Laos, cambogia angkor, thailandia krabi

Il nostro viaggio inizia il 3/11 da Malpensa direzione (via Bangkok) per Luang Prabang in Laos e si svolgerà su 3 settimane divise tra Laos, Cambogia e Thailandia. Come sempre il tutto è organizzato in autonomia ma con il supporto ...

  • di moltra
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Il nostro viaggio inizia il 3/11 da Malpensa direzione (via Bangkok) per Luang Prabang in Laos e si svolgerà su 3 settimane divise tra Laos, Cambogia e Thailandia.

Come sempre il tutto è organizzato in autonomia ma con il supporto della nostra agenzia viaggi di fiducia.

Per i voli intercontinentali abbiamo scelto la Thai airways che si dimostra come sempre puntuale ed efficiente così che le circa 11 ore di volo passano abbastanza in fretta. Arrivati a Bangkok aspettiamo un paio d’ore la coincidenza per Luang Prabang in Laos. ). Il visto d’ingresso costa USD 36 mentre il visto d’uscita si divide in 1 USD se si prende un volo per l’interno del Paese e 10 USD per i voli internazionali A Luang Prabang ci fermeremo 4 giorni alloggiando in una guesthouse trovata su internet (Sayo Xieng Mouane-camera (www.Sayoguesthouse.Free.Fr ) doppia circa 35 USD).

Il paese è piccolo ed in stile coloniale con due vie principali, una che costeggia il Mekong ed una più interna dove abbiamo trovato tutto quello che ci poteva servire, alberghi ,ristoranti, noleggi biciclette a circa 2-3 USD al giorno ( no motorini o macchine) ,locali per massaggi ,supermercati che vendono anche le pile, i rullini per le foto... insomma sebbene il paese è piccolo è molto a misura di turista per queste cose. Ci sono molte agenzie locali dove poter prenotare in loco le escursione da fare giorno per giorno e ci sono anche gli uffici delle varie compagnie aeree per comprare i biglietti per gli spostamenti successivi. Cambiano anche gli euro ma il cambio migliore lo fanno ancora con il dollaro a 9570 kip.

La sera dopo cena passeggiavamo tranquillamente seguendo le vie del mercato notturno che con tutte le sue bancarelle colorate da un tocco ancora più carino a questo paesino che secondo me rimane il più bello del Laos.

Scegliendo la formula solo pernottamento e/o 1 colazione ci siamo dati la possibilità di scegliere ogni volta dove e cosa mangiare, ma due posti in particolare mi sento di consigliarli: Le Café Ban Vat Sene dove con USD 8 fate un’ottima colazione in due a suon di mega baguette con burro e marmellata, uova e the e cioccolata e La Pizza Luang Prabang dove le pizze sono davvero buone ma anche le zuppe e la carne e si cena in 2 con USD 15.

Il primo giorno abbiamo fatto l’escursione sul Mekong con visita ai villaggi per la lavorazione del bamboo e del liquore di riso, ma sinceramente non ci hanno entusiasmato molto anche perché ad essere sincera i laotiani non sono molto espansivi ed alcune volte mi sono sentita “un’intrusa” visitando il paese che, a mio parere, non ha nessuna voglia di aprirsi al turismo. Molte famiglie vivono attorno al Mekong che gli da sostentamento in termini di cibo e lavorano la seta ed il cotone oppure fanno lanterne con la carta di riso o di gelso e spesso non amano staccarsi dalla famiglia per andare a lavorare negli alberghi o nei ristoranti a meno che non siano in Thailandia, dove tutti pensano che sia stia meglio... e si guadagna di più...

Il secondo giorno siamo andati alle cascate Khuangsy, molto belle ed imponenti all’interno di un parco che attraverso un percorso ti porta a varie “piscine” dove poter fare il bagno. Dall’ultima piattaforma poi parte un sentiero a volte un po’ stretto che ti porta a circa metà cascata ed il panorama è molto bello. E’ scontato portare costume e sandali che si possono bagnare perché alcuni passaggi si fanno con le gambe in acqua.

Il terzo giorno abbiamo visitato i 32 templi di Luang Prabang tutti molto belli e caratteristici, alcuni abitati dai monaci che studiano o fanno piccoli lavori d’artigianato. Vicino alla nostra guesthouse c’erano 3 templi in uno dei quali la sera verso le 17 iniziavano 40 minuti di preghiera a porte aperte, quindi se volete OVVIAMENTE con il dovuto rispetto, potete assistere. La sera siamo saliti sul Monte Phousi per vedere il tramonto sul Mekong; non pensate a qualcosa di estremamente romantico perché dato il flusso di gente dovrete sgomitare per trovare un posticino carino per fare qualche foto; comunque se arrivate presto, sicuramente passerete un pochino di tempo in tranquillità

  • 2044 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social