Spagna verde fai da te

Consigli utili per un giro tra Madrid, Bilbao, la Galizia e la Cantabria

  • di simmy_78
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ecco il diario di un altro viaggio organizzato autonomamente, senza dipendere da alcuna agenzia. Utilizzando le guide turistiche Routard e Lonely Planet e pianificando giornalmente il viaggio mesi prima, leggendo diari di viaggio e cercando informazioni in rete.

Itinerario: in 12 giorni, dal 23 dicembre 2012 al 4 gennaio 2013, abbiamo percorso 3300 km, partendo da Madrid passando da Paesi Baschi, Cantabria, Asturie, Galizia e Castiglia, con ritorno a Madrid.

Volo: tra i voli low cost offerti da Easyjet e Ryanair da Milano a Madrid ho preferito la prima compagnia, dato il minor costo, nonostante parta da Malpensa anziché da Orio. I kg a disposizione per il bagaglio in stiva sono 20 anziché gli scarsi 15 di Ryan; non ci sono costi per il check in online, le misure del bagaglio a mano sono più accettabili, e non ci sono costi-sorprese aggiuntive dell'ultimo secondo. Il sito di Easyjet è chiaro e non ingannevole come quello di Ryan. Il costo a testa è stato di Euro 143,00 con due bagagli da stiva in tre.

Mezzi di trasporto: dopo parecchie ricerche in rete ho prenotato l'auto tramite il sito Easyterra che ci ha offerto una C3 all'agenzia Pepecar, dell'aeroporto di Madrid, per l'irrilevante cifra di Euro 164,00 per 12 giorni. Non avendo mai sentito nominare Pepecar, inizialmente ero alquanto scettica: per un prezzo del genere doveva esserci per forza la fregatura. Invece nessuna sorpresa: chilometraggio illimitato, azzeramento della franchigia, assicurazione civile, possibilità di annullamento fino a due giorni prima, Euro 600,00 di deposito tramite carta di credito, shuttle da e per l'aeroporto (dato che il deposito di Pepecar di trova all'hotel Hilton, a qualche chilometro dagli arrivi), auto C3 diesel, ultimo modello, con soli 15000 chilometri. Unica pecca (ma ormai d'obbligo con qualsiasi compagnia di autonoleggio): il primo pieno a nostro carico di Euro 80,00: un furto dato che normalmente lì, per quel tipo di auto, si aggira sugli Euro 60,00. E riconsegna dell'auto a serbatoio vuoto, stando attenti di non regalare troppo carburante dato che non è previsto il rimborso. Il gasolio costa poco: Euro 1340 al litro contro i nostri Euro 1650. Per 3300 km abbiamo speso Euro 254,00 di gasolio. Il navigatore, portato da casa, ha semplificato l'utilizzo della cartina, il cui utilizzo, romantico che sia, fa perdere un mucchio di tempo.

Alberghi: ho deciso di prenotare tutti gli alberghi da casa tramite il sito Booking, prima della partenza, per evitare perdite di tempo. Il sito è molto completo, ricco di recensioni, foto delle camere e offerte. Al momento della prenotazione è necessaria come garanzia la carta di credito, anche se tutte le prenotazioni sono annullabili fino ad un paio di giorni prima. Quasi tutti gli alberghi avevano il bagno in camera, sia nella singola che nella doppia. Il riscaldamento e l'acqua calda non hanno mai dato problemi. Le stanze erano sempre pulite e abbastanza spaziose. Wi-fi sempre disponibile, tranne un'unica volta. Unica pecca: solo una mattina era compresa la colazione. Lo standard è abbastanza alto tranne i due alberghi/ostelli di Madrid un po' sotto la media, ma si sa, nelle grandi città è più difficile trovare sistemazioni carine e poco spartane. Per tutto il resto del viaggio ho cercato sistemazioni abbastanza sperdute e tranquille, non avendo problemi per raggiungerle, dato che viaggiavamo in auto e pure col navigatore. Molte strutture sono chiuse in inverno, dato il periodo di bassa stagione

  • 13951 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social