Lisbona, Evora, Fatima, Tomar, Batalha, Coimbra..

4 gennaio Si parte con un quarto d’ora di ritardo ma alle 16,00 (15,00 ora locale) atterriamo a Lisbona dopo tre ore circa di volo. Prendiamo il bus e arriviamo rapidamente all’Hotel George V. Niente di particolare, piccolino ma sembra ...

  • di Luna Lecci
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

4 gennaio Si parte con un quarto d’ora di ritardo ma alle 16,00 (15,00 ora locale) atterriamo a Lisbona dopo tre ore circa di volo. Prendiamo il bus e arriviamo rapidamente all’Hotel George V. Niente di particolare, piccolino ma sembra pulitino. E’ abbastanza centrale e dopo un po’ di relax ci si incammina verso il centro.

AVENIDA DA LIBERTADE, un viale alberato fiancheggiato da palazzi stile liberty, marciapiedi con selciato e mosaico, bar e tavolini tipo Via Veneto. Attraversiamo la grande Piazza ROSSIO (ufficialmente Praça San Pedro IV), una delle più antiche piazze con al centro alcune fontane barocche, diamo un’occhiata esterna al Teatro Nazionale, alla Stazione ferroviaria e arriviamo a PRAÇA DO COMERCIO che si affaccia sul “golfo”. Vediamo in lontananza il CRISTO REI eretto nel 1938, copia di quello che si trova a Rio de Janeiro in Brasile, è alto 113 metri (la statua da sola misura 28 metri) e simboleggia il ringraziamento a Dio perché il Portogallo non partecipò alla seconda guerra mondiale; il Tago, il fiume più lungo della penisola iberica; il PONTE 25 APRILE di km. 3,2 e a quattro corsie. Ci addentriamo per le viuzze tutte in salita (Lisbona si estende su 7 colline) per la commercialissima zona BAIXA piena di negozi, passiamo per l’elegante quartiere CHIADO dove si trova la statua del poeta rinascimentale Ribeiro (detto Chiado), facciamo un doveroso pit stop alla celebre caffetteria A Brasileira, salutiamo la statua in bronzo dello scrittore Pessoa e arriviamo al BAIRRO ALTO, uno dei quartieri antichi della città, con strette viuzze e case del Seicento, taverne e ristorantini, insomma un’area piena di localini dove si mangia pesce e carne fresca e si può ascoltare il FADO, la famosa musica cantata da donne e/o uomini con chitarre (sembra di sentire gli stornelli romaneschi o le sceneggiate napoletane)! Dopo un sondaggio tra prezzi (però!) decidiamo per il JA’ DISSE. Tutto sommato non male (euro 36,00 in due) ma... pensavamo meglio. Ripasseggiatina per arrivare in Hotel e spalmarsi sul letto! E’ stato carinissimo prendere gli elèctricos ossia i tram o funicolari che sono vecchissimi ma i loro oltre 120 anni li portano benissimo e l'Elevador S.Justa, un originale e affascinante ascensore urbano (sembrava, in quanto in ferro e in legno ad una piccola Tour Eiffel) che mette in comunicazione la Baixa col Chiado.

5 gennaio Mega ipocalorica colazione in vista del tour per le strade e stradine varie di Lisbona, per vedere un po’ meglio e da vicino quello che ieri avevamo solo visto in lontananza...E quindi il CASTELLO DE SAO JORGE, antica postazione di osservazione, che sorge nel sito dell'acropoli della città antica e domina l'Alfama, il quartiere più anticamente abitato della città, un po' fatiscente e un po' pittoresco e l'unico sopravvissuto al tremendo terremoto del 1755; LA TORRE DI BELEM che serviva come punto d’avvistamento e sorgeva su un isolotto ma che dopo il terremoto si è avvicinata molto alla sponda e da dove Vasco de Gama partì alla conquista dell'impero! E poi il MONASTERO DOS JERONIMOS uno straordinario enorme esempio di architettura manuelina che ospita le memorie dei lisboeti importanti tra cui Vasco de Gama; il nuovissimo e modernissimo quartiere dell’EXPO costruito per l'esposizione mondiale del 1998 il cui tema è stato Gli oceani: un patrimonio per il futuro e dove si trova l’OCEANARIUM uno dei più grandi acquari d'Europa, formato da 5 ambienti marini differenti e popolato da numerose specie di pesci e mammiferi marini); il PONTE VASCO DA GAMA, uno dei più lunghi d’Europa che attraversa l'estuario del Tago per una lunghezza di ben 18 km

  • 14561 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social