Viaggio al centro di un disastro ambientale

ITINERARIO DEL VIAGGIO: ARRIVO A TANA,ANTSIRABE-INIZIO TOUR DEL TSIRIBIHINA RIVER (4 GIORNI)- PARCO DEI TSINGY DE BEMARAHà (2 GIORNI)- MORONDAVA X AVENUE DU BAOBAB- RITORNO AD ANTSIRABè-AMBOSITRA; TREKKING DI 2 GIORNI TRA I VILLAGI ZAFIMANIRY-FIANARANTSOA- PARCO DI RANOMAFANA (1 GIORNO)- ...

  • di michel
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

ITINERARIO DEL VIAGGIO: ARRIVO A TANA,ANTSIRABE-INIZIO TOUR DEL TSIRIBIHINA RIVER (4 GIORNI)- PARCO DEI TSINGY DE BEMARAHà (2 GIORNI)- MORONDAVA X AVENUE DU BAOBAB- RITORNO AD ANTSIRABè-AMBOSITRA; TREKKING DI 2 GIORNI TRA I VILLAGI ZAFIMANIRY-FIANARANTSOA- PARCO DI RANOMAFANA (1 GIORNO)- PARCO DELL'ISALO, (1 GIORNO)- TULEAR- ANAKAO ( 4 GIORNI)- RITORNO A FIANARANTSOA- TRENO X MANAKARA-AMBOSITRA- ANTSIRABè- PARCO D' ANDASIBE MANTADIA- RITORNO A TANà E FINE DEL VIAGGIO.

SABATO-30-09-2006 Finalmenteil giorno della partenza è arrivato. Parto per quel paese che avrei già dovuto visitare l'altranno, ma che x vari motivi dovetti rimandare il viaggio. Con un bus in 2 ore da torino sono a malpensa. Sono le 17, il mio volo parte alle 20,05, volo con AIR MADAGASCAR, MA !! BO!! Comunque lo stress della preparazione del viaggio è alle spalle, l'adrenalina è a mille,sono più tranquillo del solito, tutto quello che andava fatto, e stato fatto, resta solo da vederlo sto benedetto paese. Con un piccolo ritardo di 15 minuti decolliamo, l'interno dell'aereo non è propriamente un ultimo modello, però il servizio è efficente, ed il personale di bordo gentile. Viaggio di notte e quindi, x esperienze passate so che non dormirò.Domani so già che sarò cotto. DOMENICA 01-10-06 Come previsto sono stracotto, ho dormicchiato si e no 2 ore in tutto, comunque alle 6,30 atterriamo a NOSY BE, piccola isola a nord del madagascar, dove si trova un villaggio turistico di una nota società italiana, scende circa la metà dei passeggeri dell'aereo, tutti turisti da villaggio, lontani mille miglia dalla mia filosofia di viaggio che è: scoperta,conoscenza di culture diverse dalla mia, esperienze nuove,che x quanto alle volte molto faticose, però altamente gratificanti, un continuo mettere alla prova la mia capacità di adattarmi. Una piccola sosta e ripartiamo, alle 8,30 puntualissimi atterriamo a TANA ( d'ora in poi ANTANANARIVO la chiamerò così, che è poi il modo di chiamare la loro capitale dai malgasci). Va bè che è presto, ma arrivare in africa e trovare solo 20 gradi di temperatura e abbastanza strano, ma neanche tanto se si pensa che come stagione qui e appena finito l'inverno, avendo le stagioni invertite rispetto a noi, e poi TANA si trova su un altipiano tra i 1400 e 1500 metri. Incredibilmente sia fare il visto, ( 12 euro ), che il controllo passaporti, che il ritiro bagagli, mi portano via poco tempo, dove perdo circa mezz'ora è x cambiare i soldi nell'ufficio cambi dell'aereoporto, cambio 300 euro, ed in cambio ricevo un malloppo di ARIARY ( la moneta locale ) che mi sembra di aver svaligiato una banca, cambio ufficiale ( non esiste il mercato nero ) 1 euro = 2640 ariary. Già all'interno dell'aereoporto vengo assalito da un nugulo di tassisti che si offrono di portarmi in città, distante 17 km. I prezzi sono uguali x tutti ( 12 euro ), quindi tanto vale farmi accompagnare dal primo che si e fatto avanti. IL viaggio dura una ventina di minuti, e domenica e quindi non c'è molto traffico in giro, altrimenti può durare anche il doppio del tempo o più. Mi faccio portare nell' albergo che ho scelto sulla guida sperando che ci sia posto. X fortuna il posto c'è, una camera x 3 persone che devo pagare da solo, quindi circa 20 euro, ecco il dormire sarà una spesa raddoppiata x me che viaggiando da solo mi tocca pagare x 2, perchè in madagascar praticamente non esistono camere singole. La stanza è essenziale, comunque pulita, con un bel bagno, televisore, e ventilatore. Appoggio lo zaino grande, e subito esco x fare un giro della città, città che si divide in 2 zone, la città alta, praticamente il centro, con i suoi ministeri, è il palazzo presidenziale, e la città bassa, con i suoi mercati colorati, la povertà e il degrado più evidente. Fermo un taxi x andare nell'antico palazzo reale, che si trova sulla collina più alta della zona, e che domina tutta la città, cerco di contrattare il prezzo con l'autista che mi aveva sparato una cifra esagerata, e ci accordiamo sulla cifra di 3 euro, scopro che ci vogliono solo 5 minuti x arrivare, ho la sensazione che il tassista ci abbia straguadagnato, ancora un paio di giorni e tornero il feroce cotrattatore che sono durante i viaggi, di solito li batto x sfinimento. Aimè il ROVA, cosi si chiama il palazzo reale, e chiuso a causa di un incendio che lo ha semidistrutto qualche anno fà, ora è in restauro, credo che con la carenza di fondi che hanno da queste parti, lo riapriranno tra un secolo. Con delle guide fre lance che bazzicano li intorno pronti ad avventarsi sull'incauto turista come dei piranha faccio il giro della collina è visito il museo che sta nei paraggi, tutte cose che potevo fare tranquillamente da solo con l'aiuto della mia guida cartacea, ma mi hanno quasi commosso questi ragazzi che x arrangiare la giornata, si sono inventati un mestiere, ed hanno imparato un italiano maccheronico ma abbastanza comprensibile, quindi la cifra esagerata che mi hanno chiesto glielò data lo stesso, più che altro come premio x la volontà e l'intraprendenza, e poi lo già detto che ho bisogno di un paio di giorni x assumere la faccia tosta necessaria nelle contrattazzioni. Finito il giro ritorno sui miei fatti, questa volta a piedi senza taxi, tanto la strada e tutta in discesa. Decido di andare a mangiare al ristorante SAKAMANGA che e considerato uno tra i migliori della città, anche l'albergo che si trova nello stesso edificio e abbastanza rinomato. Non e molto lontano dal mio hotel, ma ci metto una vita x trovarlo, perchè la città ha una conformazione stradale abbastanza labirintica, e quindi capita che cercando un luogo si può passare più volte negli stessi posti, magari passando a poche decine di metri dal posto ci interessa senza vederlo, considerato che le indicazioni stradali sono considerate superflue, vi fate un idea di come sia complicato girare a piedi x questa città se non la si conosce. Comunque valeva la pena faticare un pò x trovarlo, perchè il mio pranzo è ottimo, un piatto di foi grass con tartine e verdurine da consumare rigorosamente con un bicchiere di vino bianco dolce, più un insalata SAKA, praticamente una bella bella insalatiera piena di pollo sminuzzato, uova sode, patate, tonno, olive pomodori cipolle e foglie di insalata varie condita con salsa speciale fatta da loro, composta di olio aceto di mele aglio e qualche altra spezia, più una bottiglia d'acqua da mezzo litro e un caffè, mi e costato la bellezza di solo 8 euro, mancia compresa. Ritorno in hotel sfinito, ora fa caldo, non eccessivo ma ci saranno 25, 26 gradi, la carenza di sonno si fa sentire. Dopo aver fatto una doccia, e rilassato un'oretta, esco di nuovo, sono le 4 ed ho circa 2 ore prima che faccia buio. Molto più rilassato vado a piedi verso la zona del mercato più grande di Tana, qui si vende un pò di tutto, contadine arrivano da fuori città x vendere i pochi ortaggi che hanno coltivato, macellerie abbastanza improvvisate, con milioni di mosche sulla carne,scarpe vestiti e cianfrusaglie varie, nuguli di bambini a piedi nudi che giocano a calcio o a rugby con palloni fatti con i giornali; tutto sommato l'impressione è migliore di quella che avevo avuto al mattino, TANA non è certo una bella città, ma una visita di un giorno si può anche fare. Si sta facendo sera ed anche se sono le 6 decido di tornare in hotel, stasera a letto presto, da domani inizia il viaggio vero, con i mezzi locali " TAXI BROUSSE ", destinazione ANTSIRABE, davanti all'hotel c'è una pasticceria, mi compro 2 paste almeno non andrò a letto senza cenare, sto scrivendo queste righe con gli occhi ridotti a 2 fessure, a domani

  • 5025 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social