Un tocco d'Indonesia

Un assaggio di Giava, Bali e Lombok

Diario letto 7946 volte

  • di benny1979
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Il giorno successivo è la volta di Prambanan, un complesso di templi Hindu, anch'esso patrimonio dell Unesco. Un paio di giovani studentesse di una scuola di Gjakarta ci offrono di accompagnarci e farci da guida: si riveleranno decisamente preparate e simpatiche e non chiedono nulla in cambio se non l' immancabile "selfie" e un giudizio, si spera positivo, sul loro quaderno; ve ne sono parecchi nei pressi dei siti turistici, non vanno cacciati (come purtroppo alcuni turisto snob fanno ...), non sono guide abusive o malintenzionate, ma solamente studenti che vengono inviati dalle loro scuole ad indirizzo turistico come una sorta di tirocinio. Il complesso di Prambanan consta di numerosi templi, di cui tre principali, che sono dedicati alla triade Brahma-Vishnu e Shiva. In realtà i templi, anch'essi adornati di splendidi bassorilievi e sculture, erano probabilmente mausolei di antichi re. La struttura, benchè in realtà precedente, ricorda il complesso di Angkor Wat, in Cambogia, e si rivela uno dei top del viaggio in Indonesia, imperdibile.

Un breve volo, già prenotato in precedenza via internet sul sito di AirAsia, ci porta alla seconda parte del nostro viaggio, a Bali. Atterriamo all'aeroporto di Denpasar e da qui raggiungiamo Legian e il nostro alloggio consigliatomi da amici alcuni mesi prima. Purtroppo la guesthouse (Kubu Kauh Beach Inn) sebbene particolarmente economica, non si rivela molto accogliente, le stanze sono a dir poco spartane e la struttura, pur essendo a pochi passi da Legian Street, è situata in un gang laterale e non è facilmente localizzabile dagli autisti o dai taxi. Il personale tuttavia si fa in quattro per assegnarci una stanza leggermente migliore di quella prenotata via mail (se non altro il bagno ha uno specchio e l'acqua corrente c'è tutto il giorno ...) e per darci due dritte su cosa fare. La zona di Kuta-Legian e Seminyak è la più turistica di Bali, le tre città sono sostanzialmente attaccate l'una all' altra e sono molto trafficate e rumorose. Legian street è la via principale che le attraversa e corre parallela alla spiaggia, è disseminata da una marea di negozietti, bar, locali, centri massaggi e ristoranti. Kuta, in particolare, è affollata di turisti australiani amanti del surf e da coloro che amano fare baldoria fino a tarda notte, fra alcool e discoteche. Seminyak è più tranquilla e adatta alle famiglie, Legian una via di mezzo fra le due. A parte l'irrefrenabile vita notturna, non vi è praticamente nulla da visitare (a parte il monumento eretto in memoria delle vittime dell' attentato del 2002 che sorge dove vi era il Sari Club), il mare non è per nulla attraente, ma dalla spiaggia, enorme, di sera si assiste a degli splendidi tramonti. Due considerazioni: per quanto riguarda il cambio dei soldi affidatevi solamente agli uffici autorizzati, lasciate assolutamente perdere i negozietti turistici che sembrano offrire cambi particolarmente vantaggiosi, cercheranno in ogni modo di fregarvi. Per quanto riguarda il cibo, i ristoranti sono generalmente molto economici e di ottima qualità, ma i veri sapori indonesiani li trovate nei piccoli warung delle vie laterali, chioschetti spesso non particolarmente attraenti, ma che rappresentano il vero top della cucina da strada in Indonesia (in particolare Nasi Goreng, Nasi Kampur, Bebek Goreng, Mie Kuah, la frutta e il pesce sono piatti da provare ad occhi chiusi). Per chi, poi, non può fare a meno della cucina italiana posso consigliare vivamente il Bella Italia, a Legian, gestito da un simpatico ragazzo romagnolo ormai di stanza a Bali, che sforna pasta e pizza veramente ottimi con ingredienti esclusivamente italiani

  • 7946 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social