Dubai, دبيّ una Cattedrale emh... Moschea nel deserto

Viaggio di nozze a Tokyo, Kuala Lumpur, Maldive e Dubai. Ho pubblicato 4 recensioni diverse se volete visualizzare il viaggio nel suo complesso. Ecco i titoli: 1) Tokyo - Templi, grattacieli e cartoni animati 2) Selamat Datang K.L. - (Benvenuti ...

Diario letto 4359 volte

  • di phayton
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Sabato 3 ottobre 2009

4h30 dopo aver lasciato le Maldive siamo atterrati a Doha, in Qatar. Abbiamo infatti volato con la stupenda compagnia della Qatar che prevedeva uno scalo nel loro ricco Stato. Scesi dall’aereo abbiamo avvertito il cambiamento di clima. Noi siamo più all’equatore ma nel deserto e dal caldo umido siamo passati a quello secco. Abbiamo girovagato un po’ nel duty free, nel gelo più totale. Ci saranno stati 15 gradi con noi in maglietta e pantaloncini. In questi posti sono fissati con l’aria condizionata. Poi siamo ripartiti e arrivati un’oretta dopo a Dubai, dove in taxi con 44 Dirham (8,90 €) siamo giunti nel più bell’hotel dove siamo mai stati!! Camera super composta da salotto, cucina, camera, ripostiglio, bagno, tutto nuovissimo e modernissimo!! Nonostante fossero le 3.30 di mattina e avessimo da poco lasciato un paradiso come le Maldive, l’eccitazione era tanta! Siamo però subito crollati fino alla mattina seguente!

Domenica 4 ottobre 2009

Alle 9.30 abbiamo iniziato con una bella colazione (cara, 190 in due (38 €), non compresa) la nostra prima giornata negli Emirati, salendo sulla terrazza panoramica dell’Hotel (con piscina e palestra) dalla quale ci siamo fatti un prima idea di Dubai! Una Cattedrale nel deserto. Enormi costruzioni, anche piuttosto strane e ampi spazi di deserto dove si stanno costruendo nuovi edifici o si costruiranno in futuro. E’ una città che qualche anno fa nemmeno esisteva o quasi e fra 10 anni c’è da scommettere che sarà una delle più grandi al mondo! In lontananza si scorgeva anche il “The World” (immenso) mentre il Burj Dubai (la vela per intenderci era davvero troppo lontana. In effetti si trova praticamente in un’altra città Jumeirah, che visiteremo poi. Tutt’altra visione in Burj Dubai, la torre più alta del mondo, ancora non ultimata. Strepitosa, gigantesca! Quasi 3 volte l’Empire State Building!! Abbiamo fatto in hotel i biglietti per il bus turistico (220 a testa), e nel caldo torrido ci siamo diretti alla fermata del pullman con il taxi (a Dubai costano molto poco, del resto non c’è la metro per ora), che si trova alla Moschea di Jumeirah Non ci hanno timbrato il biglietto alla salita e quindi siamo poi riusciti ad adoperarlo anche per il giorno seguente! Con il bus siamo passati davanti allo sfavillante Jumeirah Beach Hotel, e poi con sosta foto nella spiaggia antistante il Burj al Arab che praticamente è alto come la Tour Eiffel!! Siamo poi stati al Souk Madinat Jumeirah che è un grande mercato coperto super moderno, e abbiamo girovagato un po’ per di la anche negli stupendi canali in stile Venezia nel grande cortile esterno! Siamo poi tornati a piedi al vicino Burj al Arab per capire se si riusciva ad entrare, ma all’inizio del ponte, una sbarra con le guardie e qualche turista contrariato ci ha fatto capire che non era possibile. E qui è successo il fattaccio: siamo tornati al Souk con un taxi per evitare un pezzo di strada a piedi per il caldo e dopo aver cercato di litigare con l’autista per il prezzo, secondo noi non corretto, siamo scesi siamo rientrati brevemente nel Souk per ritirare al bancomat e una volta usciti per riprendere il bus mi sono reso conto che non avevo più la macchina fotografica. Subito siamo rientrati, convinti di averla lasciata al bancomat, tanta gente ci ha aiutato nelle ricerche, ma ben presto ho capito che non l’avevo persa li ma sul taxi purtroppo, probabilmente distratto dal tentativo di contrattare il prezzo in inglese. E così abbiamo realizzato che 1100 foto circa del nostro viaggio erano perse. Fortunatamente Chantal con la sua macchina aveva fotografato ogni singolo posto dove siamo stati e quindi il danno che avrebbe potuto essere enorme si rivelerà poi minimo nel senso che abbiamo solo avuto meno scelta nel scegliere le fto più belle di ogni luogo

  • 4359 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social