Fantastica Georgia nel giro del mondo

Avventure (anche in autostop) sulle strade della Georgia

  • di simonemarcopolo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

14 settembre 2011

L’arrivo alla frontiera Georgiana promette già bene… struttura avveniristica e il poliziotto che ci chiede la mail per venirci a trovare in Italia! Eccoci nella patria dell’ospitalità… Superato il confine iniziamo a testare l’ospitalità Georgiana con l’autostop ed in 20 minuti siamo a Batumi, città turistica del Mar Nero, molto molto carina! Decidiamo subito di assaggiare il rinomato Kachapuri, lo prendiamo, ci sediamo in un giardinetto fuori una casa ed in men che non si dica… siamo sul divano di un’insegnante d’inglese a prendere il caffè con successivo invito a cena e poi... a suonare qualche canzone alla chitarra! Notte all’ostello “Ravel”… le ragazze che ci lavorano “??? e ???” sono fantastiche… e siamo i benvenuti visto il loro debole per l’italia!

15 settembre 2011

Sveglia all’alba ore 11 borsone lasciato a Batumi… e partenza per lo Svaneti… autostop da Batumi a Poti Tir Turco con il mitico “Mustafa” e jeep Niva del 73’. All’arrivo a Poti cerchiamo un mini market per pranzare… e arriviamo al market della Signora “Mancio”… che non solo ci offre il pranzo con caffè e dolcetto… ma ci fa anche il cestino per il viaggio! Caricati da una Mercedes e poi una punto siamo a Zugdidi a farci una birra offerta dai ragazzi del posto! Si prosegue… furgoncino con sosta preventivo per finestra e jeep fino a Khaishi. Arrivati li con 7euro in 2 ci siamo garantiti una camera in mezza pensione… l’anziana signora “fantastica” ci ha preparato una cena con prodotti fatti da lei… formaggio pane marmellate ecc…

16 settembre 2011

Sveglia colazione e saluti… ma immediatamente una volante della polizia ci ferma e ci carica nel Pikup, ci porta al centro del paesino …. ci guardiamo un attimo per capire cosa stesse succedendo e l’abbiamo subito scoperto ... se passa una macchina, subito la volante attiva la sirena per fermala e chiederle se va a Mestia, la nostra destinazione! Incredibile! Un furgoncino azero non si è fermato al posto di blocco, scatta l’inseguimento… la paura ci assale, saltiamo dietro per evitare pallottole vaganti… il furgoncino accosta… il poliziotto ha concluso la sua missione, ha scoperto che va a Mestia, sialiamo su con loro! Arrivati a Mestia ci dirigiamo al punto informativo per avere informazioni sui percorsi escursionistici e dove dormire. Picchettiamo la tenda nel giardino di una guesthouse e ci facciamo una passeggiata per il paese e i dintorni della montagna. Mestia è un cantiere aperto in piena ristrutturazione e costruzione per diventare il centro turistico invernale della Georgia. Le montagne sono molto belle e il confine Russo è appena a 14km!

17 settembre 2011

La mattina ci svegliamo pronti per affrontare un escursione da 5 ore verso il ghiacciaio: ci abbigliamo da perfetti escursionisti, compriamo acqua e pane e… appena incamminati subito ci rendiamo conto che non abbiamo voglia di camminare! Così dopo circa 2 Km ci addentriamo in un agglomerato di 5 casette di montagna e ci sediamo per mangiare, il market era chiuso quindi solo pane e olio… ma, tempo 2 minuti e ci viene offerto il formaggio! Sazi e con poca voglia di camminare decidiamo di goderci il panorama e nel primo prato ci allunghiamo e ci addormentiamo! Lungo la strada del ritorno incontriamo una simpaticissima coppia tedesca con cui decidiamo di mangiare i piatti tipici locali in una taverna di Mestia… cena abbondante e torta per festeggiare il compleanno di Lisa! Auguri! Guarda le foto nel blog www.simonemarcopolo.wordpress.com.

18 settembre 2011

Si ritorna a Batumi dove ci aspettano le nostre enormi valigie! La fortuna vuole che incontriamo un fuoristrada dell’onu per i rifugiati che ci porta direttamente fino a Zugdidi dove seduti sulla panchina dei rifugiati scappati per il conflitto in Abkhazia ci offrono una bella fetta di cocomero. Dopo una lunga attesa incontriamo dei ragazzi che vanno a fare la serata a Batumi così ci danno un passaggio. Dopo un bel po’ ci concediamo una notte in hotel

  • 5441 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social