Il borgo che profuma di Medioevo: questo paesino fa invidia a tutta Italia

È situato nella media Valle Argentina, nelle Alpi Liguri, ed è rinomato per la sua cultura enogastronomica ed il suo fascino medievale
Stefano Maria Meconi, 28 Mar 2024
il borgo che profuma di medioevo: questo paesino fa invidia a tutta italia

Ci troviamo sulle meravigliose Alpi Liguri, a una ventina di minuti dalla costa e a circa un’ora di distanza dal confine francese. È proprio qui che, nella media Valle Argentina, lungo le sponde di un fiume a carattere torrentizio, sorge un delizioso borgo in pietra rinomato per le sue tradizioni enogastronomiche e la sua storia antica, testimoniata dalle costruzioni medievali che lo caratterizzano e lo valorizzano.

Una storia antica che affonda le proprie radici all’epoca preistorica

badalucco

Stiamo parlando del meraviglioso borgo medievale di Badalucco, un luogo antico e ricco di storia e tradizione. Ancor prima della conquista romana, infatti, questo territorio è stato abitato da antiche popolazioni che vi hanno vissuto e prosperato a lungo, come testimoniato dai numerosi reperti storici ritrovati dagli studiosi nel corso del tempo. Secondo fonti storiche locali nella zona di Campo Marzio, posto all’inizio dell’abitato, si combatté proprio un’importante battaglia tra la popolazione dei Liguri e l’esercito romano, che riuscendo infine ad avere la meglio sugli opponenti si assicurò il controllo della Riviera di Ponente e delle numerose valli circostanti. In epoca Medievale questi territori furono sottoposti alle numerose scorrerie dei pirati saraceni, per divenire poi, intorno al XII secolo d.C., signoria dei conti di Ventimiglia. Data la vicinanza alla città di Genova e dato l’aumentare repentino della sua influenza come una delle più potenti Repubbliche marinare mai esistite, fu quasi ovvia conseguenza che anche Badalucco rientrasse all’interno della sua sfera di controllo. Caduta la Repubblica di Genova, nel 1797, l’intera zona fu dapprima annessa alla Repubblica Ligure, poi all’Impero Francese e al Regno di Sardegna, per finire, in ultima istanza, a far parte del neocostituito Regno d’Italia, nel 1861.

Un incantevole borgo medievale tra le montagne e paesaggi naturali mozzafiato

badalucco

Oltre a visitare questo magnifico paesino medievale per scoprire e conoscere le sue deliziose casette in pietra, i suoi vicoli stretti e i suoi caruggi e ponti sul fiume, qui si può apprezzare e contemplare la natura, che abbraccia in toto il borgo, donandogli ancora più fascino e bellezza. I rigogliosi boschi, i torrenti di montagna e i verdi pascoli si aggiungono ai terrazzamenti coltivati e agli uliveti che caratterizzano il territorio e il suo paesaggio. La cultura enogastronomica del luogo è particolarmente apprezzata e famosa in tutto il mondo, in particolare grazie al suo delizioso olio d’oliva e ai suoi vini. Particolarmente famosa, inoltre, è la sagra dello Stoccafisso, un evento di assoluta rilevanza  per mantenere viva la tradizione e i costumi popolari e che si tiene la terza domenica del mese di settembre. Tra gli edifici storico religiosi da non perdere assolutamente, troviamo invece la Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta e San Giorgio, costruita in stile barocco nella seconda metà del 600, la Chiesa di San Nicolò, Palazzo Boeri e i cinque rinomati passaggi storici del paese: Porta San Rocco, porta del Poggetto, porta di Santa Lucia, porta del Beo ed infine quella della Castella. Impossibile da mancare anche la visita al rinomato Ponte di Santa Lucia con i suoi archi diseguali, che sorge sopra il torrente Argentina ed è stato completato nel 1606, e il Ponte della Madonna degli Angeli, costruito sempre sul torrente Argentina nella prima metà del 6oo e che si caratterizza per le sue tre arcate in pietra. Insomma, Badalucco è una vera e propria gemma tutta italiana che aspetta solo di essere visitata e scoperta in tutta la sua bellezza.

Come arrivare a Badalucco, ecco qualche piccolo consiglio

Come anticipato nei paragrafi precedenti il borgo dista poco più di venti minuti dalla costa e in particolare dalla località di Santo Stefano al Mare. La distanza da Imperia, di cui fa provincia, è invece di poco meno di 30 km, facilmente percorribili in automobile tramite la SS1 Aurelia e la SP548 fino ad arrivare in paese.



Leggi ancheLeggi gli altri diari di viaggio