Alsazia fra Strasburgo e Colmar

Cantine, Mercatini di Natale e paesaggi meravigliosi

Diario letto 23858 volte

  • di Tuttintuta
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 25
    Spesa: Fino a 500 euro

Stefania Sheriff, Chiara Opporinaaaa, Francesca The interpreter, Eliana Blondie, Carlo Ing., Maria Grazia Pharma, Deni Mani di Fata, Marziano Marz, Daniela Dany, Roberto Pistolet, Lorella Lory la moglie del Dutur, Mattia Matty il figlio del Dutur, Marino 12/09, Elisabetta Bettina, Giada Jaden, Jonathan I Cetti, Cristina CriCri, Martina Il controllore di bordo, Aurora Guznag, Cristian Un-uomo-e-il-suo-Uccello (poi capirete perché!), Giuseppina Giusy, Paola Senza-tacchi-mai, Samanta Tesssoro, Ilaria Pizzicorino, Andres Driver

Eccoci tutti pronti per iniziare una nuova ed emozionante avventura della Tuttintuta!!!!!! L’avventura, in realtà, comincia il giorno prima della partenza, quando una nostra nuova amica, in compagnia di una ns vecchia, ma vecchia vecchia amica soprannominata “Opporinaaaa”, ci raggiunge da quel di Firenze. Ilaria “Pizzicorino” infatti ci ha conosciute tramite Turisti per Caso ed ha deciso di aggregarsi a noi per questa, per lei, nuova esperienza. Le ns amiche arrivano alla stazione di Bressana Bottarone la mattina del venerdì e trascorrono tutta la giornata a casa di Sherifff. Nel tardo pomeriggio Tesssoro le raggiunge; dopo le presentazioni del caso, decidiamo di mangiare una pizza tutte insieme. C’è un solo problema... Tutti hanno mangiato la pizza, tranne Tesssoro che se l’è vista letteralmente portare via da sotto il naso da Smilla (il cane di Sherifff) che con un balzo fulmineo l’ha agguantata e portata sul suo tappetino. No problem.... Gli amici sono venuti in soccorso dividendo una pizza davvero….terribile!

Al termine della cena, dopo il dolce e un buon limoncino, Tesssoro accompagna Pizzicorino presso l’agriturismo dove trascorrerà la notte e si danno appuntamento la mattina dopo per la partenza.

Sono appena le 7.00 del mattino quando parte del gruppo si è incontrato nel parcheggio della stazione di Bressana Bottarone. Come sempre, a dirigere le operazioni, vi sono il nostro Sherifff e Tesssoro in compagnia di Opporrrinaaaaa e “Pizzicorino” che per la prima volta sta per toccare con mano il suo acquisto internet unendosi a questa banda di pazzi. Dopo qualche minuto di attesa, vediamo spuntare il nostro pullman più pazzo del mondo già carico di una bella compagnia di “Castellettodibranduzzesi” che sono saliti al capolinea. Una volta sistemati i bagagli, preso posto sul pullman e svolti i soliti ed inevitabili convenevoli di rito con il resto del gruppo, partiamo. Il viaggio è lungo e per strada carichiamo gli ultimi partecipanti; la famiglia March del famoso romanzo Piccole Donne (I Cetti) e la “Oniomaniaca” del gruppo: la bella Paola-non-esco-da-casa-senza-tacchi.

Lungo il cammino decidiamo di fare qualche sosta per rifocillarci con brioches e cappuccini e, per i più affamati, addirittura un pasto completo. Nonostante la sosta, gli animi di parte della compagnia sembrano spenti: c’è chi dorme, chi legge e chi chiacchiera. Ma le risateee?? Qualcuno ha insistito per ascoltare una divertentissima canzone dei Gem Boy, che sarebbe servita a rianimare anche gli animi più spenti ma, vista la presenza di qualche pia donna e dei bambini, si è deciso di bypassare e di procedere con l’attivazione del servizio di catering a bordo pullman. Qui, le nostre hostess preferite, Tesssoro e Sheriff, hanno servito deliziosi tramezzini (preparati il pomeriggio precedente prendendo le misure delle fette di mortadella e di prosciutto per fare dei tramezzini con lo stesso contenuto di salumi…per non far torto a nessuno! Opporiiinaaaa può testimoniare!) dolcetti preparati da Un-uomo-e-il-suo-Uccello a base di cioccolato e riso soffiato e tavolette di cioccolato fondente-al latte-nocciolato-bianco e, per la gioia dei più golosi, un bis del famosissimo limoncello e agrumello della nostra Lory (la moglie del Dutur!)…. Una vera squisitezza!!! Anche Matty, il figlio del Dutur, dimostra apprezzamento per i liquori prodotti da sua madre e ne beve un paio di bicchierini.. Mentre Giusy decide di non bere, non si fanno pregare Deni “Mani di Fata”, Pharma, e direi praticante tutto il gruppo. Gli animi di tutti si sono finalmente accesi e iniziano le risate contagiose tipiche della Tuttintuta, anche grazie “a les bamben piccinin” (Jaden e il Guznag) e ai loro famigerati “odeurs nauséabonde” che terranno in compagnia le nostre narici per i prossimi 4 giorni soprattutto per coloro che hanno preso posto nella parte posteriore del pullman cercando un po’ di pace e relax…

La prima tappa del viaggio è Riquewihr, un grazioso paesino poco distante da Strasburgo in cui le viuzze, le mura e le vecchie case conservano ancora il loro splendore di un tempo. Ad attenderci vi erano i marche de Noel nonché la festa del paese con tanto di banda… che accoglienza!!!! Le case, che per la maggior parte dell’anno sono ornate di fiori, si presentavano graziosamente decorate di luci e addobbi natalizi…. Insomma un vero e proprio paese dei balocchi!!! Di abitanti neanche l’ombra, in compenso vi era una fiumana di turisti che assaltavano le bancarelle e che, per l’occasione, indossavano dei buffi copricapo. Anche nel nostro gruppo c’è chi non ha perso tempo ed è subito entrato nello spirito goliardico dei “tuttitutiani” e volendo fare del suo meglio, dopo una ricerca spasmodica del cappello più adatto alla situazione, ha scelto una cicogna appollaiata sulla sua testa con le zampe lunghe lunghe da potersi legare sotto il mento all’occorrenza… lascio ogni commento all’immaginazione dei lettori ma, per chi non arriva a tanto mettiamo una foto….

  • 23858 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. c_delbo
    , 11/2/2011 19:23
    Spettacolare!!!!!!!!!!!!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social