Spagna del Nord. Io, lei e 5.000 km tra Guggheneim, Finisterra e il Trono di Spade

Lunghissimo viaggio in posti molto diversi tra loro: almeno tre vacanze in una. Il diario è lungo, siate pazienti e clementi
 

Sono Edo, 56enne immaturo e pigro.

Guidare non è la mia passione, infatti negli ultimi 3 anni ho macinato più di 10.000 Km.

Ora basta, però! Ho scandagliato nelle nostre mete dei desideri ed ho scelto: Paesi Baschi e Galizia. Fly & Drive? Ma no, costa troppo! In macchina ci andiamo, tanto la Spagna è vicina. Credo batterò il mio record di chilometri alla guida in una singola vacanza. Sono un masochista, ora lo so.

Ah, ho parlato al singolare perché pensavo alla questione chilometri alla guida, normalmente guido io, ma anche perché sono sostanzialmente un cafone. Io, notoriamente, da solo so fare le figuracce e le cose elementari, per tutto il resto, compreso lo spiegarmi che ho fatto delle figuracce, c’è Laura che da tempo immemore mi supporta e sopporta.

2 luglio. Carcassonne

Abbiamo un piccolo piano, che si basa sulla diluizione km/giorno. Per oggi la tappa è Carcassonne, città fortificata nel sud della Francia, vicino a Tolosa.

Dopo parecchie ore arriviamo. Siamo stanchi e disattenti: entrati a Carcassonne “bassa” (ho scoperto che si chiama Bastide) vediamo un gruppo di persone che fa foto laggiù: “Che staranno fotografando” chiedo a Laura, ci giriamo e capiamo: sulla collina di fianco si stagliano torri e mura della città fortificata. Un incanto. Magari scoprirlo da soli non sarebbe stato brutto.

Poco lontano da questo belvedere c’è il B&B (i francesi li chiamano Chambre d’hotes) di Catherine (Maison d’hôtes – 19, rue du Manège – 11000 CARCASSONNE, 95€). Una bella casa con parcheggio libero davanti, su tre piani ed un terrazzino ricavato nel sottotetto, con vista Carcassonne, quella delle foto. Bellissimo ..

Sistemati i bagagli andiamo a cercare un posto per cenare e saliamo alla cittadella.

La prima sensazione è di meraviglia: sembra un viaggio nel tempo; ci si aspetta di veder uscire da una porta un cavaliere con armatura o una damigella. O di incontrare Troisi e Benigni. Ma la fame chiama e ci riprendiamo. Andiamo da Adelaide, di fianco al castello. Io ho preso la Casoullet, un piatto di fagioli, anatra e salsiccia. Buono, ma non proprio estivo. Laura un bel piatto di prosciutto. Bella esperienza.

Torniamo a casa dopo aver osservato le nutrie, bleah, dal Pont Viuex e ascoltato un pezzo di un concerto all’aperto.

Chilometri tanti, ottima meta

3-7 Carcassonne – Biarritz – Spagna

Salutiamo Catherine dopo una colazione sostanziosa e partiamo per la vera visita di Carcassonne. Visiteremo Castello e giro sulle mura (9,5 €).

Ecco, ora però va detta una cosa: a Torino c’è il Borgo Medievale, bello, ma si sa che è finto. Ho scoperto che Carcassonne è, quasi, la stessa cosa. La differenza è che il Borgo di Torino è stato costruito ex-novo nel ‘800, Carcassonne è stata “restaurata”, sempre nel ‘800. Un architetto, dopo che la città rischiava di essere demolita tanto era sgarrupata, ha trovato dei fondi e l’ha rimessa a lucido, facendo delle modifiche, anche troppe. Ha praticamente rifatto la Basilica del 1200, ha sistemato le torri aggiungendo cose. Il risultato è strabiliante, ma ora che ho saputo, meno affascinante. Ed è anche Patrimonio UNESCO . Mi batterò per il Borgo del Valentino!

Andate a vederla, perché è veramente bella, ma poi andate a Monteriggioni, a Cittadella, a Sabbioneta. Quelle erano e sono così come le si vede.

Finito il giro vorremmo visitare la Basilica di Saint Nazaire ma è chiusa. Sono le 11, abbiamo 450 Km da fare e decidiamo di partire.

Scesi sul Pont Vieux faccio per fare un’ultima foto, ma … niente macchina fotografica!! Mi viene subito in mente dove l’ho lasciata: su una panchina vicino alla Basilica, lassù. Dopo un momento di “sconforto” (mani nei capelli assenti, tachicardia, senso di vuoto, respirazione ipersonica, saliva inesistente. Li so gestire bene, i momenti di ansia) partiamo e ri-saliamo, alla velocità di camosci in fuga. Sulla panchina: nulla. Provo a pensare bene del genere umano: entro in un negozio e provo a chiedere se un’anima pia avesse portato una macchina fotografica imbecillamente smarrita e sì, i buoni esistono! È la seconda volta in due anni che la perdo e la quinta in assoluto. Tre volte l’ho recuperata. Quindi i buoni esistono e sono anche tanti, purtroppo esisto anch’io che credo di essere buono, di sicuro sono distratto.

Valori vitali tornati nella norma, si parte. Mi viene l’idea di passare da Biarritz e così facciamo. Bella, molto chic, e bello l’oceano. Siamo anche andati alla Rocca della Vergine, uno scoglio sormontato da una statua della Madonna collegato alla terraferma da un ponte.

Ora si punta alla Spagna che ci accoglie con la pioggia.

Abbiamo, per contenere i costi, l’albergo a Irùn, appena oltre il confine. L’idea era di cenare a San Sebastian ma siamo troppo stanchi (100 e più anni in due si sentono…)

Cena quindi in un locale del posto, Manolo, buona e poi nanna. San Sebastian … domani.

4/7 San Sebastian – Bilbao

Una bella colazione in albergo e si parte per San Sebastian. Il tempo non promette bene e manterrà le promesse.

Mettiamo la macchina in un parcheggio coperto. Temo dovremo lasciarla lì come pagamento.

Ci inoltriamo nella parte vecchia, stradine, una bella chiesa (San Vicente), una piazza con tutti gli edifici attorno a renderla un gran cortile, Plaza de la Constitution e la Santa Maria del Coro, chiesa con ingresso a pagamento. Qui l’8×1000 forse non c’è.

Prima di arrivare avevo detto a Laura che San Sebastian ha due monti da cui guardarla, a est ed ovest della baia. Su uno si arriva con la cremagliera, sull’altra a piedi. Su quale saremo andati noi? Dai, la scarpinata farà lo spazio per il pranzo.

Quello su cui siamo saliti noi è il monte Urgull, da cui si gode uno splendido panorama di San Sebastian e la sua stupenda spiaggia: Playa de la Concha. Una mezzaluna perfetta, lunghissima.

L’idea di ieri era di portarci la roba da spiaggia, oggi con 20 °C e pioggerella novembrina … anche no.

Guarda la gallery
13_figueiras

30_st_remy

28_minerve

27_san_juan

26_san_juan

25_burgos

24_leon

22_barreirino

19_santiago

16_finisterra

15_garita_herbeira

27_san_juan

12_praia_catedrais

11_playa_silencio

10_oviedo

08_capricho

06_lekeitio

05_gernika

04_bilbao

03_san_sebastian

01_carcassonne



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bilbao
    Diari di viaggio
    spagna del nord. io, lei e 5.000 km tra guggheneim, finisterra e il trono di spade

    Spagna del Nord. Io, lei e 5.000 km tra Guggheneim, Finisterra e il Trono di Spade

    Sono Edo, 56enne immaturo e pigro.Guidare non è la mia passione, infatti negli ultimi 3 anni ho macinato più di 10.000 Km.Ora...

    Diari di viaggio
    appunti di viaggio – si fa manovra all'astronave e si torna a casa

    Appunti di Viaggio – si fa manovra all’astronave e si torna a casa

    19 agosto Arrivo a Bilbao e, fino al primo pomeriggio, ci immergiamo nel Guggenheim.Tutta la nostra stima ai teatranti geniali...

    Diari di viaggio
    paesi baschi 2

    Paesi Baschi 2

    Avevamo già provato a visitare i Paesi Baschi nel 2017. Volevamo fosse il primo viaggio all’estero di nostro figlio che, all’epoca,...

    Diari di viaggio
    un viaggio a bilbao e un po' di santander

    Un viaggio a Bilbao e un po’ di Santander

    Bilbao è una città meravigliosa Bilbao è una città meravigliosa, un esempio da seguire, la dimostrazione che cambiare totalmente una...

    Diari di viaggio
    4350 km dall'italia a gijon e ritorno in moto

    4350 km dall’Italia a Gijon e ritorno in moto

    Bellissimo viaggio in moto a tappe dal 10 agosto al 28 agosto attraverso la Francia e la Spagna per scoprire e rivedere paesaggi, città,...

    Diari di viaggio
    inaspettati paesi baschi!

    Inaspettati Paesi Baschi!

    Circa due mesi prima della partenza, abbiamo prenotato il volo a/r Milano MPX – Bilbao sul sito della easyJet, 227.00 euro per due...

    Diari di viaggio
    spagna: i parte camino del norte + palencia, salamanca, segovia

    Spagna: I parte Camino del Norte + Palencia, Salamanca, Segovia

    Convento di S. Esteban, poi Casa de las Conchas (che ci riporta al Camino) e tanti altri siti, piazze incredibili, scorci scenografici...

    Diari di viaggio
    viaggio in auto nei paesi baschi, cantabria e asturie

    Viaggio in auto nei Paesi Baschi, Cantabria e Asturie

    La scorsa estate visitammo con grande soddisfazione i Paesi Baschi Francesi, così quest’anno abbiamo deciso di intraprendere un viaggio...

    Diari di viaggio
    tour meraviglioso tra asturie, cantabria e paesi baschi

    Tour meraviglioso tra Asturie, Cantabria e Paesi Baschi

    Dopo che l’anno scorso la Galizia, la regione alla punta Ovest del Nord della Spagna, ci ha entusiasmati con i suoi panorami e il...

    Diari di viaggio
    tour nella spagna del nord

    Tour nella Spagna del Nord

    Prima di iniziare il diario vero e proprio di questa vacanza volevo fare delle considerazioni che potrebbero essere utili...

    Video Itinerari