Interrail con le ali tra le capitali del Nord Europa

Da ragazzo sognavo di acquistare un biglietto interrail per poter girare per l’Europa, però i soldini erano pochi ed allora il sogno è rimasto nel cassetto. Quest’anno ho rispolverato questo sogno e, quando sembrava che con il vaccino ormai fossimo fuori dalla pandemia, ho prenotato i voli per le capitali del Nord Europa. La scelta è...
 
Partenza il: 30/07/2021
Ritorno il: 12/08/2021
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Un viaggio con tre giorni in media per ogni capitale, con la permanenza in ogni città influenzata dalle tariffe che si riuscivano a trovare cambiando data nei voli aerei.

In questo modo i voli hanno rappresentato la parte meno rilevante del budget. Ovviamente per ottenere questo risultato occorre utilizzare le Compagnie low cost, prenotare con largo anticipo, individuare la data e l’orario più conveniente e mettere in conto il rischio di dover perdere tutto in caso di annullamento del viaggio.

Anche per gli hotel si risparmia non poco scegliendo l’opzione non rimborsabile, con lo stesso rischio dei voli in caso di annullamento del viaggio.

Per visitare queste città (decisamente care) contenendo il budget senza calare nel comfort, occorre pianificare attentamente il viaggio. A tal fine fornisco una serie di informazioni pratiche per chi avesse intenzione di fare una cosa simile.

Budget complessivo per voli, alberghi, ristoranti, spostamenti, ingressi, ecc. poco meno di 1.600 euro a persona (3.200 in totale). Volendo si può spendere di meno abbassando il livello del confort (hotel non centrali, ostelli, pranzi da McDonald’s o similari, trasferimenti solo con mezzi urbani), ma vi assicuro che è molto più facile sforare questo budget.

Consiglio di portare pochissimi contanti, solo Dublino ha come valuta l’Euro e cambiare danaro in ogni paese sarebbe una follia tenuto conto che con la carta di credito si paga davvero tutto. Io ho usato la postepay e non ho avuto alcuna difficoltà in tutto il viaggio.

Da Copenaghen in poi memorizzare i nomi delle attrazioni e delle fermate diventa un’impresa quasi impossibile per cui chiedo in anticipo scusa se qualche volte potrò commettere degli errori di scrittura.

VOLI

Ho usato Ryanair e Norwegian e pur avendo fatto oltre la meta di tutti i voli della mia vita con Ryanair devo ammettere che Norwegian è decisamente più comoda. Per cui, nelle città servite da Norwegian consiglio di prenotare con loro. Io ho utilizzato Ryanair da Bergamo a Dublino, da Dublino a Copenaghen, da Oslo Torp a Varsavia Modlin e da Varsavia Modlin a Bergamo, mentre Norwegian da Copenaghen a Stoccolma e da Stoccolma ad Oslo.

Perché Norwegian e non Ryanair? Principalmente per l’aeroporto utilizzato, Norwegian vola sugli aeroporti principali, mentre Ryanair in quelli che spesso sono ubicati “in culonia”. Per cui un conto è arrivare in centro con il treno in 20 minuti un altro è doverlo fare con un autobus in un’ora e mezza, traffico permettendo. La variabile traffico è più importante a Varsavia dove al ritorno siamo rimasti imbottigliati nella zona centrale e per uscire dalla città abbiamo impiegato un tempo decisamente alto. Con gli aeroporti distanti dal centro sei costretto a partire con molto anticipo non potendo prevedere eventuali intasamenti del traffico e quindi una parte importante della vacanza viene sprecata negli spostamenti. Aggiungendo che i costi dei trasferimenti sono molto più esosi, che gli aeroporti principali hanno molti più servizi per ingannare l’attesa, hanno una varietà di esercizi per potersi rifocillare ed hanno un numero maggiore di posti dove sedersi in attesa del volo, si deve concludere che l’utilizzo di aeroporti particolarmente distanti dal centro come quello di Torp vanno assolutamente ponderati.

Altro motivo che mi fa prediligere Norwegian è relativo al fatto che gli assistenti Ryanair per tutto il volo continuano a propinarti bibite, profumi, gratta e vinci disturbando non poco il possibile riposo in aereo. Di contro su Norwegian passano solo se vengono chiamati.

Come poi non segnalare che il volo da Torp per Bergamo è stato improvvisamente cancellato da Ryanair (in realtà non hanno cancellato solo quello prenotato da me, ma tutti quelli previsti su questa tratta per il mese di agosto) ed ho dovuto penare non poco (tralasciando i tempi di attesa biblici per parlare con un operatore) per essere riprotetto sulla tratta Torp Varsavia e Varsavia Bergamo. Alla fine Ryanair mi ha riprotetto sulla nuova tratta, ma non c’è stato verso di ottenere la sosta a Varsavia di due giorni, nonostante fossero a mio carico tutte le spese di vitto ed alloggio. Per cui una notte a Varsavia a mio carico ed il giorno dopo ripartenza per Bergamo.

Per risparmiare ulteriormente per ogni volo ho fatto due biglietti, uno con un bagaglio da stiva e l’altro con il solo bagaglio a mano.

Il bagaglio da stiva diventa indispensabile in quanto, nonostante il mese di agosto, le temperature possono essere abbastanza rigide (nel nostro caso soprattutto a Dublino) e qualche indumento un po’ più pesante va assolutamente portato, insieme a quelli estivi perché a Copenaghen e Stoccolma ha fatto abbastanza caldo.

CARD SI – CARD NO?

Uno dei problemi che ci si pone prima di organizzare un viaggio è se siano convenienti o meno le card che danno libero accesso ai trasporti ed alla quasi totalità delle attrazioni turistiche di una città. Non c’è una risposta univoca a questo quesito. Bisogna fare due conti rispetto alle attrazioni che avete in mente di vedere. Io ho acquistato le travelcard per i trasporti, mentre le card complessive ho deciso di non comprarle, per quello che volevo vedere io non convenivano. Con le card il rischio è che si vada a vedere anche attrazioni non particolarmente interessanti per i propri gusti (tanto sono già pagate) e quindi si preveda un’eccessiva quantità di posti da visitare a scapito della qualità della singola visita. Solo per avere un’idea a Stoccolma la card per un giorno costa una sessantina di euro, 87 euro per due giorni e 107 euro per tre, comunque le tariffe variano e per avere quelle aggiornate rimando al link https://gocity.com/stockholm/it-us/products/all-inclusive/pricing.

In conclusione, con la calcolatrice alla mano, si fa la somma del costo delle attrazioni da visitare e dei trasporti da utilizzare e poi si decide se può essere conveniente o no acquistare la card.

DUBLINO

Trasporti

Le principali attrazioni si raggiungono tranquillamente a piedi se l’hotel è ubicato in zona centrale per cui non ho fatto alcun biglietto per i trasporti urbani.

Guarda la gallery
cultura-1ye4g

copenaghen Nyhavn

cultura-tnb7w

oslo aker brigge zone

cultura-4xf1f

irlanda rock of cashel

cultura-6jfcw

dublino trinity college

cultura-tcm4p

copenaghen sirenetta

cultura-ebhke

dublino Memorial Oscar Wilde

cultura-xm26j

dublino half penny bridge

cultura-3a13h

stoccolma stortorget

cultura-masys

Copenaghen rosenborg castle

cultura-7yxnm

Varsavia Rynek Stare Miasto

cultura-fdysa

varsavia palazzo della cultura

cultura-79tft

Varsavia Barbacane

cultura-z1j5f

stoccolma vista dal municipio

cultura-verwg

stoccolma Sergels torg

cultura-m8ydn

stoccolma Drottningholm Palace and garden

cultura-nufkg

oslo fortezza di Akershus

cultura-6dsg9

oslo ekebergparken panorama)

cultura-zak5z

oslo Operahuset



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Copenaghen
    Diari di viaggio
    ma che bella la danimarca

    Ma che bella la Danimarca

    Partiamo verso fine luglio da Milano alla volta della Danimarca. Siamo in camper e per motivi logistici passiamo dalla bassa Valtellina,...

    Diari di viaggio
    il viaggio dei viaggi: fino al circolo polare in auto

    Il viaggio dei viaggi: fino al circolo polare in auto

    Il primo grande viaggio, il viaggio dei viaggi, da Parma a Napapijri.Amici dell’asfalto vi racconto una esperienza indimenticabile....

    Diari di viaggio
    interrail con le ali tra le capitali del nord europa

    Interrail con le ali tra le capitali del Nord Europa

    Un viaggio con tre giorni in media per ogni capitale, con la permanenza in ogni città influenzata dalle tariffe che si riuscivano a...

    Diari di viaggio
    un weekend a copenhagen

    Un weekend a Copenhagen

    DIARIO DI VIAGGIO: Giorno 1: in occasione del nostro anniversario di matrimonio, decidiamo di organizzare un weekend in Europa. La nostra...

    Diari di viaggio
    le tre capitali del nord: oslo, stoccolma e copenaghen

    Le tre capitali del nord: Oslo, Stoccolma e Copenaghen

    Un viaggio alla scoperta delle capitali scandinave: la verde Oslo incuneata tra i fiordi; le architetture della regale Stoccolma con...

    Diari di viaggio
    copenhagen, la città più felice del mondo

    Copenhagen, la città più felice del mondo

    Copenhagen è sempre stata nei nostri pensieri come città da visitare per chiudere (o quasi) la lista di Paesi del Nord Europa in cui...

    Diari di viaggio
    danimarca on the road con bimbo al seguito

    Danimarca on the road con bimbo al seguito

    Itinerario: Copenaghen, Helsingor (Castello Kronborg), Alla ricerca dei Giganti (Vallensbaek, Ishoj e Hoje Taastrup), Roskilde, Odense...

    Diari di viaggio
    weekend in danimarca: copenaghen

    Weekend in Danimarca: Copenaghen

    Partenza: Mercoledì 17 Aprile Ritorno: Domenica 21 Aprile Durata: 4 notti Partecipanti: 3 Costo a testa: meno di 500€Visitiamo...

    Diari di viaggio
    a zonzo per copenaghen 2

    A zonzo per Copenaghen 2

    La scelta di trascorrere le vacanze estive a Copenaghen è capitata un po’ per eliminazione. Mettere d’accordo cinque viaggiatrici non...

    Diari di viaggio
    on the road a casa dei vichinghi

    On the road a casa dei vichinghi

    l’agenzia AVIS. Il volo Ryanair FR9634 delle ore 20:25 partirà con quasi un’ora di ritardo a causa del maltempo che ha imperversato su...

    Video Itinerari