Romantische Strasse e Foresta Nera

Viaggio in Germania. 1) I castelli di Re Ludwing. Mercoledì 4 luglio sono partita con la mamma e papà per un viaggio in Germania, nella Baviera. Siamo arrivati a Schwangau un paesino dove ci sono i due castelli di Neuschwanstein ...

  • di marillion690
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
 

Viaggio in Germania.

1) I castelli di Re Ludwing.

Mercoledì 4 luglio sono partita con la mamma e papà per un viaggio in Germania, nella Baviera.

Siamo arrivati a Schwangau un paesino dove ci sono i due castelli di Neuschwanstein e Hohenschwangau fatti costruire dal Re Ludwing II di Baviera verso la fine del 1800.

Dalla terrazza del nostro albergo si vedono i due castelli ed io sono già emozionata! Il primo castello che visitiamo è quello di Hohenschwangau che è di colore giallo intenso e non ha le torri a punta e la guida ci spiega che è stato costruito dal padre di Ludwing.

La sala più bella è quella da pranzo, con un lungo tavolo rettangolare e dei grandi vasi antichi di tante forme.

Dopo una lunga passeggiata in salita e sotto una fredda pioggerella, arriviamo al castello di N., di colore grigio chiaro, con le torri a punta e tante finestrelle.

All’entrata c’è un lungo corridoio che porta alle stanze della servitù del re.

La stanza che mi colpisce di più è la camera da letto di Ludwing, dove purtroppo il re non ha mai dormito.

Le pareti della stanza sono dipinte con disegni di “Tristano e Isotta” , i personaggi dell’opera del famoso musicista Richard Wagner che il re ama molto.

Il letto è a baldacchino ed è ricoperto con stoffa azzurro intenso.

L’ultimo castello che visitiamo è quello di Linderhof, dove il re vi ha vissuto negli ultimi anni della sua vita.

Il castello è di un bianco brillante e all’interno è pieno di lampadari dorati e vasi di tutti i colori.

La guida ha spiegato che quando due grandi pavoni in porcellana venivano messi all’ingresso, significava che il re era nel castello.

La sala più particolare è quella da pranzo: negli ultimi anni il re vi pranzava completamente solo e mangiava i suoi pasti ad un tavolo quadrato speciale.

Questo tavolino veniva calato come un ascensore direttamente nella cucina ed era apparecchiato dai servitori che il re non voleva neppure vedere.

2) Le località medievali.

Nella seconda parte del nostro viaggio ci fermiamo a Dinkelsbuhl, una graziosa cittadina nata circa mille anni fa.

Al centro del paese, dove si incrociano tutte le strade, vi è l’antica e grande Chiesa gotica di San Giorgio.

Questo paese è circondato da bellissime mura esterne, con sedici torri, una diversa dall’altra.

Vicino ad una di queste torri c’è un laghetto, che si chiama Gaulweiher, con anatre e cigni.

Un museo da non perdere è quello delle “Tre dimensioni” in cui si possono ammirare illusioni e fenomeni ottici molto divertenti, come ad esempio una grande foto di un vampiro, che a seconda del punto in cui si guarda, il vampiro prima dorme, poi si alza ed apre gli occhi, inizia ad aprire la bocca ed infine la spalanca e sembra azzannarti!!! Durante il giorno si può visitare Dinkelsbuhl con la carrozza trainata dai cavalli, mentre di sera si può fare una passeggiata in compagnia del Guardiano notturno che svela qualche segreto del passato.

Più a nord c’è un’altra città che si chiama Rothemburg e sulle mura si può percorrere il cammino di ronda dove in passato vigilava il guardiano della città.

Al centro del paese c’è una bellissima piazza del mercato, dove tanti anni fa si scambiavano le merci.

Sono rimasta affascinata dal gigantesco negozio del Natale, dove si trovano Presepi di legno di varie forme e alberi di Natale pieni di mille luci colorate e palline di vari tipi e materiali.

Al piano terra si possono comprare tutti gli addobbi natalizi per decorare la casa, mentre al primo piano c’è il Museo del Natale dove si può vedere come l’uomo, nel corso degli anni, ha iniziato a decorare la casa per festeggiare l’arrivo di Gesù

  • 6089 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social