Una vacanza tra i fiordi

Una vacanza tra i fiordi Ci presentiamo:noi siamo 2 coppie con 2 bambine di 5 e 11 anni e siamo di Prato. Come ogni anno abbiamo scelto una meta diversa per le nostre vacanze: quest’anno abbiamo optato per la Norvegia. ...

  • di amicidiciofega
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
 

Una vacanza tra i fiordi

Ci presentiamo:noi siamo 2 coppie con 2 bambine di 5 e 11 anni e siamo di Prato. Come ogni anno abbiamo scelto una meta diversa per le nostre vacanze: quest’anno abbiamo optato per la Norvegia. Siamo partiti il 9 agosto e rientrati in Italia il 21 . Giulia di 11 anni ha tenuto un breve diario della vacanza che noi abbiamo arricchito con delle indicazioni pratiche che pensiamo possono essere utili a chi come noi si apprestasse a fare una simile esperienza, pertanto questo racconto è frutto da un lato delle sensazioni e delle impressioni sui luoghi visitati avvertiti da Giulia e dall’altro delle informazioni e opinioni della restante parte del gruppo.

Il nostro viaggio inizia con una sveglia molto prima dell’alba alle 2.00 del mattino visto che il pullman Terravision che cura il servizio di collegamento tra Firenze Santa Maria Novella e Pisa aeroporto parte alle ore 3.35 dalla stazione centrale di Firenze Il pullman parte con circa dieci minuti di ritardo arriviamo a Pisa aeroporto nei limiti di tempo necessari per il check-in ; il volo Ryanair per Oslo Torp parte alle ore 6.15 e alle ore 8.45, con 15 minuti di anticipo, sbarchiamo sul suolo norvegese.

Ci apprestiamo subito a presentarci allo sportello dell’autonoleggio per il ritiro del pulmino nove posti prenotato dall’Italia e prendiamo subito atto della puntualità dei norvegesi: il veicolo non è ancora disponibile perchè siamo in anticipo di circa mezz’ora sull’orario indicato nel voucher; alle 10.00 in punto ci viene consegnato il mezzo, prendiamo possesso del nostro nuovo compagno di viaggio, azzeriamo il contachilometri e partiamo alla scoperta della Norvegia.

La nostra prima tappa è un camping nei pressi di Stavanger Per arrivarci abbiamo visitato i villaggi di Risor e Farsund da dove ha inizio la strada del mare del Nord la quale, in particolare nel primo tratto da Farsund a Egersund e’ stata molto tortuosa per poi fortunatamente addolcirsi nel tratto finale, meno male chealmeno siamo stati compensati da un panorama niente male impreziosito da bellissime case curate nei particolari. Finalmente alle 22.00 arriviamo al camping. Consigliati anche da amici nonchè documentandosi su internet (sono state utilissimi i racconti letti su turisti per caso) abbiamo scelto di pernottare in quelli che i norvegesi chiamano “Hytter” in realtà si tratta di piccole case in legno simili a dei bungalow collocati per lo più all’interno dei campeggi dotati a seconda della categoria di ogni confort. Noi abbiamo pernottato in hytter da 3 /4 stelle con due camere per un totale di 6 posti letto + cucina attrezzata e bagno. Per un itinerario in auto alla scoperta della Norvegia credo sia la sistemazione migliore in quanto l’offerta alberghiera e di ristorazione nei piccoli centri lungo i fiordi è particolarmente scarsa inoltre questa sistemazione offre la possibilità di abbattere notevolmente i costi del viaggio visto che un Hytter a 4 stelle per 6 persone costa circa 100/110 euro. Vi consigliamo di portare le lenzuola e asciugamani sebbene possano anche essere sempre affittati . Noi avevamo contattato l’ente per il turismo norvegese in Italia che ha sede a Milano che ci ha fornito del materiale utile per la pianificazione del viaggio: spunti per l’itinerario da seguire , sulle sistemazione e soprattutto sugli orari dei traghetti. L’utilizzo del traghetto per spostarsi è frequentissimo. Sono puntualissimi i percorsi sono spesso anche molto brevi (10/15 min) ma è bene documentarsi sugli orari perchè alcune tratte sono molto frequenti altre meno e visto che i tempi di percorrenza da un luogo all’altro sono molto lunghi sia a causa delle strade tortuose e dei limiti di velocità particolarmente severi nel pianificare gli itinerari giornalieri è necessario tenerne conto

  • 2708 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico