Birmania, il paese del sorriso e del silenzio

VIAGGIO BIRMANIA 5 agosto 20 agosto 2007 Questo viaggio è stato nel cassetto da diversi anni, per delle difficoltà varie solo quest’anno con estremo piacere siamo riusciti ad effettuarlo. E’ stato come al solito programmato ed organizzato tutto su internet. ...

  • di MIRELLA
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

VIAGGIO BIRMANIA 5 agosto 20 agosto 2007 Questo viaggio è stato nel cassetto da diversi anni, per delle difficoltà varie solo quest’anno con estremo piacere siamo riusciti ad effettuarlo. E’ stato come al solito programmato ed organizzato tutto su internet. Dopo estenuanti ricerche, letture, partecipazioni diverse sui vari forum di viaggio ( viaggiatori.Net turisti per caso markos.It e molti altri ) numerose corrispondenze via mail con chi ha effettuato questo viaggio prima di noi ( Sabrina, Fabio, Antonino,) la nostra scelta si è fermata per quanto riguarda la Birmania alla YANGON TOUR Abbiamo contattato Min Swe che da subito si è dimostrato molto preparato e soprattutto molto disponibile, addirittura ci siamo incontrati a Roma durante un suo viaggio che ha effettuato per stringere contatti con T.O. Italiani. Ci ha proposto un itinerario al quale abbiamo apportato solo qualche modifica, abbiamo aggiunto l’escursione alla Roccia d’oro, che normalmente lui non propone in agosto per la presenza dei monsoni...Ed effettivamente aveva ragione, la giornata è stata l’unica nella quale abbiamo preso le piogge monsoniche in tutto il loro splendore, ma ...Sicuramente è da ripetere anche così, l’emozione provata è stata davvero unica! La Eclissi Viaggi di Empoli, ci ha fornito il volo, con la compagnia THAI, Roma- Bkk e Bkk-Yangon, e con la Bkk Airways per Ko samui ( una settimana di mare in aggiunta alla Birmania ) anche questo a un buon prezzo, considerato il periodo di altissima stagione e il numero considerevole di persone prenotate...Anche quest’anno siamo in 31! Visto all’ambasciata 25 euro, rilasciato in due giorni.

Gli ultimi giorni prima della partenza sono costellati dal caldo, dai preparativi e dalle notizie di tutti i telegiornali non proprio confortanti sia sulla situazione caotica degli aeroporti sovraccarichi di bagagli non giunti a destinazione e soprattutto sull’entità della pioggia monsonica che quest’anno sembra abbia raggiunto intensità come non mai...Si parla di 25 milioni di sfollati... 1 giorno – 5 agosto 2007 ROMA BKK Finalmente è arrivato il giorno della partenza, gruppo sempre abbastanza numeroso, siamo 31, i soliti amici, qualcuno quest’anno non è venuto, ma si sono aggiunti degli altri, sempre amici, siamo tutti delle persone adulte per la maggior parte con i figli al seguito, dalla mascotte Niccolò di 10 anni, Perla 12, Daniele 14 ed altri 7 tutti dai 20 ai 24 anni, è un piacere viaggiare in loro compagnia ! Rritrovo a Fiumicino, lunga fila al banco Thai, qualche ansia per il peso dei bagagli...Ma alla fine tutto ok! Veramente la situazione dell’aeroporto è drammatica, si vedono bagagli buttati da tutte le parti...Speriamo bene, già il nostro gruppo ha un precedente sui bagagli, arrivati a Lima tre giorni dopo... Partenza con circa 1,30 di ritardo, probabilmente proprio per la difficoltà del carico dei bagagli, aeromobile nuovissimo, immenso a due piani, trasporterà un migliaio di persone. In volo il personale elegantissimo è sempre sorridente e molto efficiente! Si comincia con noccioline, aperitivo, spugne bagnate rinfrescanti e ottima cena! Film, chiacchiere, letture e dopo solo nove ore arrivo a BKK in perfetto orario, ore 5,55 locali, il pilota ha recuperato tutto il ritardo! Successivo volo Thai per Yangon, regalo orchidee alle signore...Arrivo alle ore 8,35 locali e vediamo subito Raffaele e la moglie che ci stanno aspettando...Anche quest’anno è andata! Ogni anno ci viene sempre un dubbio all’ultimo istante ...E se non ci fosse nessuno ad attenderci????? Cosa fare in 31 in Birmania senza nessuna prenotazione...Del resto i nostri contatti sono solo ed esclusivamente via mail, senza nessun acconto pagato, tutto sulla fiducia!!!! Tutti i bagagli recuperati e conosciamo la nostra guida che ha un nome lunghissimo ma che tutti noi chiameremo Mya, sarà il nostro angelo custode per i prossimi 15 giorni, sempre attenta a soddisfare ogni nostro...Pensiero! 2 giorno – 6 agosto 2007 BKK - YANGON

Trasferimento in hotel Summit Park View**** albergo molto gradevole, posizione centrale proprio a fianco della pagoda Swedagon, splendida accoglienza, sorrisi a non finire e i nostri bagagli sono...Già miracolosamente in camera, e questa abitudine ci accompagnerà per tutto il viaggio, infatti i bagagli viaggiano con un altro mezzo e quindi arriveranno negli hotel sempre prima del pulmann e saranno lì ad accoglierci al nostro arrivo...Noi viaggiatori pseudo-fai da te, non siamo proprio abituati a questa super organizzazione e non possiamo far altro che compiacercene! Abbiamo regolato il lato finanziario con Raffaele e l’appuntamento è per le 15 per iniziare le visite della città. Dopo l’aperitivo, e una doccia ristoratrice qualcuno si avventura da solo nelle strade di Yangon alla ricerca del ristorante indicato da Mya...Ed effettivamente dopo un po’ di giri lo trova e lo prova...Ottima granseola sia come gusto che come prezzo! Ci siamo anche rifocillati con delle buonissime ciambelle fritte vendute al bar dell’albergo, tre pezzi 1 dollaro! Cominciamo la visita di Yangon, per primo visitiamo la pagoda Chaukhtetgy, e cominciamo a toglierci le scarpe, qui c’è un Buddha reclinato lungo 72 metri costruito con mattoni e cemento. Davvero un bel paio di piedi...Jacopo dice che Buddha ha lo smalto ai piedi del mio stesso colore! Si prosegue con la pagoda Shwe Da Gon, la più famosa del paese per la sua importanza e per i suoi disegni architettonici, qualcuno dice sia la pagoda più bella del mondo, sicuramente la più grandiosa! La visita è stata entusiasmante, spettacolare, molti pellegrini e pochi turisti, ma nell’insieme abbastanza affollata, ma si respira un’aria molto rilassante e si viene subito contagiati dalla spiritualità del luogo. Lo stupa centrale è alto circa 100m e la cupola è ricoperta da 700 kg di oro, sulla punta un grandissimo diamante, tutto intorno piccoli stupa, cappelle, santuari dedicati ai giorni della settimana, dove ognuno prega a seconda del giorno in cui è nato, poi visitiamo la campana di Singu, campana trafugata dagli inglesi che cercarono di portarla a Calcutta, ma durante il viaggio cadde nel fiume e non furono più in grado di ripescarla. I birmani si offersero di recuperarla a patto che fosse riportata sul posto, grazie a loro oggi è ancora in bella mostra in Birmania! Abbiamo anche assistito ad una sorta di danza che facevano un gruppo di ragazzi volontari, muniti di stracci e spazzolone che sotto la regia di un capo si muovevano quasi danzando affinché la pulizia del pavimento fosse perfetta! In un attimo il cielo ha cambiato colore ed è arrivato un violentissimo ma veloce temporale monsonico, dopo poco abbiamo ripreso la visita della pagoda e siamo rientrati in albergo dove, dopo i primi acquisti di camicette e longuei ( le classiche gonne birmane che vengono indossate sia da uomini che da donne) abbiamo gustato un buffet con MENU ASIATICO davvero non male! Questa giornata è lunghissima, non finisce mai, siamo tutti stanchissimi, ma una bella dormita sarà ristoratrice! 3 giorno – 7 agosto 2007 YANGON-BAGO-KYAIKHTIYO Iniziamo questa giornata con un’ottima prima colazione, abbiamo preso il necessario per trascorrere la notte in montagna ed abbiamo lasciato qui il resto dei bagagli, ci serviranno almeno 5 ore di pulman per arrivare, il cielo è coperto, la paura dei monsoni incombe!! Dopo due ore di meravigliosi paesaggi rurali verdissimi, molte capanne, anzi molte palafitte, arriviamo a Bago, dove ci fermiamo in un ristorante per la toilette, acquisti della famosa crema che i birmani usano mettere sul viso, dalle donnine che ci si fanno incontro e visita di alcuni alla cucina del ristorante...Pulitissima, questi birmani sono davvero un popolo che tiene molto all’igiene, nonostante l’arretratezza, quindi all’unanimità si decide che domani a pranzo ci fermeremo qui! Successiva sosta per il pranzo in un ristorante con annesso un piccolo zoo...E la pioggia torrenziale comincia a farsi sentire, tanto che la visita agli animali è stata interrotta

  • 3428 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social