Un sogno chiamato Irlanda

Siamo in cinque a partire per quest’avventura...e devo dire che fin’ora, rimane una delle più belle vacanze che ho mai fatto. Personalmente ero molto dubbiosa di questa destinazione, votata a tavolino tra amici, una sera nel primo mese d’estate. Sarà ...

  • di koala79
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Siamo in cinque a partire per quest’avventura...e devo dire che fin’ora, rimane una delle più belle vacanze che ho mai fatto. Personalmente ero molto dubbiosa di questa destinazione, votata a tavolino tra amici, una sera nel primo mese d’estate.

Sarà che preferisco i posti di mare, o le capitali europee, ma devo ammettere, che pur essendo partita senza troppe aspettative, l’Irlanda mi ha davvero conquistata.

Indiscrivibili sono i paesaggi, la natura che fa da legge in questo paese, e le emozioni che essa può suscitare nei nostri animi. Poche sono le spese, se non quelle per dormire e viaggiare, i restanti luoghi sono prevalentemente gratuiti.

Io non mi aspettavo nulla,...e sono tornata con un amore dentro al cuore per questo paese stupendo, con la sua infinita cordialità, ...e una promessa...quella di tornare...e visitare la parte mancante...

Spero di riuscire a spiegare al meglio ciò che ho visto e le sensazioni datemi da una terra così vicina a noi...dai paesaggi mozzafiato...

1° GIORNO: AEROPORTO DI CIAMPINO - AEROPORTO DI SHANNON - LIMERICK

Con gli amici di una vita, conosciuti dai tempi delle superiori e mai lasciati, intraprendiamo quest’avventura che ci porterà in Irlanda, terra dominata dalla natura, da un verde così intenso da sembrare finto per quanto perfetto.

Partiamo con l’aereo della Ryaner che parte da Roma Ciampino (costo 130Euro A/R), in questo caldo giorno di ferragosto. Superiamo il chec-in, ( n° 13 tra l’altro!), con numerosi controlli, reduci dall’ultima ombra di attacchi terroristici a Londra, appena pochi giorni prima (10 Agosto 2006), e ci avviamo all’imbarco...il nostro aereo parte alle 16:45 ma si partirà in ritardo, (per poi arrivare in anticipo!).

Il viaggio durerà circa tre ore, il nostro itinerario prevede la scoperta della parte sud ovest dell’Irlanda; atterreremo a Shannon e da lì, con un’auto prenotata gia da Roma, ci avvieremo lungo il nostro cammino. Sono così tante le cose da vedere che temo che i giorni concessi non bastino per vedere tutto!

Comunque, le 3 ore sembrano davvero…“volare”.

L’Irlanda è vicina come non mai!

Alle 20:15 arriviamo all’aeroporto di Shannon. Spostiamo gli orologi di un’ora indietro, ci guardiamo intorno, e sorridiamo ad un cielo stranamente celeste e limpido, dalla temperatura mite! Ci rechiamo ai box dell’aeroporto per noleggiare l’auto prenotata da Roma, senza dimenticare di scattare qualche foto (le prime di una lunga serie...di 800 per essere precisi!). La macchina scelta è una Peugeot 307 rossa fiammante.

Sarà la nostra compagna per circa i 1200 km macinati per questo viaggio.

Il sole è ancora alto, si intravedono i primi meravigliosi scorci...risate e prese in giro a non finire...è l’inizio della vacanza!

Con la guida a sinistra la prudenza non è mai troppa, e devo ammettere che non fa un bell’effetto camminare lungo una corsia che non è la nostra, e i primi incroci sembrano infernali,...ma ce la caviamo...grazie anche al navigatore noleggiato anch’esso con l’auto.

Attenzione però!

Non affidatevi completamente a questo geniale attrezzo tecnologico, perchè molte volte le vie sono talmente piccole che non vengono segnalate! É sempre meglio avere con sé, la vecchia e bella cartina stradale, che non tradisce mai!

Arriviamo al Limerick Hotel Travelodge, il nostro primo albergo prenotato da Roma. Essendo la nostra prima notte, non volevamo avere brutte sorprese, preferendo una meta già stabilita per dormire!

L’hotel tutto sommato è carino, anche se la famosa ospitalità irlandese non c’è data a vedere! Riusciamo a confermare e prendere le camere già prenotate, saliamo, nelle nostre stanze, una doppia e una tripla, e scopriamo che la tripla altro non è che una doppia con in più un letto rimediato, stile brandina, da preparare anche da soli!

Troppo stanchi, non la prendiamo a male, e poi sarà l’unico posto deludente in cui abbiamo dormito. Strano, perchè è l’unico albergo in cui dormiamo e quindi ci si sarebbe aspettato qualcosina in più, visto che dopo, alloggeremo nei vari B&B disseminati in tutto il paese, degni invece, dei migliori alberghi a varie stelle

  • 2387 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico