Un Sudafrica facile e bello

Animali fantastici, piante uniche, belle strade, cibo eccellente, tramonti dipinti, tradizione e storia, mare selvaggio, città accattivanti, popoli fieri. Frullate e assaggiate il Sudafrica

  • di blacknero
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

(Consigli e altro in fondo al diario)

16 - 17 Gennaio

Partenza con Barbara da Fiumicino alle 18.05 con Turkish Airlines.

Coincidenza ad Istanbul alle 23.45 , imbarco e arrivo a Johannesburg la mattina del 17 Gennaio alle 9.50.

Voli puntuali , buona compagnia , la Turkish , a parte un russo di 130 Kg circa che occupa mezzo del mio sedile oltre al suo.

All’ arrivo check-out veloce , ritiro bagagli ok , cambio euro – rand in aeroporto con solito rapporto di conversione e commissione salatissimi.

Usciamo dall’ aeroporto e andiamo a ritirare una Chevrolet Aveo Sedan alla first car rental , prenotata dall’ Italia attraverso il broker Aroundaboutcars.

Usciamo dal parcheggio sopraelevato , e un po’ insicuro , con cambio automatico e volante a destra , ci avviamo verso la N1 in direzione Polokwane. L’ idea è quella di visitare il Limpopo e venire in contatto con la cultura Venda e Ndebele che popolano questa regione , prima di entrare a nord del Kruger National Park.

Il tempo non è bello e di tanto in tanto piove.

Arriviamo dopo 300 km , nel primo pomeriggio a Polokwane.

Troviamo facilmente il The Lofts , un self catering carino prenotato dall’ Italia per comodità , la camera è pulita e silenziosa.

La città non offre molto , giriamo per un po’ , vediamo lo stadio costruito in occasione dei mondiali di calcio 2010 , e andiamo al Savannah , un centro commerciale dove ci procuriamo un adattatore , alcune cose per il bagno e da mangiare.

La sera usciamo per mangiare , ma i ristoranti sono praticamente tutti Take Away e alle 21.00 chiudono. Una pizza con ananas , olive e altri arricchimenti e a letto , siamo molto stanchi.

Il tempo peggiora e non fa presagire niente di buono per i giorni a venire.

18 Gennaio

La mattina presto Barbara va a correre per il quartiere , poi facciamo una buona colazione e prepariamo la macchina per dirigerci a Elim , passando per Tzaneen. Vogliamo fermarci al Bakone Malapa Museum , poco fuori Polokwane e lungo la strada , ma veniamo colpiti da un acquazzone con violente raffiche di vento che a malapena ci permette di vedere fuori dalla macchina.

Il museo è un villaggio ricostruito tutto all’ aperto ed è , ovviamente , chiuso.

Allora proseguiamo per la N71 verso Tzaneen , sperando che il tempo migliori.

Invece tra pioggia e nebbia proseguiamo il nostro viaggio tra paesaggi magnifici e ci dispiace non poterci fermare e uscire dalla macchina. Attraversiamo Tzaneen , ubicata al centro di una valle totalmente agricola e nel pomeriggio siamo a Elim , piccolo centro caotico dove la popolazione è esclusivamente di etnia Venda o Ndebele.

Andiamo subito allo Shiluvari Lodge , a pochi chilometri da Elim.

Lo abbiamo scelto , perché è un buon punto centrale per spostarsi nella zona.

Il Lodge è gestito da due svizzeri , arredato esclusivamente con opere di artigianato della popolazione locale e si affaccia sull’ Albasini Dam , in un paesaggio davvero suggestivo.

Ci siamo solo noi e un gruppetto di altri quattro ospiti. Ci informiamo sulla possibilità di vedere l’indomani il Lago Fundudzi , la foresta sacra e qualche villaggio defilato di artigiani , ma la pioggia continua incessante , e dobbiamo capire la mattina dopo , se le strade saranno praticabili.

Pare che l’ intensità di quel temporale nefasto sia una cosa straordinaria , a detta di un ragazzo del lodge. Ne avremo la conferma nei giorni successivi.

Allo Shiluvari si mangia molto , molto bene , credo che abbia avuto anche alcuni riconoscimenti di prestigio

  • 13740 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social