Felini e coralli... safari e relax tra il Botswana e il Mozambico

Cascate Vittoria, Chobe National Park, Moremi game reserve, Okavango, Bazaruto.

Diario letto 1303 volte

  • di Pisolina74
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Come ogni anno, ad agosto, si parte…Una famiglia di 4: io (Elena), mio marito (Marco) e i nostri 2 bambini: Clara di 11 anni e Michele di 7. Quest’anno però, l’avventura è veramente con la A maiuscola e devo dire che sono stata più volte sul punto di desistere. Un self drive in Botswana con estensione mare in Mozambico. Per me non era la prima volta in Africa, ma per il resto della famiglia sì…Vaccini? Che fare? Ma soprattutto leggendo vari racconti e testimonianze sui forum il dubbio più grande è stato se affrontare da veri neofiti la guida in self su piste sabbiose. Dopo un po' di ricerche, mi dico quel che alla fine dico sempre..se ce la fanno gli altri, perché noi no? Quindi si parte con l’organizzazione.

La pianificazione del viaggio questa volta inizia prestissimo. Parto con mail e richiesta di preventivi ad ottobre e dopo poco, inizio a prenotare i primi lodge. Pensate che ad ottobre alcuni lodge erano già prenotati e ho dovuto invertire il giro inizialmente pensato.

A parte i lodge e i campi tentati di Kway, Savuti e Moremi, tutti gli altri hotel sono stati prenotati tramite Booking. com.

La macchina è stata prenotata con la Bushlore, una Toyota Fortuner 4x4, noleggiata per 7 giorni, con GPS, telefono satellitare, frigo, taniche di scorta per il carburante per circa 1900 €. Per carità, avevo trovato anche qualcosa a meno, ma non veniva data nessuna attrezzatura per uscire da eventuali insabbiamenti, e visto che ero abbastanza terrorizzata da questa evenienza, ho deciso di affrontare questo “surplus”.

Per quel che riguarda la profilassi antimalarica, abbiamo fatto il farmaco generico del Malarone, reperibile in Francia, oltre che ad un terzo del prezzo, anche in dose pediatrica.

La partenza è il 9 agosto da Nizza, abitando nell’estremo ponente ligure, e rientro il 27, compagnia Qatar, che si rivela una compagnia aerea non meglio di altre, come invece ci aspettavamo.

Questo è stato il nostro itinerario:

  • 10 agosto arrivo a Livingstone, Zambia, per visitare le Cascate Vittoria
  • 11 agosto Cascate Vittoria - Zimbawe
  • 12 agosto Kasane
  • 13-14 agosto Muchenje
  • 15 agosto Savuti
  • 16 - 17 agosto Kway
  • 18 agosto Moremi
  • 19 - 20 agosto Maun
  • 21 agosto trasferimento
  • 22 - 23 - 24 - 25 agosto Vilanculos
  • 26 agosto partenza
  • 27 agosto arrivo

10 agosto: dopo un viaggio abbastanza lungo con scalo a Doha e a Johannesburg, finalmente arriviamo a Livingstone, e dopo un’ora di coda, entriamo in possesso del nostro Kaza Visa (50$ a testa, i bambini fino a 16 anni lo hanno gratuito). Ad aspettarci troviamo il taxi dell’hotel Chanter Lodge, 2 notti €110, tipo hotel africano, molto semplice, ma pulito. Questa taxista sarà da noi assoldato per i nostri spostamenti nei futuri giorni dove per circa 5 o 10 $ a tratta ci porterà un pochino ovunque. Nel pomeriggio ci facciamo accompagnare alle cascate lato Zambia (entrata 20$/10$ bambini), dove con una passeggiata di circa 1 ora, 1 ora e mezza, vediamo l’enorme costone. il livello dell’acqua è veramente basso, ma nel periodo di piena, praticamente gli spruzzi dell’acqua non fanno vedere assolutamente nulla. Questa sera ci facciamo accompagnare allo Zambesi cafè, dove ceniamo con circa 10 € a testa.

11 agosto: partenza alle h. 10 dall’hotel per arrivare in circa mezz’ora alla dogana al confine con lo Zimbawe. Facciamo un po' di coda, visto per i bambini $30. Dalla dogana, impieghiamo 5 minuti a piedi per raggiungere l’entrata delle cascate…coda anche lì ($30 x adulto, $15 x bambino). Qui le cascate sono decisamente più interessanti. Credo che in piena stagione ci si lavi totalmente, visto che gli schizzi arrivano fin sul sentiero. Vi sono 15 punti che si percorrono in circa 2 h. Usciti, ci dirigiamo verso l’Elephant Walk, un mercato di artigianato locale (circa un quarto d’ora a piedi dalle cascate), che si raggiunge dallo stradone, uscendo dalle cascate verso destra, oppure si attraversa la strada e dietro le bancarelle vi è una scorciatoia (dove tra l’altro abbiamo incontrato una famiglia di facoceri). Mangiamo al ristorante 3 monkeys. Io provo 3 mini hamburger di carne differente, tra cui il coccodrillo e impala... consigliatissimo! Alle 15.30 avevamo appuntamento con la Zambesi Elicopter flight, ma nonostante avessi confermato pochi giorni prima….si scordano di noi. Un signore delle cascate, chiama per noi, e in 10 minuti tornano a prenderci. Facciamo, più o meno in tempo, il nostro tour fissato per le 16. Che dire… le cascate dall’alto sono meravigliose, vedere il fiume Zambesi che scorre e si butta nelle cascate è emozionante, e ci si rende conto dell’impeto di queste meraviglie. Penso a quando Livingstone si trovò per la prima vota davanti a questo spettacolo della natura. Torniamo al confine e il nostro tassista di fiducia, ci riporta in hotel. Questa sera torniamo a mangiare allo Zambesi cafè. Alla fine posso dire che Victoria falls è più vitale di Livingstone, ma è molto più cara

  • 1303 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social