Ritorno in Birmania

Dopo quasi 5 anni dall’agosto 2000, decido di ritornare in Birmania (vedi Fantastica Birmania Ho visitato la Birmania nel 2000 con un gruppo di amici. Ho organizzato tutto il viaggio dall'Italia. Il più bel posto che abbia mai visto. Gente ...
 
Partenza il: 06/03/2005
Ritorno il: 23/03/2005
Viaggiatori: viaggiatori in gruppo
Spesa: 2000 €

Dopo quasi 5 anni dall’agosto 2000, decido di ritornare in Birmania (vedi Fantastica Birmania Ho visitato la Birmania nel 2000 con un gruppo di amici. Ho organizzato tutto il viaggio dall’Italia. Il più bel posto che abbia mai visto. Gente stupenda. Sorrisi e affetto. Mi è rimasta nel cuore e sicuramente tornerò) Cinque anni sembrano non essere passati per la popolazione dell’Unione, ma qualcosa di nuovo c’è. La capitale è notevolmente migliorata. Le strade sono migliori e nuovi e grandi palazzi sono stati costruiti. La lingua inglese incomincia ad essere notevolmente diffusa. Anche i negozi ed i Bar del centro si sono migliorati.

La cosa più evidente, in tutto lo stato, è il proliferare di motorini che scorazzano in tutte le città. 5 anni fa non c’erano.

Per il resto tutto è rimasto come cristallizzato… dalle bancarelle ad ogni angolo di strada, alle preghiere dei fedeli nelle innumerevoli Pagode, ai sorrisi della gente… Agenzia: locale ottima. Affidabilissimi e la più conveniente.

Guida locale: Cambiate in ogni luogo visitato Spesi in tutto: Per il percorso a terra USD 1.190/PAX pari ad € 870,00 circa. Il pacchetto concordato con KST comprendeva: trasporti interni via terra per 16 giorni, aereo per le tratte Yangon-Mandalay, Mandalay-Bagan, Heho-Keng Tung e Keng Tung-Yangon, barca sul lago Inle, trasporto in 4×4 per il Myaing Hay Wun Elephant Camp, 15 notti con prima colazione in alberghi Superior, guida parlante inglese per 14 giorni. Per l’aereo € 670,00. Per gli ingressi € 40,00. Cambiati in Kyat 100 $ pari a euro 75,00. Spese personali € 100,00. Visto € 25,00. Totale viaggio € 1.805,00.

Volo internazionale Qatar Airways. Ottimo. Prezzo € 600,00/PAX + tasse € 70/PAX. Il più conveniente. Partenze solo da Roma o Milano. Milano/Roma-Doha Doha-Yangon.

Tasse d’imbarco: In arrivo: non esiste più. In partenza: Yangon 10$ a testa Visto: Ci sono due possibilità.

1. Fare il Visto presso l’ambasciata dell’Unione del Myanmar a Roma (€ 25,00/PAX + spese di spedizione). L’ambasciata emette il visto in 3 giorni lavorativi. Per ottenere informazioni ed il modulo per la richiesta del visto scrivere a Francesco Mancini [email protected] oppure telefonare in Ambasciata ; 2. Oppure, attraverso un’agenzia del Myanmar, procedere al “Visa on Arrival”. L’agenzia si occupa dell’ottenimento del visto in aeroporto all’arrivo.

Telefono: Dagli Alberghi 5$ al minuto Internet: Disponibile in molti alberghi di categoria Superior. Yangon USD 2/ora. Mandalay Kyat 100/minuto. Non disponibile sul Lago Inle e a Keng Tung.

Molti siti non possono essere aperti perché “banned” dal governo. Ad esempio ai siti di tin e virgilio non si può accedere. Consiglio di aprire una casella di posta con libero, io l’ho fatto direttamente in Myanmar.

Doni: Ricordarsi di fare incetta di penne e quaderni da regalare ai bambini, nei monasteri e anche agli adulti. Si possono anche tranquillamente acquistare al mercato notturno di Mandaly.

Stagione: Sicuramente la stagione secca, che va da ottobre/novembre a febbraio/marzo è la più adatta e comoda per visitare la Birmania. Una nota positiva delle stagione delle piogge è che ovunque spicca il verde acceso delle piantagioni di riso che con il rosso della terra dona un contrasto ed un gioco di colori fantastico. Durante la stagione delle piogge tutto è immerso nell’acqua, dai Monasteri che sembrano fluttuare sull’acqua, ai villaggi alle strade, alle galline trasformate in piccoli sub… In agosto e in inverno (fino a gennaio) il paese è al massimo del turismo e piuttosto affollato. In estate, da marzo fa molto caldo… ma turisti proprio pochi e si può godere appieno di questo stupendo paese. Ingressi a persona: Swedagon Pagoda $ 10; Botataung Pagoda $ 3; Kyaikhtiyo $ 5; Shewemawdaw Paya $ 3; Po Win Daung $ 5; Shwe Ba $ 3; Mandalay $ 10; Bagan 10$; Kakku 5 $ Compagnie aeree interne: Air MAndalay www.Air-mandalay.Com Yangon Airways www.Yangonair.Com Bagan Air Myanma Air (compagnia interna di bandiera sconsigliata) L’orario dei voli è alquanto approssimativo. Consiglio di informarsi sempre il giorno prima sui cambi di orari e comunque arrivare almeno 1 ½ prima. A Mandalay il volo è stato anticipato dalle 18:45 alle 18:05 ed è partito alle 17:45… Alberghi Yangon – Summit Park View (ottimo, piscina) KyaikHtiYo – Kyaik Hto (spartano) Monywa – Win Unity Resort (buono, bungalow nuovissimo, piscina) Mandalay – Mandalay City (ottimo, piscina) Bagan – Bagan Thande Hotel (ottimo, bungalow, piscina, idromassaggio e ristorante sul fiume) Inle Lake – Hupin (Khaung Dai) (buono, bungalow) Kyaing Tong – Princess (mediocre) 1 06/03 Do Volo internazionale dall’Italia – Birmania 2 07/03 Lu Yangon Arrivo a Yangon alle 6,05. Aung ci aspetta in aeroporto. Trasferimento in Albergo “Hotel Summit Parkview” a pochi passi dalla Shwedagon Paja. Buono. Saldiamo l’ottima agenzia KST Tour e saliamo in camera. Una rapida doccia e siamo in macchina per raggiungere la Shwedagon Paja (ingresso USD 10 + USD 1 per la piccola guida). Luogo assolutamente da non perdere. Alla Shwedagon regna un’atmosfera di magia e devozione come in nessun altro luogo della Birmania. L’ho ritrovata stupenda ed intensa come la volta precedente.

Molte Pagode possono non sempre essere belle come le nostre chiese, ma l’atmosfera che vi si respira e che si palpa è la vera attrazione di questi inusuali posti.

Dopo la visita alla Shwedagon ci trasferiamo alla Chaukhtatgy Paya per visitare il grande Buddha reclinato e l’adiacente monastero per vedere i monaci che mangiano.

Subito dopo visitiamo la Botataung Paya.

Bo significa “leader” e tataung vuol dire “1000”: la Botataung Paya deve il suo nome ai 1000 capi militari che scortarono le reliquie del Buddha portate dall’India fino a qui più di 2000 anni fa. Diversamente dalla maggior parte degli Stupa, che sono pieni, questo è cavo e ci si può camminare all’interno.

Prima di rientrare il albergo facciamo una sosta al tranquillo Lago Kandawgyi. Piacevole passeggiata.

Aung ci porta a cena in un tipico ristorante con cucina birmana.

3 08/03 Ma Yangon – Kyaiktiyo Sveglia alle 6,00. Alle 7,00 partenza per Kyaiktiyo. Poco dopo l’aeroporto siamo fermi per far riparare la macchina. Una grossa buca ha spezzato la forcella di una ruota ed il copertone sfrega contro la carrozzeria. Dopo neanche un’ora siamo di nuovo in marcia. Poco prima Kyaiktiyo siamo nuovamente fermi per una foratura. Arriviamo al campo base di Kinpun, punto di partenza al monte Kyaikto, alle 11,00 circa.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Amarapura
    Diari di viaggio
    myanmar: un viaggio per gli occhi, la mente e il cuore

    Myanmar: un viaggio per gli occhi, la mente e il cuore

    di X-cards adeguata: almeno 2 schede da 32 G se scattate in jpg, almeno 2-3 schede da 64 G se scattate in raw.Ð tutte le strade...

    Diari di viaggio
    myanmar in sette giorni

    Myanmar in sette giorni

    Viaggio in Myanmar (Birmania) 01-09 gennaio 2019 Quest’anno decidiamo di concederci un viaggio alla scoperta della Birmania alias...

    Diari di viaggio
    una vecchia mappa, un turista e una missione

    Una vecchia mappa, un Turista e una Missione

    Mary Anne Radmacher disse: “Non sono la stessa persona dopo aver visto la luna splendere dall’altra parte del mondo” Il mio viaggio...

    Diari di viaggio
    ritorno in birmania

    Ritorno in Birmania

    Dopo quasi 5 anni dall’agosto 2000, decido di ritornare in Birmania (vedi Fantastica Birmania Ho visitato la Birmania nel 2000 con un...

    Diari di viaggio
    non è tutto oro quello che luccica!

    Non è tutto oro quello che luccica!

    Myanmar 3 settimane 15/12/2013 – 04/01/2014 Non è tutto oro quello che luccica!- Itinerario: Yangon – Bagan – Monywa...

    Diari di viaggio
    myanmar facile e veloce

    Myanmar facile e veloce

    Da tanti anni uso il sito di turisti per caso per capire come organizzare le mie vacanze in diverse parti del mondo e per la prima volta ho...

    Diari di viaggio
    un lambratese in birmania

    Un lambratese in Birmania

    Yangon L'aereo della AirAsia (Bangkok - Yangon a/r per 150 €) mi scarica in perfetto orario nel piccolo aeroporto di Yangon, l'ex...

    Diari di viaggio
    myanmar, dove i pescatori remano con le gambe

    Myanmar, dove i pescatori remano con le gambe

    un piccolo spazio reso riservato da paravanti di bambù e tendine.Il Lago Inle è un luogo incantevole, dove gli abitanti si spostano...

    Diari di viaggio
    the road to myanmar

    The road to Myanmar

    da un cartellino colorato. Si aspetta la chiamata “a voce” del proprio volo e ci si imbarca. Yeahhh! Di solito il mare non mi...

    Diari di viaggio
    rangoon: andateci!

    Rangoon: andateci!

    Meiktila, 13 aprile 2010 Due innamorati giungono in riva al lago su una bicicletta, si siedono sul prato ad aspettare il tramonto. Arriva...