La mia Grande Mela

riassunto very very personal di una settimana da sogno nella città che non dorme mai...New York!

  • di saramarce1979
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Il primo impatto con la Grande Mela ce l’abbiamo già dall’alto: atterraggio al JFK alle 21.30, ad accoglierci una miriade sconfinata di luci e la punta verde dell’Empire State Building. Il viaggio è stato devastante, 8 ore di ritardo nella partenza, e 10 ore e mezzo la durata del volo con annessa perturbazione sopra la Groenlandia che è durata un pò, ma tutto sommato la Delta ci ha trattati bene: sedili in pelle abbastanza comodi, un televisore a persona a disposizione e spuntini a più non posso (oltre al pranzo completo in aeroporto, visto il ritardo ingiustificato!...da considerare che altre compagnie aeree, tipo Alitalia, ahimè!, in aeroporto hanno offerto solo un trancio di pizza da Spizzico...).

Stavo dicendo, all’arrivo al JFK, espletate le procedure d’immigrazione, che in definitiva sono state piuttosto veloci (lettura dell’iride, scannerizzazione delle impronte digitali, qualche domanda tipo che lavoro fai in Italia, cosa sei venuta a fare a New York, ecc...), dobbiamo raggiungere il nostro albergo; un tizio ci propone lo shuttle, che per due persone sarebbe stato conveniente (19 $) ma optiamo per il taxi perchè abbiamo fretta di andare a riposare dopo 24 ore di veglia non stop (costo compresa mancia 55 $, ma taxista molto soddisfatto per la mancia). Saliamo sullo jellow cab e in circa mezz’ora siamo sulla W 58 street, all’Hudson Hotel: bellissimo! Accoglienza ok e via su in camera! Purtroppo siamo solo al 5° piano, e c’è sempre un pò di rumore perchè fuori ci sono i motori credo dei condizionatori, però la camera è carina, un pò piccola, ma lo sapevamo, e soprattutto pulita. Ogni angolo dell’albergo è design puro, ogni cosa ha la firma di Philip Stark, e c’è una terrazza a livello della Hall dove tutte le sere servono l’aperitivo: non l’abbiamo mai fatto, ma dev’essere veramente carino!

1° giorno

Andiamo in esplorazione dell’Upper West Side, cioè la parte a ovest della 5° strada, che comprende anche la zona del nostro albergo e naturalmente Central Park! Il tempo ce lo permette, c’è il sole, ma tira vento, quindi la temperatura è un pò bassa. Decidiamo di non fare la tessera della metro, ma di andare a piedi, e non abbiamo sbagliato, perchè è così che si vede cosa è NY: una commistione, però ben delimitata tra le varie zone, di stili, di razze, di lingue, di architetture...un meltin’ pot! In relativamente poco spazio c’è veramente di tutto: dal lusso più sfrenato alla miseria totale dei senza tetto che riescono a dormire ininterottamente per giorni sui marciapiedi; dalla signora con tacco 12 fin dalle 8 del mattino e senza calze con un freddo boia, ai topi che ti passano fra i piedi in Park Avenue (credetemi, mi è successo!!!orrore!!!).

Abbiamo costeggiato Central Park sul lato ovest, incontrando edifici storici come il Dakota Building (davanti al quale è stato assassinato John Lennon e dove tuttora abita Yoko Ono), Sanremo building, Beresford, Eldorado, fino all’American Museum of Natural History (dove hanno girato Una notte al museo) e dove si può entrare per fotografare nella hall gli scheletri dei dinosauri.

Dopodichè siamo svoltati dentro al parco: una meraviglia della natura! C’è una pace indescrivibile se si pensa che lì vicino, nella Midtown, il traffico di persone e macchine è intenso ad ogni ora del giorno e della notte. Abbiamo visitato la statua di Alice nel paese delle meraviglie, quella di Hans Christian Andersen con il Brutto Anatroccolo, The Lake con il famosissimo ponte in ferro (Bow Bridge) e il giardino a forma di lacrima voluto da Yoko Ono, proprio di fronte ai Dakota Apartments, chiamato Strawberry Fields. E proprio lì vicino c’è anche un mosaico per terra con la scritta Imagine che dice sia stato donato dalla città di Napoli come tributo a John Lennon

  • 14856 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social