Masallah! Turchia

Quest’anno all’ultimo io e il mio “moroso” abbiamo deciso di fare un viaggio in Turchia. Non abbiamo programmato nulla a parte la prenotazione della nave per la Grecia (Igoumenitsa) all’ultimo momento (eravamo indecisi se raggiungere la Turchia via terra). Abbiamo ...

  • di Milena Frola 1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

Quest’anno all’ultimo io e il mio “moroso” abbiamo deciso di fare un viaggio in Turchia.

Non abbiamo programmato nulla a parte la prenotazione della nave per la Grecia (Igoumenitsa) all’ultimo momento (eravamo indecisi se raggiungere la Turchia via terra).

Abbiamo comprato una guida, consultato diversi siti, tra cui questo – per cui rendo il favore per le preziose informazioni – e siamo partiti.

Il tempo che abbiamo avuto a disposizione è stato di tre settimane: sufficienti, ma non ideali per fare tutto ciò che avremmo voluto.

Tenete presente per programmare un eventuale viaggio che la Turchia è molto grande e le strade non consentono di muoversi molto velocemente.

La compagnia di traghetti con cui abbiamo viaggiato è la Superfast: costo per due persone Ancona-Igoumenitsa 430 euro per il ponte.

Per ponte si intende PONTE!!!! Dovete portarvi sacco a pelo, materassino e indumenti pesanti se viaggiate di notte, perché siete costretti a dormire all’aperto. All’interno, tra l’altro l’aria condizionata è talmente alta che è meglio stare fuori, e poi ipoteticamente non si potrebbe stare... Molto fortunati i camperisti che hanno un ponte tutto per loro e passano la notte nel camper: molto bello! (Stesse condizioni anche per l’altra compagnia Minoan ce l’hanno detto degli amici) LA GRECIA. La traversata della Grecia è sufficientemente agevole, a parte il primo tratto dell’Epiro nella zona montuosa. Qui sia che passiate dalle Meteore (da vedere) sia che percorriate la strada verso l’Albania che passa da Grevena, troverete strade di montagna percorse da molti TIR e vi occorrerà molto tempo e pazienza. All’andata a parte fermarci una notte vicino alle Meteore abbiamo fatto tappa prima della frontiera ad Alexandropoli: il mare non è eccezionale e la città decisamente mediocre. Al ritorno ci siamo fermati per qualche giorno a Olimpiadas (paese natale di Aristotele) vicino al monte Athos: molto tranquillo, non eccezionale.

LA FRONTIERA. Alla frontiera preparatevi a perdere molto tempo in ogni caso. Se viaggiate in auto dovete avere i documenti che attestano che è vostra, se così non fosse compilate una dichiarazione con molti timbri sia in inglese che in italiano, una sorta di delega, e allegate la fotocopia di un documento della persona a cui appartiene. Ipoteticamente verrebbe richiesta una procura notarile, ma qualunque cosa abbia un timbro è sufficiente. Per entrare con l’auto occorre avere il passaporto, se invece siete solo passeggeri basta la carta d’identità.

LE STRADE DELLA TURCHIA. In Turchia stanno facendo molti lavori per migliorare la rete stradale, ma in realtà è ancora molto difficoltoso viaggiare. I tratti autostradali sono pochi e la maggior parte delle strade sono ad una corsia per senso di marcia. L’asfalto è di qualità pessima e il fondo stradale (anche nuovo) è pieno di buche e avvallamenti. Sulle strade trovate TIR puzzolenti, furgoncini sfreccianti, ma anche trattori e carri trainati da animali, side-car e motorini strani, branchi di capre, pecore e mucche. NON VIAGGIATE LA NOTTE perché non c’è illuminazione né segnaletica orizzontale (strisce, stop ecc). Attenzione anche alla velocità: noi abbiamo preso una multa di 67 milioni di lire turche (40 euro circa) perché eravamo ad una velocità di 110 Km, quando il limite fuori dai centri abitati sulle statali, è di 90 Km orari. Per percorrere 400-500 Km tenete in conto di impiegare dalle 6 alle 8 ore (le distanze tra un posto e l’altro da visitare di solito sono di questo tipo)

Annunci Google
  • 2082 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social