Giro di Romania che nemmeno i turchi!

Ciao ragazzuoli! Prima di partire per la Romania ho dato un occhio ai resoconti di TxC per farmi un’idea ed ora ho voglia di dare il mio apporto alla pagina... Con la mia amica Caroline abbiamo fatto un giro di ...

  • di roBBo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ciao ragazzuoli! Prima di partire per la Romania ho dato un occhio ai resoconti di TxC per farmi un’idea ed ora ho voglia di dare il mio apporto alla pagina... Con la mia amica Caroline abbiamo fatto un giro di Romania che nemmeno i turchi!! Arriviamo all’aeroporto di Otopeni il 12 agosto 2008 - volo andata/ritorno 290 bombe ma vivo a Madrid e penso che dall’Italia sia molto meno - e lá subito dopo il check out ci abborda un taxista che si offre di portarci a Bucarest x 30 euro...Uhuh! Il bus per il centro é il 783 e costa 7 lei ossia 2 eurelli scarsi per cui timbriamo il ticket e ci sorbiamo una mezzoretta di sauna su ruote per arrivare all’appartamento in Bulevardul Balcescu dove passeremo le prime due notti rumene (pulito, centrale ed economico). Troviamo Bucarest abbastanza piatta ma forse sono l’afa insostenibile, lo smog, la sporcizia e i 300 cantieri aperti a distorcere l’immagine della sedicente Parigi dell’est. Cmq sia a mio parere si puó bypassare tranquillamente visto che Transilvania, Bucovina e Maramures hanno molto da offrire.

Per muoverci nel paese affittiamo una utilitaria da Otopeni airport – riservata con http://www.Easycar.Com/ e prelevata il 3zo giorno visto che i primi 2 li passavamo nella capitale - e via verso Brasov ma subito toppiamo di muso con il problemone del paese: le strade. Sembra che l’ANAS rumena le abbia asfaltate lanciando a caso cucchiaiate di catrame e abbia poi piazzato i cartelli stradali un po’ qua un po’ lá a seconda della direzione del vento... A questo poi si aggiungono le tante code causa cantieri e lo stile di conduzione rumeno tipo ti-sorpasso-maledetto-ti-sorpasso... Vi giuro incredibile!! Cmq sia grazie alla mappa comprata a Madrid e al 3% di indicazioni corrette arriviamo a Brasov dove alloggiamo all’hotel Bella Musica proprio nella piazza della zona antica (circa 80 euro a notte in una splendida matrimoniale mansardata). Il centro storico di Brasov é un incanto: i palazzi eleganti e colorati, la montagna che protegge la cittá su due lati coperta di una fitta e scura vegetazione, il cielo, tutto é da godere passeggiando e trastullandosi nei tanti baretti che si affacciano sulle vie del centro. Bella gente, bella atmosfera, belle architetture, bello. I due ristoranti che abbiamo provato sono il Sergiana, consigliatissimo il tagliere di formaggi rumeni, e l’Altstadt, consigliatissimo il pesce. Da Brasov visitiamo il fiabesco castello di Bran (con cui Dracula non ha nulla a che fare) e la cittadella medievale di Rasnov. Entrambi insindacabilmente imperdibili.

Dopo Brasov si va verso la Bucovina (a est di Suceava) per ammirare i monasteri dipinti. Ancora una volta le strade mi fanno uscire dai gangheri... Un giorno intero per fare tipo 500 km ma lo spettacolo che mi offrono questi piccoli luoghi di preghiera mi fa pensare “per aspera ad astra”. Gli affreschi squisiti, la decorazione interna intarsiata in legno e metallo, la natura che li circonda, le torri di guardia, le muragliate, rendono questi monasteri un luogo sacro anche per un ateo. I piú significativi 2ndo me sono quelli di Humor, Moldovita, Sucevita, Putna e Dragomirna.

Successivamente ci muoviamo verso Maramures ma a causa del tempo da lupi decidiamo di anticipare la visita a Sighisoara. Comunque sia anche in Maramures i paesaggi mozzafiato, la gente in abito tradizionale che passeggia le mucche e le famose chiese di legno coi loro campanili alti e sottili rendono la zona decisamente pregevole.

Ok allora si va a Sighisoara... Finalmente entriamo nella zona Dracula!! La cittadella lassú in alto ci accoglie ormai all’imbrunire con la sua imponente torre dell’orologio. Varcato l’immenso portale il tempo si accartoccia e ti trovi nel Medio Evo aspettandoti da un momento all’altro un plotone di arcieri che sbuchi correndo proprio dall’angolo che stai sbirciando per effettuare il cambio della guardia sui muraglioni... E scatta la pelle d’oca... Poi fai 50 passi e sei davanti alla casa dove nacque Vlad Tepes detto Dracula e wow!! Beh in realtá la casa originale brució con tutta la cittá nel 1676 ma la lapide “casa di Vlad Tepes” ti da cmq una stoccata da brivido. Sighisoara intera é un gioiello e se ne puó fare il giro affittando un comodo iPod-guida nella casetta di legno nel centro della piazza del mercato per 20 lei (6 euro +/-) potendosi godere a proprio ritmo la storia di ogni torre e ogni palazzo del centro storico. Alloggiamo al Casa Epoca di fronte alla torre del calzolaio. L’hotel costa solo 50 euro a notte x la matrimoniale ed é minuto, curatissimo e rispettoso dell’atmosfera medievale della cittadella. Ma non solo la cittá é una perla di Medio Evo. Attorno a Sighisoara si possono visitare una serie di chiese fortificate risalenti al 1400/1500 circa. Se ho capito bene agli abitanti sassoni della zona non era permesso costruire castelli per difendersi cosicché aggirarono la legge fortificando le chiese con altissimi e plurimi muri di cinta e mastodontiche torri di guardia che si possono visitare nonostante le condizioni delle scale e dei muri davvero fatiscenti. Lo spettacolo che si ammira dall’alto e il tuffo al passato che si fa risalendo quelle scale di legno cigolanti e polverose e toccando quei muri coperti di ragnatele merita un po’ di rischio (e soffro pure di vertigini io!). Le chiese fortificate piú spettacolari che ho visitato sono quelle dei paesi di Biertan (qua gli ultimi scalini prima della vetta mi son pesati tonnellate), Valchid, Bradeni e Apold ma nella zona a sud di Sighisoara ogni paese ne ha una

  • 3724 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. dritangremi
    , 4/3/2011 23:24
    ho sentito parlare dei <a href="http://www.dentistiinalbania.com/1/dicono_di_noi_1529244.html">dentisti in romania</a>. Mi sapete indicare qualcuno?

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social