New York, love at first sight… o quasi

Una settimana alla scoperta della città che non dorme mai
Partenza il: 27/04/2013
Ritorno il: 04/05/2013
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

si riempie di tifosi che giungono in massa per incitare la squadra di casa, mangiando hot-dog e bevendo birra ghiacciata. Ci sono poi un sacco di negozi che vendono merchandising di ogni tipo, si trovano pure i perizomi brandizzati Yankees! Anche in questo gli americani sono imbattibili! Sedersi sugli spalti e trovarsi il fronte il campo e’emozionante! Avevamo acquistato i biglietti prima di partire per assicurarci dei buoni posti e devo dire che al visibilità e’ ottima Iwww.ticketmaster.com al costo di $ 100 l’uno) Anche lo stadio, da sempre, e’ stato una location molto gettonata nei film, ed ora esserci di persona mi fa un certo effetto. Sono sincera, l’entusiasmo si spegne mano a mano che procede il gioco, pensavo fosse più semplice invece nonostante le continue spiegazioni non ci capisco nulla. Ci tenevo a veder una partita degli Yankees perché’ ritengo sia cmq un esperienza, ma mi permetto di dire che per chi come me non è’ appassionato di questo sport, 3 ore e passa di gioco sono alla lunga…una palla! Finita la partita (per dovere di cronaca informo che gli Yankees hanno perso) ci dirigiamo ancora a Times Square, essendo venerdì sera in giro c’è’ più’ gente del solito….immaginatevi quindi che bolgia infernale!

Sabato 04 Maggio 2013

È’ giunto sabato e la vacanza, ahimè’ e’ giunta al termine. Ho la sensazione di avere ancora un milione di cose da fare e da vedere e in parte e’ così ma questo e’ il bello e il brutto di New York, una città’ in continua evoluzione ad un ritmo difficile da seguire. Ci rechiamo da Essen per la nostra ultima American Breakfast. Percorrendo poi a piedi la Broadway raggiungiamo Union Square, una piazza costeggiata da bancarelle che vendono prevalentemente fiori e altri prodotti ortofrutticoli. Dedichiamo la mattina a girovagare per la questa zona. Alle 13 puntualissimo il nostro taxi, prenotato tramite l’Hotel, ci viene a prelevare per portarci in aeroporto. Il costo e’ sempre di $ 65.

Commenti generali: New York e’ sicuramente un posto unico al mondo, ci sarebbero voluti ancora 2/3 giorni per riuscire a fare le ultime cose che avevamo in mente o anche solo per girovagare senza metà per le zone più tranquille come Williamsburg o il Village e assaporarne appieno l’atmosfera. Quello che mi è’ piaciuto meno sono state alla fine le cose più conosciute e decantate, come ad esempio, la famosa 5th Strada, che non ha nulla di speciale. Resta il fatto, e credo che, chi ha visitato la città’ mi possa dare ragione, che NY non è’ una città immediata, non è’ una città per tutti, mi e’ servito un po’ di tempo per metabolizzare tutto quello che ho visto ma ora, a distanza di mesi, non vedo l’ora di farci ritorno!

Guarda la gallery
Grand Central Station

Grand Central Station

Rockfeller Center

Rockfeller Center

High Line

High Line

New York by night

New York by night

Hot Dog

Hot Dog

Cyclone

Cyclone

Dumbo

Dumbo

Lava vetri

Lava vetri

Ground Zero

Ground Zero

Central Park

Central Park

MOMA

MOMA

Freedom Tower

Freedom Tower

Scoiattolino di Madison Square Park

Scoiattolino di Madison Square Park

Columbus Avenue

Columbus Avenue

Harlem

Harlem

Grand Central Station

Grand Central Station

Eataly

Eataly

Yellow Cab

Yellow Cab

Times Square

Times Square

Il cielo di New York

Il cielo di New York

Central Park

Central Park

Empire State Building

Empire State Building

Yankees Stadium

Yankees Stadium



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
I viaggi di Gloria - Itinerario tra le bellezze di Lucca, Siena e Firenze

I viaggi di Gloria – Itinerario tra le bellezze di Lucca, Siena e Firenze

Giorno 1 - Lucca Ed eccoci nuovamente in giro! Dopo due anni di sofferenze e rinunce...

In viaggio nella

In viaggio nella “cara” Svizzera

In viaggio nella “cara” Svizzera, by Luca, Sabrina e Leonardo Venerdì 13...

Finlandia on the road

Finlandia on the road

Leggi i Diari di viaggio su Central Park
Diari di viaggio
New York: la Grande Mela dove è sempre bello ritornare

New York: la Grande Mela dove è sempre bello ritornare

in città come NYC Subway e Citymapper ma abbiamo usato soprattutto Google maps. Utili le già citate Tkts per biglietti scontati dei...

Diari di viaggio
New York con bambini al seguito: consigli di viaggio

New York con bambini al seguito: consigli di viaggio

New York City è una meta ideale da vivere con i bambini. Offre mille possibilità in ogni stagione. Il divertimento e la crescita...

Diari di viaggio
New York low cost

New York low cost

Parlare di low cost a proposito di New York sembra un paradosso, in realtà se si prenota il viaggio con grande anticipo e ci si sa...

Diari di viaggio
New York a Natale

New York a Natale

NEW YORK NEW YORK Decidiamo con mia moglie di tornare di nuovo negli Stati Uniti dopo aver visitato la California. Tocca alla metropoli...

Diari di viaggio
Da New York a Cancun

Da New York a Cancun

Ciao a tutti! Leggo sempre i diari, ma questa è la prima volta che scrivo e che organizziamo un viaggio per intero da soli… senza aiuto...

Diari di viaggio
New York con lentezza

New York con lentezza

New York con lentezza Da molto tempo desideravo visitare New York, ma con i miei ritmi: mi piace prendermela comoda, alzarmi ad un’ora...

Diari di viaggio
New York, love at first sight... o quasi

New York, love at first sight… o quasi

si riempie di tifosi che giungono in massa per incitare la squadra di casa, mangiando hot-dog e bevendo birra ghiacciata. Ci sono poi un...

Diari di viaggio
Nove giorni a New York 2

Nove giorni a New York 2

April 2013 – DIARIO DI VIAGGIO A NEW YORK - by Patrizia Decidemmo di andare per la seconda volta a NY una domenica di agosto. Eravamo...

Diari di viaggio
Spring in New York

Spring in New York

Dal momento che ho trovato molto utili le recensioni degli altri utenti per pianificare la vacanza lascio traccia della nostra...

Diari di viaggio
La mia Grande Mela 2

La mia Grande Mela 2

Basta poco per trovarsi in Russia, Africa, Cina. Sensazioni ed emozioni in una meta dai tanti stereotipi che però ti lasciano sempre e...