Per le strade del Portogallo

Siamo Bruno e Teresa. Per festeggiare il nostro anniversario, quest’anno abbiamo scelto di visitare il Portogallo. La nostra scelta è stata influenzata dai racconti di parenti ed amici che descrivevano questo paese con entusiasmo e nostalgia e, dopo il nostro ...

  • di efis
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Siamo Bruno e Teresa. Per festeggiare il nostro anniversario, quest’anno abbiamo scelto di visitare il Portogallo. La nostra scelta è stata influenzata dai racconti di parenti ed amici che descrivevano questo paese con entusiasmo e nostalgia e, dopo il nostro viaggio, non possiamo che condividere questi sentimenti nei confronti della terra lusitana.

Il nostro è stato un Fly & Drive organizzato raccogliendo tutte le informazioni attraverso internet, varie guide e le recensioni di Turisti per caso anche se alla fine abbiamo acquistato tutto tramite agenzia (il prezzo offerto dalla agenzia per voli, autonoleggio ed alberghi è infatti risultato competitivo rispetto al fai-da-te). Per chi abita a Milano e dintorni, un’altra fonte di informazioni è l’Ente per il Turismo Portoghese che si trova in Corso Italia (noi abbiamo trovato persone molto gentili e disponibili). Infine, il libro “Viaggio in Portogallo” del premio Nobel Josè Saramago fornisce diversi spunti sia con riferimento a mete tradizionali sia con riferimento a località e monumenti al di fuori dei soliti circuiti turistici.

Abbiamo deciso di iniziare il nostro viaggio dalle regioni settentrionali pernottando per quattro notti a Porto che abbiamo utilizzato anche come base per effettuare delle escursioni nelle cittadine circostanti. In seguito ci siamo trasferiti nelle zone centrali dormendo per due notti nella pousada di Ourem. E, infine, siamo arrivati a Lisbona dove abbiamo trascorso gli ultimi giorni del viaggio ed abbiamo lasciato la macchina (dopo aver effettuato un’escursione nella vicina Serra di Sintra).

Considerata la necessità di contenere i costi e la nostra avversione a visitare i posti “di corsa”, abbiamo quindi sacrificato l’Algarve e (a malincuore) l’Alentejo: abbiamo così una scusa per ritornare in un paese che ci ha coinvolto per le sue bellezze e per la disponibilità sincera (e non pelosa) della sua gente, tanto quella di provincia quanto quella di città.

In estrema sintesi, il nostro viaggio può essere riassunto così: GIORNO 1: volo Milano-Lisbona, noleggio della macchina e trasferimento a Porto GIORNO 2: visita di Porto GIORNO 3: Porto – Braga – Viana do Castelo – Porto GIORNO 4: Porto – Guimaraes – Solar de Mateus (Vila Real) – Porto GIORNO 5: Porto – Aveiro – Coimbra – Ourem (con visita notturna del Santuario di Fatima) GIORNO 6: Ourem – Tomar – Almourol – Batalha – Ourem GIORNO 7: Ourem – Alcobaca – Nazarè – Obidos – Lisbona GIORNO 8: Lisbona – Sintra – Cabo de Roca – Cascais – Lisbona GIORNO 9: visita di Lisbona GIORNO 10: visita di Lisbona GIORNO 11: visita di Lisbona GIORNO 12: ultime passeggiate a Lisbona e poi volo Lisbona-Milano

GIORNO 1: viaggio Milano-Lisbona e trasferimento a Porto Nonostante la decisione di iniziare il viaggio da Nord, abbiamo scelto un volo TAP A/R su Lisbona in quanto l’arrivo diretto all’aeroporto di Porto implicava comunque uno scalo a Lisbona col rischio concreto di perdere la coincidenza in caso di ritardo del volo Milano-Lisbona (ritardo puntualmente verificatosi) e sottoponeva Teresa (poco amante del volo) allo stress di due voli nello stesso giorno. Noi abbiamo acquistato voli TAP perché l’Agenzia vendeva questi voli in un vantaggioso pacchetto che abbinava ai voli anche il pernottamento in albergo a Porto. Una valida alternativa alla TAP è rappresentata da EasyJet che consente grossi risparmi specie per chi acquista il biglietto molto prima del viaggio.

Arrivati in aeroporto (l’orario previsto di arrivo erano le 14:15, quello effettivo le 15:15), ritiriamo la macchina noleggiata anch’essa tramite agenzia. Il desk della nostra società di autonoleggio (la locale Auto Jardim) ha il pregio non trascurabile di essere uno dei pochi per i quali non occorre far fila: considerata la serietà e la professionalità dimostrata dagli addetti dell’Auto Jardim, consigliamo questa società a chi si appresta a noleggiare una macchina in Portogallo. Ci viene consegnata una Renault Clio quattro porte nuova di zecca (solo 1.400 Km percorsi) con A/C e radio con lettore CD al prezzo di Euro 229 per sette giorni (paghiamo un centinaio di Euro aggiuntivi per ottenere l’azzeramento di tutte le franchigie per furto e incidente, per stipulare un’assicurazione infortuni e per le canoniche tasse locali)

  • 6691 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social