In giro per la Spagna del nord… partendo da Madrid

Un giro un po' fuori dalle classiche rotte turistiche… dalla capitale alla costa della Galizia, passando per Saragozza Toledo, Bilbao…

  • di nerleti
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

In giro per la Spagna del nord…partendo da Madrid (15 giorni, 1000 euro a testa all inclusive).

Quest’anno abbiamo deciso di esplorare una parte della Spagna che ci mancava… dopo aver passeggiato per le ramblas di Barcellona, visitato la città della scienza a Valencia e scoperto le meraviglie dell'Andalusia (nonché il vicino Algarve in Portogallo), per completare il tour della penisola iberica siamo stati in giro per la costa nord della Spagna e il suo (più o meno vicino) entroterra, con una fermata obbligatoria nella capitale!

Partenza: metà luglio 2012 con volo ryanair pisa-madrid, costo 175 € in 2 (compreso il sovrapprezzo di 18€ dell’ultimo minuto per aumento tasse aereoportuali spagnole causa crisi!)

Guida: Routard, una per Paesi baschi+Galizia, l’altra per Castiglia e Madrid. Di solito mi affido alla lonely planet, ma su questo itinerario la routard era più aggiornata, economica e meglio divisa per zone: alla fine promossa con un bel 7+!

Auto: una panda 1.2 benzina prenotata su e-noleggio al costo di 244€ per 11 giorni (peccato che poi all’aeroporto ci hanno fatto pagare ben 88 € per il primo pieno...un ladrocinio considerando che in spagna la benzina si trova sotto 1,40€/lt e per il pieno abbiamo pagato al massimo 45€!)

Itinerario: Madrid-Toledo-Salamanca-Burgos-Leon-Lugo-Santiago-Costa della Galizia-Oviedo-Costa Asturie-Bilbao-San Sebastian-Pamplona-Saragozza-Madrid per totali 3000 km in auto in 11 giorni! La viabilità spagnola è molto buona; le autovie corrispondono alle nostre superstrade (gratuite) ma molto più ampie e ben tenute, con limite di 120km/h. Le autopiste invece sono autostrade , con analoghe caratteristiche (e limiti) ma a pagamento… a voi la scelta!?

Hotel: prenotati quasi tutti su booking da inizio luglio (tranne una notte centrale e l’ultima per avere un pò di elasticità nell’itinerario) con prezzi tra 30 e 55 € per camera doppia. Secondo me conviene, sia a livello di prezzi che di risparmio di tempo nel non dover girare alla ricerca di un alloggio quando si arriva in un posto magari a sera.

Giorno 1

Il nostro viaggio inizia con l’arrivo puntuale a Madrid, dopo 2 ore nette di volo Ryanair… un’aeroporto moderno e grande dove c’è da perdersi… ma per fortuna non lo facciamo e dopo qualche giro a vuoto troviamo l’entrata della metro al T2, dove iniziamo a fare i conti con la crisi spagnola: per partenze dall’aeroporto da giugno 2012 supplemento su prezzo biglietto 3 € (pensare che la ns. guida di un anno fa indicava ingenuamente 1€)! Resta comunque il modo più economico e veloce di raggiungere il centro città, dove abbiamo prenotato un alberghetto proprio accanto a Plaza del sol (Esmeralda, 2**, carino e prezzi ragionevoli, 48€ la doppia). Il caldo di Madrid ci soffoca fin da subito… ce lo aspettavamo, ma così è troppo! Prendiamo possesso della camera e ci rifugiamo al museo del jamon che si trova proprio sotto l’Esmeralda: panino al prosciutto minimalista ma buono a 1 €!! Decidiamo poi di fare un riposino pomeridiano in camera sperando che il caldo si plachi almeno un po’… speranza vana! Verso le 5 usciamo comunque: destinazione Prado! La guida ci suggerisce che da martedì a sabato il museo è gratuito dalle 18 a chiusura, occasione ghiotta per chi come noi è attento al budget ma non vuole rinunciare alle bellezze della città! Arriviamo giusto in tempo, la coda è lunga ma scorre veloce. Il museo è molto interessante, anche se non si è esperti in materia. Collezione permanente con importanti artisti spagnoli (Goya, El Bosco, El Greco,..) e non (anche tanti italiani: Tintoretto, Caravaggio,..). Usciamo verso le 8, il sole è ancora alto e di andare a cena non se ne parla! Facciamo un giro per le vie del centro per individuare tra gli infiniti localini qualcosa per cenare, magari di non troppo turistico… ci fermiamo vicino a plaza S. Anna (molto carina): io assaggio le mie prime croquettas de jamon (prime di una lunga serie!), Fede non resiste al richiamo della paella de marisco, il tutto accompagnato da 2 canas (birre alla spina)! Prima cena soddisfacente, anche se non esaltante. Arriviamo a plaza del sol che anche dopo cena è piena di gente e movimento...le strade pedonali che vanno verso il quartiere di Chueca sono strapiene (anche di prostitute a dire il vero!)! A nanna prima di mezzanotte dopo un’altra canas a 1€!

Giorno 2

Sveglia alle 8 per girare la città senza il caldo soffocante di ieri... ma al giornata non inizia la meglio: nella fretta di trovare un posto per colazione finiamo in un locale della catena “the e caffè”…2 paste e 2 cafè con leche 10 €! Quando mi riprendo dallo shock decidiamo di dedicare la mattina al palacio reale e al convento descalzas, che sono gratuiti il mercoledì per i cittadini UE… peccato che il primo lo sia solo dalle 5 p.m. e il secondo faccia esclusivamente visite guidate (non abbiamo capito se comunque a pagamento) con un numero irrisorio di persone… quindi niente di fatto! Non ci perdiamo certo d’animo e proseguiamo per la maestosa plaza Mayor: sarà che è la prima che vediamo (ne seguiranno molte altre... in Spagna ogni paesino, anche piccolo, ha la sua plaza Mayor!?), ma ci piace davvero tanto e facciamo foto da ogni angolatura (sigh)! Poi ci dirigiamo a plaza de Espana, il Debod (tempio egizio donato alla città per gli aiuti spagnoli al salvataggio di Abu Simbel... commento di Fede “e a noi italiani nulla?”!), la Gran Via piena di negozi e teatri dove rimaniamo colpiti dalla cupola nera dorata del Metropolis proprio all’angolo con calle di Alcalà

  • 49735 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social