Parigi: consigli tecnici

Parigi – viaggio di 1 settimana (partenza 31/12/2005 e rientro 7/1/2006) Consigli pratici Alcuni contributi a supporto dei viaggiatori destinati a Parigi, contributi di natura meramente operativa. Il Volo: abbiamo viaggiato in 4 con la RyaAir, partendo da Treviso (citata ...

  • di Andrea 65
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Parigi – viaggio di 1 settimana (partenza 31/12/2005 e rientro 7/1/2006) Consigli pratici Alcuni contributi a supporto dei viaggiatori destinati a Parigi, contributi di natura meramente operativa.

Il Volo: abbiamo viaggiato in 4 con la RyaAir, partendo da Treviso (citata come Venezia) e arrivando a Bouvais (citata come Parigi); prezzo finito a testa 189,00.

Usare una compagnia low cost implica scali secondari e orari non sempre agevoli.

Consiglio solo se la differenza di prezzo con un volo “regolare” (vedi Air France da Verona su www.E-dreams.It per es.) e’ veramente significativa (almeno 50,00): si consideri infatti che un aeroporto piccolo ha pregi (pochi gate, no masse di gente, parcheggi meno onerosi) ha anche difetti (scarsa organizzazione, poche informazioni)... L’aeroporto di Treviso ha la zona dei check in grande come il mio salotto, mentre il Bouvais sembra una struttura per le sagre (zona imbarchi sotto tendone, diffusore incomprensibile); inoltre quest’ultimo, lontano 80 km da Parigi obbliga all’acquisto di ticket per il bus (durata viaggio 1 ora e 15 minuti, costo A/R 26,00 !) e per il ritorno in mattina obbliga a levataccie (il bus ti porta a Port Maillot nel 15 arr. Da dove ti devi muovere in metro o taxi). L’Alloggio: mi sento di consigliare Isabelle Harand – Lebarbenchon (tel. Mobile +33 0683175243 o domicile +33 0153691286 email vincent.Labarbenchon@wanadoo.Fr) visto l’appartamento comodo (vicino torre Eiffel, 15 arr, 2 camere da letto + spazio in entrata con angolo cottura) ed il prezzo sopportato (alla fine 650,00 per 1 sett) nonostante lo spazio angusto (in tutto 25 m quadrati)... In realtà l’appartamento l’ho reperito grazie all’agenzia Lodgis (47 rue de Paradis, Paris) (www.Lodgis.Com) che ha un ottimo portale con dettagli fotografici dei vari appartamenti e rispondono via mail con tempestività (qualcuno scrive anche in italiano): solo che l’agenzia ha voluto 150,00 e bisogna essere disposti a faxare la propria carta di credito... Contattando direttamente Isabelle si risparmia quindi tali costi e si ha la possibilità di avere appartamenti piu’ grandi.

Avvertenza: abbiamo avuto modo di contestare ad Isabelle la scarsa pulizia dell’appartamento appena arrivati; la signora delle polizie insisteva nel dire che aveva cambiato e lavato le lenzuola ma le tracce “umane” reperite smentivano il fatto comportandoci del disagio la prima notte; Isabelle si e’ dimostrata comprensiva esentanadoci dal costo delle pulizie e della cauzione. I Musei: nonostante quanto ho letto sulla non convenienza della carta Musei sono a ribadirne l’opportunità (più che la convenienza); il costo e’ differenziato (mi pare 15 – 36 – 54 €) a seconda dei giorni ( 1 – 3 –5); chiamata museums pass o cart musèes consente di accedere a 70 musei (non solo a Parigi ma anche nelle vicinanze, come Versailles) saltando le code (grazie a corsie preferenziali, ma non sempre perche’ spesso i controlli con il detector sono concentrati vedi Sainte Chapelle) e frequentando liberamente i musei nei giorni di riferimento; considerando che in un giorno e’ difficile vedere più di 2/3 musei (costo entrata ca 8 €) il vantaggio economico e’ risicato: tuttavia considerato che con la carta accedi anche a siti panoramici (le torri del Notre Dame, la sommità dell’Arc de Trimphe) e ti garantisce una certa flessibilità che per il Louvre e’ vitale (meglio fare 3 puntatine di 2 ore che farsi una giornata full immersion) consiglio nettamente... Avvertenza: necessario avere le idee chiare sui musei da vedere, evitare di fare la tessera che includa lunedì e martedì (giorni spesso di chiusura), cercare già i gg prima la tessera da 3 giorni (che spesso e’ esaurita in quanto la più richiesta) non solo nei musei o nelel libreria Fnac ma soprattutto nelle stazioni delle metro

  • 3006 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social