Settimana corta a Parigi

Giro turistico per la capitale francese

  • di jack_GS
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 
Annunci Google

Dicono che Parigi sia una città cara, beh, se si ha un pò di spirito di adattamento e soprattutto se si ha un'età inferiore ai 26 anni e si abita in uno stato della Comunità Europea, si può risparmiare parecchio.

Per queste vacanze di inizio anno abbiamo optato per Parigi soprattutto per il fatto che potevamo visitare la maggior parte dei minumenti gratis perchè non abbiamo ancora 26 anni.

Partiamo mercoledì 04 gennaio da Venezia con volo Easyjet alle 09.50 ed arriviamo a Parigi Orly (terminal Sud) alle 11.40. Abbiamo scelto di non viaggiare con Ryanair perchè l'aereoporto Beauvais è parecchio lontano dal centro città ed invece l'aeroporto di Orly è appena a 14 km. Il volo a/r è costato 75,98 euro a testa con solo bagaglio a mano (56x45x25). Dal terminal Sud prendiamo l'Orlybus che ci porta alla stazione della metro Denfert-Rochereau per 7 euro a testa per viaggio singolo. Avevamo letto che si poteva fare già all'aeroporto l'abbonamento per la metro ma che molte volte si rifiutano di farlo e così è stato quindi arrivati a Denfert-Rochereau abbiamo fatto un abbonamento settimanale Navigo Decouvert (è quello per i turisti perchè i residenti possono fare un Pass Navigo normale mentre noi abbiamo dovuto comprare una tessera dove bisogna applicare una fototessera 2,5x3 cm al costo di 5 euro più l'abbonamento settimanale a 30,25 euro valido per le zone 1-4 per poter tornare all'aeroporto ed andare a Versailles) che ci permette di viaggiare negli autobus, nella Rer e nella metro. E' da ricordare che l'abbonamento settimanale si può fare solo fino al mercoledì sera ed è valido fino alla domenica della settimana corrente.

Per il pernottamento abbiamo cercato in internet un hotel vicino a dove si fermava l'Orlybus ed alla fine la scelta è ricaduta su Les Jardin d'Alesià, un piccolo hotel a 2 stelle vicino alla fermata della metro Alesia della linea 4. Se non si hanno grandi pretese questo hotel va benissimo, certo, non è molto rifinito nei particolari ma per dormire e basta è perfetto. Si può prenotare direttamente dal sito ed usufruire della tariffa internet a 60 euro a camera doppia a notte altrimenti il prezzo può arrivare fino a 130 per la tariffa normale. La colazione si paga a parte ed è a 6 euro a testa. L'hotel offre pure la connessione Wi-fi gratuita.

Arrivati, lasciamo le valigie e ci prepariamo per uscire. Prima di tutto decidiamo di andare alla cattedrale di Notre Dame. Dopo una lunghissima attesa saliamo sulle torri di Notre Dame per vedere il panorama e per ammirare da vicino i famosi Gargoiles.

Il tempo non è certamente dei migliori, c'è molto vento ed inizia a piovere e dopo aver mangiato una classica baguette farcita decidiamo di andare a vedere il tramonto dalla Basilique du Sacrè Coeur. Saliamo con la funicolare (tanto abbiamo la Navigo e vale anche per questa). Facciamo qualche foto e guardiamo un artista di strada cantare qualche canzone italiana dalla scalinata della basilica, poi un giretto tra le ultime bancarelle natalizie rimaste.

Guardando le previsioni meteorologiche sapevamo che il giorno dopo il tempo sarebbe peggiorato quindi abbiamo deciso di andare a visitare il Louvre. Ovviamente bisogna decidere cosa vedere perchè il museo è enorme e ci sono moltissimi turisti, infatti la coda che si forma all'entrata sembra non finire mai.

Poi ci incamminiamo per gli Champs Elysèes attraversando i Jardin des Tuileries. Dopo essere entrati da Louis Vuitton (mah, qui son tutti ricchi? Perchè ci sono un sacco di persone che comprano e girovagando per strada moltissime donne hanno una borsa Louis Vuitton!)

Annunci Google
  • 5158 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social