Myanmar facile e veloce

Informazioni utili e pratiche per visitare le principali città
 
Partenza il: 16/11/2013
Ritorno il: 08/12/2013
Viaggiatori: Due
Spesa: 2000 €

Da tanti anni uso il sito di turisti per caso per capire come organizzare le mie vacanze in diverse parti del mondo e per la prima volta ho sentito il dovere di contribuire attivamente pubblicando questo diario di viaggio pratico. Sono tornata da pochi giorni dal Myanmar dove ho trascorso 21 giorni di vacanza e devo dire che é stato un viaggio meraviglioso. Il consiglio è di andarci al più presto perché ad oggi il Myanmar si é aperto moltissimo al turismo e tutto sta cambiando a una velocità stellare e soprattutto i costi.

Non mi addentrerò nelle descrizioni dei posti visitati perché nei vari itinerari già pubblicati trovate tutto ciò che serve, ma cercherò di essere pragmatica e operativa per darvi dei consigli pratici, visto che la cara guida della lonely planet (i miei riferimenti si basano sulla guida del 2011 in versione inglese) é già datata visto i cambiamenti in atto nel paese.

Moneta e cambio: si legge ovunque che ci sono problemi con i dollari e per cambiare. Sinceramente ad oggi non è vero. Potete portare con voi euro e cambiare in moneta locale o portare parte in dollari. Per essere sicuri con i dollari domandate pezzi nuovi o altrimenti quelli del 2006 potrebbero creare problemi. Applicano un cambio migliore dollaro versus moneta locale se cambiate pezzi da 50 -100, i pezzi più piccoli hanno cambio più sfavorevole…la ragione? Un mistero ad oggi ;-). Come regola generale ricordate che 1000 kyat sono 1 $, più facile da ricordare e in generale per i turisti sono più abituati al dollaro.

Quando andare: tra novembre e marzo, massimo aprile. Il mese migliore è l’inizio di marzo visto che ci sono pochi turisti. Ho chiesto questa informazione a diverse guide…quindi se volete evitare le masse suggerisco marzo. I mesi super pieni sono dicembre e gennaio.

Visa: fatto tramite agenzia tramite l’ambasciata a roma, ma secondo me provate a contattare l’ambasciata magari accettano la spedizione del passaporto e costa di meno.

Prenotazioni (hotel e aereo): se partite per passare il natale e Capodanno via, a mio giudizio dovete prenotare se non avete acquistato un pacchetto all inclusive. Lo scorso natale a Bagan 2012, i turisti dormivano nelle halls degli alberghi, monasteri…non c’ era più posto. L’ informazione è stata confermata dalla guida e dal sig iniazio, che gestisce un ristorante italiano a Bagan, (new Bagan). Lesson learned, prenotate in anticipo ovunque andiate dalla guest house al fancy hotel! Per il viaggio, dipende come decidete viaggiare. Noi abbiamo optato per l’ aereo, veloce, pratico e non stancante. Abbiamo preso 5 voli spendendo 432 dollari. Se decidete di volare prenotate già tutti i voli a Yangon o via internet. I voli sono pienissimi dai turisti che viaggiano e sono subito sold out in alta stagione. Noi abbiamo organizzato tutti gli spostamenti all’ arrivo in capitale. Abbiamo usato air kbz. Di seguito un’ idea su prezzi dei voli per persona, per i vari trasferimenti: Yangon-mandalay 59$, Mandalay-Bagan 40$ (via barca barca da Mandalay a Nyaung u, potete trovare anche barche locali più economiche ma noi abbiamo voluto viaggiare comodi e in tranquillità. Viaggio molto rilassante di circa sette ore), Began-inle lake 75$, inle lake-ngapali beach 127$, ngapali-sitwwe 55$ ( sitwwe avamposto per andare a mrauk u), sitwwe-yangon 76$ Altro consiglio, in alta stagione è meglio riconfermare i voli…overbooking in agguato.

Hotels: potete trovare tutto quello che volete dalla guest house al bellissimo hotel a bordo lago, fiume. Se optate per la seconda scelta state attenti perché prezzi che vi possono proporre negli hotels all’ arrivo sono sempre molto più alti rispetto alle agenzie di viaggio o alle prenotazioni on line. Ho cercato sempre di verificare le tariffe ed è veramente più caro trovare l’ hotel al momento, rispetto che prenotare in anticipo. Per le guest house non saprei dirvi. Il miglior sito per le prenotazioni on line é agoda, booking é piu caro ed offre meno scelta. Agoda é funzionato benissimo. Abbiamo prenotato diversi hotel nel corso dei primi giorni del nostro soggiorno e tutto è andato bene.

Prezzi: la maggior parte delle tariffe che trovate nella lonely sono datate e aspettate di pagare di più, soprattutto in alta stagione. Esempio lampante, il golden island cottage che sulla lonely costa tra i 50-70$ ad oggi vale 148 $… quindi vedete voi che aumenti e la qualità immagino sia la stessa del 2011, anno di scrittura della guida. La zona del lago inle penso sia la più cara in assoluto e l’ assurdità degli aumenti lo testimonia, ma nonostante questo ne vale proprio la penna e lo rifarei mille volte!

Aeroporti-città, per orientarvi nelle prenotazioni aeree: Nyaung U cittá di arrivo per Bagan Heho cittá di arrivo per Inle Lake Thandwe paese di arrivo per Ngapali Beach Sittwe cittá di arrivo per Mrauk U

Città visitate: Mandalay (2notti): dall’aereoporto all’hotel abbiamo speso 8000 in shared taxi. Consiglio di comprare il biglietto cumulativo di 10 $ per visitare la città di Mandalay, Sagain, Awa e Amarampura. Potete visitare Mandalay facilmente in moto taxi una corsa costa circa 500, 1000. A Mandalay non perdete di fare la scalinata della colina,bellissima.

Sagaing, Awa, Amarampura: abbiamo trovato un paccehtto via hotel a 18000 per persona, pranzo incluso. Un super affare visto le distanze. Eravamo in 4 persone e la guida ci ha accompagnati, soddisfatti e non dissanguati!

Bagan (3notti): tariffa obbligatoria all’ ingresso di 15000 di ingresso da pagare all’ arrivo e… ovviamente il prezzo indicato nella guida era di 10$. Se si alloggia nella new Bagan, consiglio di affittare una bici elettrica e non la bicicletta per visitare la città vecchia con la maggiori attrazioni da vedere. A mio avviso la bici potrebbe essere un’ottima soluzione per vedere la città vecchia. Ricordatevi che spesso si devono fare dei pezzi di strada sterrata in sabbia…quindi meglio la bici elettrica. e non quella normale. Il noleggio giornaliero costa tra gli 8000 e 5000. Noi abbiamo trovato la bici a 5000. In alta stagione, muovetevi presto altrimenti rischiate di non trovarla. Il giorno dopo abbiamo visitato il monte Popa, interessante e noleggiato autista per 35000 tutta la giornata. Sinceramente sarebbe stato meglio non andarvi e trascorrere un’altro giorno a visitare Bagan.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Amarapura
    Diari di viaggio
    myanmar: un viaggio per gli occhi, la mente e il cuore

    Myanmar: un viaggio per gli occhi, la mente e il cuore

    di X-cards adeguata: almeno 2 schede da 32 G se scattate in jpg, almeno 2-3 schede da 64 G se scattate in raw.Ð tutte le strade...

    Diari di viaggio
    myanmar in sette giorni

    Myanmar in sette giorni

    Viaggio in Myanmar (Birmania) 01-09 gennaio 2019 Quest’anno decidiamo di concederci un viaggio alla scoperta della Birmania alias...

    Diari di viaggio
    una vecchia mappa, un turista e una missione

    Una vecchia mappa, un Turista e una Missione

    Mary Anne Radmacher disse: “Non sono la stessa persona dopo aver visto la luna splendere dall’altra parte del mondo” Il mio viaggio...

    Diari di viaggio
    ritorno in birmania

    Ritorno in Birmania

    Dopo quasi 5 anni dall’agosto 2000, decido di ritornare in Birmania (vedi Fantastica Birmania Ho visitato la Birmania nel 2000 con un...

    Diari di viaggio
    non è tutto oro quello che luccica!

    Non è tutto oro quello che luccica!

    Myanmar 3 settimane 15/12/2013 – 04/01/2014 Non è tutto oro quello che luccica!- Itinerario: Yangon – Bagan – Monywa...

    Diari di viaggio
    myanmar facile e veloce

    Myanmar facile e veloce

    Da tanti anni uso il sito di turisti per caso per capire come organizzare le mie vacanze in diverse parti del mondo e per la prima volta ho...

    Diari di viaggio
    un lambratese in birmania

    Un lambratese in Birmania

    Yangon L'aereo della AirAsia (Bangkok - Yangon a/r per 150 €) mi scarica in perfetto orario nel piccolo aeroporto di Yangon, l'ex...

    Diari di viaggio
    myanmar, dove i pescatori remano con le gambe

    Myanmar, dove i pescatori remano con le gambe

    un piccolo spazio reso riservato da paravanti di bambù e tendine.Il Lago Inle è un luogo incantevole, dove gli abitanti si spostano...

    Diari di viaggio
    the road to myanmar

    The road to Myanmar

    da un cartellino colorato. Si aspetta la chiamata “a voce” del proprio volo e ci si imbarca. Yeahhh! Di solito il mare non mi...

    Diari di viaggio
    rangoon: andateci!

    Rangoon: andateci!

    Meiktila, 13 aprile 2010 Due innamorati giungono in riva al lago su una bicicletta, si siedono sul prato ad aspettare il tramonto. Arriva...