La montagna a misura di bambini

Passeggiate, relax, buona cucina e divertimento per i più piccoli è tutto ciò che la montagna ha da offrire.

Diario letto 1388 volte

  • di silvia.B
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Un giorno decidiamo di andare a vedere una fattoria. Ne troviamo una a 5 minuti dal nostro hotel. Vogliamo soprattutto far vedere gli animali alla nostra piccola. Un signore, proprietario della fattoria, molto gentile ci accompagna. Vediamo la stalla con le mucche, ci dice che sono all’incirca 35 e nelle settimane precedenti sono nati anche dei vitellini, carinissimi!. Rimaniamo a bocca aperta, non solo la nostra bimba. Vediamo i coniglietti e nel campo lì vicino, il simpatico signore ci mostra un’ alveare. Ci viene spiegato che estraggono il miele una volta l’anno. Il signore ci spiega inoltre un sacco di cose e ci dice che il lavoro da fare è tantissimo e non c’è mai riposo. Lavorano 365 giorni l’anno.

Vicino al centro storico di Bressanone, vi è il parco del Lido. Un parco con un bel laghetto, giochi per bambini e tanti animali: caprette, pappagalli, pavoni, anatre e vari tipi di pesci. Un bel posto soprattutto per i bimbi. In prossimità del parco vi è anche un ristorante di nuova struttura ideale per un buon pranzo.

Ortisei, Chiusa

Una giornata la dedichiamo alla visita di Ortisei. Bello il paese con la chiesa di Sant’Antonio. Il centro è un po’ più piccolo di Bressanone e si visita velocemente. Decidiamo così di salire con la funivia sulle alpe di Siusi a 2005 metri. Dopo un pranzo al rifugio a base di canederli per tutti, (anche la nostra bimba ha apprezzato molto) ci facciamo una camminata in uno dei sentieri dove troviamo mucche che pascolano tranquille e una bellissima visuale. Prima di tornare a Bressanone, ci fermiamo a metà strada a visitare Chiusa, conosciuta come uno dei borghi più belli d’Italia. Il borgo è piccolo ma è molto caratteristico con i suoi stretti vicoli, le facciate merlate dei palazzi e gli stemmi delle locande. Merita sicuramente una visita. Dal centro è possibile poi salire al monastero di Sabiona, ma noi rinunciamo dovendo salire con il passeggino. Ci godiamo invece il centro storico con le graziose case, la chiesetta, i negozi e i tipici ristoranti.

Vipiteno

Non lontano da Bressanone vi è la città di Vipiteno. Un vero e proprio gioiellino. Anche questo borgo medievale è stato dichiarato uno dei borghi più belli d’Italia. La torre delle dodici è il simbolo di Vipiteno che divide il corso principale dalla città vecchia alla città nuova. Il corso è pieno di negozietti e ristoranti. Qui si trovano ancora le insegne in ferro battuto che una volta fornivano informazioni precise ai viaggiatori: Dalla tipologia del luogo, ovvero se si trattava di una taverna o un hotel, agli orari di apertura o chiusura di un determinato posto. Non lontano dal centro storico vi è la latteria Vipiteno. La raggiungiamo con la macchina. Purtroppo però la troviamo chiusa. Ci accontentiamo di fermarci al negozio vicino e acquistiamo gli yogurt per merenda. La nostra piccola apprezza molto il suo yogurt e dopo la sosta merenda, riprendiamo la macchina direzione Castel Tasso.

Il castello è visitabile solo tramite visita guidata. 8 euro a testa (la bimba non paga). Mettiamo la piccola nel marsupio che si addormenta subito e andiamo a visitarlo. E’ una visita molto interessante e l’interno del castello è molto bello con pezzi di 600 anni perfettamente conservati. La nostra guida, molto preparata ci ha rapito e ha catturato la nostra attenzione raccontandoci aneddoti vari relativi al castello. Sembra di fare un salto nella storia e tornare nel medio evo. La visita dura un’ora ma il tempo passa velocissimo. Bellissimo davvero

Conclusioni finali

Una settimana è passata velocemente. Abbiamo fatto delle belle camminate, visitato bellissimi borghi, mangiato in maniera eccellente. In più non è mancato il relax. Spesso ci siamo rilassati nelle piscine dell’hotel. La nostra bimba era entusiasta della sua piccola piscina. E’ stata una bella settimana per tutti. Le cose da fare in montagna sono varie e non ci si annoia mai. Sono davvero attrezzati e hanno un’attenzione particolare per i più piccoli. Abbiamo così scoperto il fascino della montagna anche d’estate. Meglio tardi che mai.

  • 1388 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social