Viaggio (in moto) ai confini del mondo

Danimarca, Norvegia, Finlandia e Svezia... full immersion nella natura più vera e autentica alla scoperta di paesaggi unici e indimenticabili

  • di Rotty
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: due
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Diario di Viaggio NORDKAPP – 6/30 AGOSTO 2011

Diego, Lara & la mitica compagna di viaggio BMW K1200GT

1° giorno – Milano, 6 agosto

ITALIA- SVIZZERA - GERMANIA

Sveglia di buon’ora per metterci in marcia il prima possibile. Oggi attraverseremo ben 3 nazioni: Italia, Svizzera e Germania.

Dopo averlo tanto sognato, atteso e programmato, eccoci finalmente pronti per IL VIAGGIO verso Capo Nord.

Il caldo e l’inevitabile coda sulla CO-Chiasso ci accompagnano nel primo tratto di strada ma non appena varchiamo il confine ed entriamo in terra helvetica, tutto ci appare immediatamente migliore, ordinato, diverso. Ci sentiamo già meglio ma … 4€ ca per un imbevibile caffè in autogrill anche no! Ecco rotta la poesia …

E’ invece la pioggia a segnare la traversata di tutta la Germania e alle ore 01.00 ca, arriviamo provati al Best Western di Goettingen, primo stop puramente tecnico.

L’hotel è comodo, non eccessivamente costoso (55€ la doppia senza colazione) e di buon livello.

I primi 800km se ne sono andati e siamo fieri di noi! Domani affronteremo la prossima tappa: la Danimarca.

2° giorno – Hirtshals, 7 agosto

GERMANIA-DANIMARCA

Dopo colazione in hotel, montiamo in sella per percorrere altrettanti 800 km ca che scorreranno via lisci come l’olio grazie al bel panorama che ci accompagnerà.

In serata arriviamo a Hirtshals, ultimo avamposto prima della tanto attesa Norvegia.

Hirtshals è un piccolo paese di mare, dall’aria melanconica e un po’ struggente ma tutto sommato affascinante. Pochissime persone in giro, probabilmente data anche l’ora.

Ci sistemiamo al nostro motel, il Nordsoenn, dove troviamo ad accoglierci una lunga fila di moto e andiamo velocemente a cena allo Skaga Restaurant (l’ultimo ancora aperto); è il ristorante dell’omonimo hotel, dal gusto un po’ retrò ma con una bella vista sul porto.

Dopo la “cena con vista” rientriamo al nostro motel che consigliamo molto, comodissimo, carino, pulito e accogliente, immerso nel verde. Non ci costerà pochissimo (93€ la camera doppia con colazione).

3° giorno – Jorpeland, 8 agosto

DANIMARCA- NORVEGIA

Al nostro risveglio la camera è invasa dalla luce del sole!

Andiamo a fare colazione, circondati per lo più da italiani e motociclisti.

Carichiamo tutti bagagli sulla nostra BMW e ci dirigiamo al porto dove prenderemo la nave della Fjordline che ci condurrà a Kristiansand, Norvegia (3h ca di navigazione).

Fissiamo ovviamente il meglio possibile la moto, grazie all’ausilio delle corde, cinghie e ganci forniti dallo staff della nave anche perché ci viene detto che il mare è grosso …

Decidiamo a questo punto di impasticcarci per il mal di mare (anche se entrambi non ne soffriamo) per evitare di rovinarci la traversata e una volta saliti a bordo realizziamo di aver fatto una scelta saggia.

Dopo un viaggio un po’ turbolento finalmente arriviamo in terra norvegese e per noi si apre un mondo fantastico! Un set cinematografico dove la Natura è regina indiscussa.

Ci troviamo ancora una volta in silenzio e in ammirazione di ciò che ci circonda e cominciamo ad abituarci davvero a tutta questa pace, tranquillità, ordine, regolarità … perfezione.

Kristiansand è la capitale del Sorland, la regione sud della Norvegia ma non abbiamo tempo per fermarci quindi proseguiamo sulla mitica E39, strada panoramica tra le più belle e arriviamo al primo traghetto di una lunga serie che ci condurrà come per incanto nella terra dei fiordi.

Arriviamo così a Jorpeland, dove si trova il mitico Preikestolen, il più famoso belvedere di tutta la Scandinavia, 597 mt a picco sul mare, un posto che non dimenticheremo mai più!

Il tempo ora non è dei migliori e troviamo a fatica il nostro ostello dove trascorreremo fortunatamente due notti. La vista che si apre davanti ai nostri occhi quando raggiungiamo il Preikestolen Fjellstue Mountain Lodge è indescrivibile a parole … è davvero un posto strepitoso, una vista unica, sembra il paradiso!

La struttura che ci ospita e che vanta nello stesso comprensorio sia un piccolo ostello sia un hotel di lusso (che noi non possiamo permetterci), si affaccia su un bellissimo fiordo ed è incastonata in un panorama da cartolina.

Facciamo il check-in e siamo pronti per la nostra camera mignon (la nr 16) che a fatica riesce a tenere 1 persona … e che offre semplicemente un letto a castello, una finestrella e un lavandino per lilliputsiani. Noi dobbiamo quasi alternarci per poterci entrare.

Poiché l’ora è tarda e siamo distrutti dalla fame e dalla stanchezza, non possiamo che cenare al ristorante del complesso. Non abbiamo nessuna voglia di avventurarci in paese anche perché temiamo sia ormai tutto chiuso

  • 18675 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social