Lourdes: breve tour turistico religioso

Di Rita Risoli Ero già stata a Lourdes, molti anni fa, con il treno malati e pellegrini e desideravo molto tornarci. L’occasione favorevole mi si è presentata con l’offerta Chiesa viaggi: andata-ritorno, senza pernottamento, in tutto 3 giorni, prezzo 88 ...

  • di green monkey
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Di Rita Risoli Ero già stata a Lourdes, molti anni fa, con il treno malati e pellegrini e desideravo molto tornarci. L’occasione favorevole mi si è presentata con l’offerta Chiesa viaggi: andata-ritorno, senza pernottamento, in tutto 3 giorni, prezzo 88 euro a testa, dal 31 maggio al 2 giugno. Avevamo così un intero giorno da trascorrere nella cittadina di Bernadette e nessun giorno lavorativo veniva incluso. Partenza quindi in pullman da Torino alle 17 e 30 del 31 maggio,io,le mie due figlie e un loro amico. Pullman dalle poltrone scomode per passare la notte, bagno piccolo ma sufficiente. Durante il lungo percorso ci sono date bevande calde, a 1 euro ,quando si desidera. Non essendo un pullman parrocchiale,non ci aspettavamo preghiere che invece ci sono state ..Il film su Bernadette ,che io già conoscevo,mi è parso utile per far conoscere a grandi linee la storia di Lourdes . Bravissimo l’autista,calmo,prudente,dalla guida regolare e simpatico lo scambio di battute notturne tra lui e un suo collega alla guida di un altro pullman che ci precedeva, allo scopo di tenersi svegli. Si fanno molte soste, in autostrada, soprattutto per gli autisti .

Arrivo a Lourdes,alle 7 ,dopo una notte di pioggia . Il cielo si sta aprendo . Scendiamo,intorpiditi dal sonno e dal freddo umido e ci dirigiamo verso il santuario che è interno al paese ma separato da esso come un’isola . Questo complesso è vastissimo e comprende le basiliche, la grotta delle apparizioni , le piscine con l’acqua “miracolosa” ,le strutture di accoglienza e assistenza medica dei malati ,vari punti di sosta per i pellegrini,ma niente bar,niente negozi, soltanto bagni. Sembra di entrare in una piccola strana città sospesa nel tempo . Ecco , i grandi cancelli sono già aperti . Un tiepido raggio di sole ci accoglie,illuminando l’esplanade fino alla basilica che si innalza maestosa,cercando l’azzurro del cielo. Arrivano già i primi pellegrini, come noi. Molte rose e il verde di alberi e prati.

L’anno 2008 è per Lourdes l’anno del Giubileo,in quanto ricorrono 150 anni dalle apparizioni del 1858 a Bernadette. Ci viene consegnato,se lo si desidera,un medaglione con 4 simboli che rappresentano 4 tappe da perseguire nel cammino. Ad ogni tappa verrà consegnata una etichetta adesiva per completare l’insegna e conservarla come ricordo. Le 4 tappe sono :a )la chiesa con il fonte battesimale dove Bernadette fu battezzata. b ) il cachot dove ha abitato la famiglia di Bernadette (Soubirous) c) la grotta delle apparizioni d) l’oratorio dell’ospizio dove Bernadette fece la prima comunione. Naturalmente,se si vuole fare questo percorso anche con senso religioso,ci sono dei momenti di raccoglimento e di preghiera in ognuna delle soste nelle tappe raggiunte.

Ore 7e30 Come già concordato con le mie figlie,ci separiamo per metà giornata,io nel mio percorso di fede e di raccoglimento e loro tre di scoperta,di riflessione,di osservazione.

Mi dirigo subito verso la grotta,là dove una pastorella povera ed analfabeta vide la “Signora”che le rivelò la propria identità e le fece trovare quell’acqua miracolosa per chi ha fede. “Que soy era immaculada councepciou”... Centinaia di persone si muovono sul mio percorso,verso questo luogo magico,suggestivo,intriso di tanti dolori ma anche di speranza,di fede,di pace. Vengono da ogni parte del mondo , le lingue più disparate si uniscono nella preghiera . Insieme alle invocazioni , sale il continuo gorgoglìo del fiume Gave che scorre vicino . Quando le varie Messe celebrate nella grotta in lingue diverse sono finite,si entra dentro in fila,lentamente,e ognuno accarezza le pareti e offre alla Madonna ciò che sente nel cuore. In alto,sulla roccia,la statua di Maria ,come descritta da Bernadette. Passano a intervalli le carrozzine dei malati,spinte da familiari o volontari e così varie volte nella giornata

  • 3632 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social