a visitare le Gomantong Caves: tremendo!!! Contenta di esserci stata, ma credo che difficilmente potrei rifarlo! E' quella cava famosa per la raccolta dei nidi di rondine: metri di guano per terra con miliardi di scarafaggi (per nominare la bestiola più carina..) che si muovevano dentro.. Alle pareti bestie "preistoriche" e pipistrelli!!! Una passerella ti permette di camminare tutt'attorno alla cava, ma anche questa è "leggermente" ricoperta di tutto quello che puoi immaginare precipiti dal soffitto!!!! E io non sono esageratamente schizzinosa in fatto di insetti, ma qui è veramente incredibile; difficile da raccontare. Peccato che la raccolta dei nidi iniziavano il giorno dopo la nostra visita: sarei stata proprio curiosa di vederli all'opera!

Lungo il fiume Kinabatang ci sono diverse sistemazioni, noi avevamo prenotato al Bilit Rainforest Lodge, una delle sistemazioni più confortevoli del posto. Si è nel mezzo della giungla: qui si possono fare solo escursioni lungo il fiume o trekking, il tutto partendo direttamente dai resort. Le escursioni sul fiume si fanno all'alba (6,30) e nel tardo pomeriggio (16.00), orari in qui le bestiole escono a mangiare

  • 15727 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. tropic62
    , 1/2/2011 23:16
    Ciao, Elixste.
    A proposito del tuo viaggio in mAlesia, possi chiederti se le escursioni al resort nella foresta sul Kinabantang e a Lankayan le avete prenotate dall'Italia oppure una volta lì?
    La stessa domanda per Batang Ai da Kuching... Consigli di prenotare dall'Italia oppure quando saremo lì?
    Grazie.
    I miei viaggi sono raccontati al sito: www.mareblu.tk
    Ciao. Lino
  2. annalisa2010
    , 28/6/2010 12:25
    grazie, ti ho appena scritto! Annalisa
  3. elixste
    , 25/6/2010 19:15
    @annalisa2010:

    ciao annalisa,
    l'indirizzo corretto del mio blog è:
    www.lanostravaligia.blogspot.com
  4. elixste
    , 25/6/2010 19:14
    l'indirizzo corretto del mio blog è:
    www.lanostravaligia.blogspot.com
    ciao

    elisa
  5. annalisa2010
    , 25/6/2010 13:07
    ciao, sono annalisa e ad agosto farò più o meno lo stesso viaggio che ho letto qui. vorrei contattare elisa, ma l'indirizzo del blog che ha dato non è attivo o comunque non riesco a trovare un suo contatto.
    elisa, se leggi questo messaggio puoi darmi un altro tuo contatto?
    grazie

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social