Il Grande Nord: crociera in Alaska e parchi delle Montagne Rocciose in auto

Alla scoperta degli sconfinati spazi del territorio americano e canadese
 
Partenza il: 25/08/2016
Ritorno il: 11/09/2016
Viaggiatori: 4
Spesa: 4000 €

Abbiamo visitato tanti paesi nel Mondo ma gli sconfinati spazi del territorio Americano e Canadese sono sicuramente fra i nostri preferiti e così dopo 7 anni dal nostro primo viaggio nella parte Orientale del Canada http://turistipercaso.it/canada/22900/canada-est-4500-km-fra-citta-e-natura.html, decidiamo di tornarci per visitare la zona delle Montagne Rocciose e il Sud-Ovest dell’Alaska.

Cominciamo diversi mesi prima a documentarci per valutare quale possa essere la soluzione con il miglior rapporto qualità/prezzo, per noi abituati ai viaggi organizzati in autonomia, ma con qualche confort in più rispetto a quando eravamo ragazzi. Scopriamo così che nella zona che vogliamo visitare dell’Alaska non ci sono strade e che l’unico modo di muoversi sono i traghetti, però non sono affatto economici e comportano una gran perdita di tempo, dovendosi presentare ogni volta con alcune ore di anticipo…e in più significa ogni giorno imbarcare e sbarcare la valigia… Valutiamo così di comprare, sempre in autonomia, ovvero direttamente dall’Agenzia corrispondente della compagnia di navigazione una Crociera di una settimana che ha come partenza e arrivo la città di Vancouver e che attraverserà tutto l’Inside Passage, sia nella zona Canadese che in quella Americana. Nella seconda settimana invece prevediamo, rientrati su Vancouver, di noleggiare una macchina e di visitare i Parchi delle Montagne Rocciose.

La somma delle due settimane si rivelerà uno dei viaggi più belli che abbiamo fatto fino ad ora!

1° GIORNO: VOLO GENOVA-VANCOUVER con scalo a PARIGI/SEATTLE

Voliamo con una combinazione di voli con Delta tutto sommato conveniente che ci consente di partire comodamente da Genova, la nostra città. Facciamo due veloci scali e Parigi e a Seattle (tenete però conto che negli scali in America bisogna sempre sbarcare e rimbarcare i bagagli con qualche disagio in più).

Arriviamo a Vancouver dove pernotteremo per due giorni in un alberghetto abbastanza economico (rispetto agli standard che di economico in realtà non hanno molto…) vicino allo Stanley Park.

2° GIORNO: VANCOUVER

Visitiamo a piedi la bellissima Vancouver mentre nel pomeriggio con delle bici a noleggio facciamo il giro completo dello Stanley Park, il polmone verde della città per poi completare la piacevole giornata godendoci uno spettacolare tramonto sul mare in compagnia della tantissima gente che affolla le spiagge ai margini del Parco.

3° GIORNO: VANCOUVER e IMBARCO CROCIERA

Ci svegliamo di buon mattino approfittando della posizione adiacente allo Stanley Park per farci una bella corsetta (10km circa) seguendo il sentiero lungo l’Oceano… rilassati e soddisfatti rientriamo in albergo, ci ‘doniamo’ una ricca colazione e poi ci spostiamo verso il Porto dove ci attende già ormeggiata la nostra nave da Crociera.

La nave trasporta circa 2000 persone ma, fin dalla prima sera, scopriamo che le nostre preoccupazioni di trovare confusione e un eccesso di voglia di divertimento a tutti i costi (noi odiamo l’animazione e il rumore) sono prive di fondamento, almeno in questo tipo di viaggio. La nostra cabina, nonostante sia fra le più economiche, è molto confortevole e a bordo passeremo una settimana indimenticabile!!! Ma… proseguiamo…

4° GIORNO: SCENIC CRUISING THE INSIDE PASSAGE

Giorno di navigazione. Avremmo dovuto vedere il panorama delle coste puntellate di isolette e fiordi ma…piove e c’è nebbia e non riusciamo purtroppo a venere nulla. Ci rilassiamo in palestra e nella piscina della nave, giusto per compensare la disponibilità di cibo e bevande ad ogni ora del giorno…mannaggia quanto è dura resistere ! J

5° GIORNO: JUNEAU

Ci svegliamo presto, sapevamo dal programma di viaggio che prima di arrivare a Juneau avremmo attraversato una zona ricca di fauna marina e così è stato: numerose megattere sono a fianco alla nostra nave, non è la prima volta che le vediamo ma è sempre molto emozionante.

Arrivati a Juneau, capitale dell’Alaska, si può scegliere sostanzialmente fra due alternative di escursione (fai da te o tramite la nave da crociera il costo è praticamente identico): la navigazione per l’avvistamento dei cetacei o la visita al Ghiacciaio Mendelhall. Avendo già fatto la prima esperienza nel nostro primo viaggio in Canada e successivamente in Islanda, scegliamo di organizzarci fai da te per visitare il Ghiacciaio.

E’ necessario prendere un pulmino perché dista circa 15km dal centro di Juneau, lo shuttle, come del resto tutto in Alaska, è piuttosto costoso ma…siamo qui e… o così o non vedi nulla. L’autista del bus, che fa anche un po’ da guida turistica, sarà forse l’unica persona residente in Alaska che incontreremo in tutto il viaggio dato che tutti gli altri sono ragazzi che fanno la stagione – molto breve in queste latitudini – per poi tornare in altre zone dell’America sicuramente più popolose di queste lande praticamente disabitate.

Arrivati al ghiacciaio purtroppo ci accorgiamo di non avere molto tempo a disposizione e così abbandoniamo l’idea di uno dei trekking più lunghi (a dirla tutta siamo anche un po’ spaventati dall’eventualità di incontrare orsi) e ci dirigiamo direttamente verso i piedi del Ghiacciaio e delle Nugget Falls, delle cascate che si trovano sul fianco destro del Ghiacciaio. Il tutto è bello ma non all’altezza degli scenari che vedremo nei prossimi giorni.

Prima di riprendere l’autobus ci affacciamo in prossimità di un altro breve trekking – lo Steep Creek Trail – dove a volte pare sia possibile avvistare gli orsi che pescano i salmoni. Il sentiero è parzialmente chiuso, non abbiamo capito il perché, e i pochi salmoni che vediamo sono già morti (probabilmente hanno già deposto le uova e quindi terminato il loro ciclo di vita).

Torniamo a Juneau, e la visitiamo prima di tornare a bordo. Ci sono molte gioiellerie e diversi negozi di souvenir russi (??) molto molto cari e piuttosto bruttini.

6° GIORNO: SKAGWAY

La stagionalità in Alaska è molto breve, questo uno dei motivi per cui le escursioni, organizzate in autonomia, tramite agenzie o più semplicemente per il tramite della nave da crociera sono terribilmente costose… ma che fare… siamo qui e non possiamo certamente pensare di non vedere nulla…

Di prima mattina attracchiamo nella minuscola cittadina di Skagway, una delle tante destinazioni del Klondike diventata famosa durante la Corsa all’Oro. Con una piccola barca veloce attraversiamo il fiordo di Haines, approdiamo su una spiaggia dove facciamo un breve trekking nella foresta e infine attraversiamo con le canoe un lago ghiacciato, la nostra meta è il Ghiacciaio Davidson che si rivelerà mozza fiato! Il Ghiaccio è completamente blu/azzurro con grotte e ruscelli che scendono valle fino alimentando il lago ghiacciato… 6h30 di escursione in tutto, semplicemente meravigliosa e poi con la barca veloce si torna a Skagway che visitiamo in autonomia.

Guarda la gallery
alaska-region-ma9gd

Canada Vancouver Island

alaska-region-bj27k

Ghiacciaio Davidson Alaska

alaska-region-8grca

Glacier Bay Alaska



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Alaska
    Diari di viaggio
    alaska, 49th state

    Alaska, 49th State

    Da qualche anno avevo in mente di organizzare un viaggio in Alaska, ma l’elevato costo dei voli aerei mi aveva sempre fatto desistere....

    Diari di viaggio
    alaska, regno di ghiacciai

    ALASKA, regno di ghiacciai

    12 AGOSTO Partiamo da Fiumicino alle 10.30 con due ore di ritardo in direzione di Francoforte. Fortunatamente anche il volo per Anchorage...

    Diari di viaggio
    il grande nord: crociera in alaska e parchi delle montagne rocciose in auto

    Il Grande Nord: crociera in Alaska e parchi delle Montagne Rocciose in auto

    Abbiamo visitato tanti paesi nel Mondo ma gli sconfinati spazi del territorio Americano e Canadese sono sicuramente fra i nostri preferiti...

    Diari di viaggio
    alaska: nell'estremo nord

    Alaska: nell’estremo Nord

    Volo su Anchorage. Affitto di un super SUV 4x4. Pernottamento ad Anchorage: Anchorage Grand Hotel (pulito, posizione comoda, qualità...

    Diari di viaggio
    alaska, una lunga strada per il mar glaciale artico

    Alaska, una lunga strada per il Mar Glaciale Artico

    Ciao! Un saluto a tutti i lettori di Turisti per caso. In passato avevo già scritto su questo sito, raccontando dei miei viaggi spesso...

    Diari di viaggio
    l'ultima frontiera: tour automobilistico in alaska

    L’ultima frontiera: tour automobilistico in Alaska

    Quest’anno abbiamo deciso di abbandonare momentaneamente la moto per questo viaggio in Alaska, la ragione principale è che siamo in tre,...

    Diari di viaggio
    alaska, stampede trail e magic bus... anche noi siamo stati into the wild

    Alaska, Stampede Trail e Magic Bus… anche noi siamo stati Into the Wild

    Siamo in tre all'aeroporto di Venezia in una fresca giornata di settembre, pronti per questa esperienza che sicuramente lascerà un segno...

    Diari di viaggio
    alaska fai da te

    Alaska fai da te

    Alaska, arriviamo! Già molti anni fa volevamo andarci ma come al solito avendo deciso all’ultimo, x il mese di Agosto non avevamo più...

    Diari di viaggio
    estate in alaska

    Estate in Alaska

    L’ALASKA di Nadia e LaurentinoDurata del viaggio 14 giorni, periodo15 giugno- 29 giugno 2014,15/06/2014 Partenza con...

    Diari di viaggio
    tuono bianco

    Tuono bianco

    “The best feeling: returning to civilization”. Delle oscenità che infiorettano i cessi degli uomini, questa, letta a Katmai, è la...

    Video Itinerari