Alaska & Yukon 2003

ALASKA & YUKON di Luciana Lenci e Stefano Saccardi 02 Agosto / 20 Agosto 2003 Prima di raccontare il nostro viaggio alcune annotazioni di carattere generale che non abbiamo trovate evidenziate in nessuna guida : CLIMA – Le temperature sono ...

  • di Stefano Saccardi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

ALASKA & YUKON di Luciana Lenci e Stefano Saccardi 02 Agosto / 20 Agosto 2003 Prima di raccontare il nostro viaggio alcune annotazioni di carattere generale che non abbiamo trovate evidenziate in nessuna guida : CLIMA – Le temperature sono effettivamente basse ma il tasso di umidità è così limitato da renderle non solo sopportabili, ma piacevoli, per cui gli indumenti veramente pesanti (giacca a vento, sovrapantaloni, cappello e guanti) serviranno solo per traversate in mare, tour notturni e passeggiate sui ghiacciai(in mancanza di sole).

ABBIGLIAMENTO – Se volete fare passeggiate non potete lasciare a casa la “mantella” perché la pioggia è una componente fondamentale del clima di queste regioni. Non essere attrezzati per la pioggia può significare la rinuncia a splendide occasioni; il tempo muta in fretta e non bisogna lasciarsi scoraggiare dalla pioggia come non dobbiamo farci illudere dal sole splendente.

VIABILITA’ – E’ notorio che le Higway sono ottime strade, inoltre qualsiasi variazione del fondo stradale è segnalata con pignoleria e precisione. Meno noto è che anche le strade sterrate sono, generalmente, in ottime condizioni e permettono una guida scorrevole e veloce(40ml. Orarie, di media, sono possibili), sia pure con la dovuta prudenza.

CARTE STRADALI – Eravamo preoccupati perché sprovvisti da carte stradali dettagliate, ma ci siamo presto tranquillizzati perché quelle che avevamo, e che ritenevamo incomplete, erano più che sufficienti. Le strade sono così limitate, nel numero, che su qualsiasi cartina ci sono tutte e non è possibile sbagliare percorso.

FINESTRE – Il fatto che siano sprovviste di persiane è perfettamente noto. Non sapevamo che, spesso, hanno solo tendine leggere. Chi ha bisogno del buio per prendere sonno è meglio che abbia una mascherina per gli occhi.

TRAIL – Letteralmente si traduce “pista” ed in Nord America quando si parla di trail normalmente ci si riferisce, non ad una passeggiata, sia pure di qualche ora, ma ad un percorso, da fare ovviamente a piedi, della durata di più giorni.

1° giorno SABATO 02 AGOSTO (17 ml., 27 km.) FIRENZE – FRANCOFORTE – ANCHORAGE Sveglia alle 04:15 am ed alle 05:00 am partenza per l’aeroporto di Firenze grazie alla collaborazione di nostro genero Nicola che si presta gentilmente a fare da autista.

Partenza ed arrivo a Francoforte in perfetto orario. Il tempo è bello e possiamo ammirare l’attraversamento delle Alpi. Una volta sbarcati cerchiamo la compagnia aerea Condor, come da programma, e scopriamo che si tratta in realtà della Thomas Cook e che ha un unico check-in per tutte le sue numerose partenze e che la coda è lunghissima. Sono necessari circa 45 trepidanti minuti per avere la carta d’imbarco, ma arrivati al nostro “gate” scopriamo che il volo partirà con oltre mezzora di ritardo.

Saliti a bordo prendiamo atto che i nostri posti 29k e 29h sono sull’ala e quindi la visibilità è parzialmente compromessa. La posizione migliore è dalla fila 31 alla 35; purtroppo dalla 40 alla 45 è permesso fumare. E’ una piacevole sorpresa scoprire che la qualità del cibo servito a bordo è ottima, per contro il servizio è decisamente scadente.

Il tempo è splendido, sole pieno e niente nuvole, e tale si manterrà fino all’arrivo. Seguiamo la rotta artica e quindi dopo la Germania sorvoliamo la Danimarca e successivamente la Groenlandia con un paesaggio veramente grandioso di ghiacciai; a seguire il pack, poi i territori desolati del nord dell’Alaska, poi le foreste e, spettacolo nello spettacolo, il monte Mc Kinley (20320ft.,6193m.) e la catena degli Alaska Ranger si mostra in tutta la sua imponente bellezza; non riusciremo più a vederlo senza nuvole e, pare, che solo pochi fortunati siano riusciti a vederlo come è capitato a noi

  • 11843 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social