Copenhagen e poi in giro per la Danimarca

Copenhagen, ….poi in giro per la Danimarca Il nostro viaggio è iniziato il 12 agosto 2005. Siamo partiti dall’aeroporto di Catania con un volo Air One per Roma e da lì il volo Maersk Air per Copenhagen. La programmazione era ...

  • di alessandro.v
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
 

Copenhagen, ...Poi in giro per la Danimarca Il nostro viaggio è iniziato il 12 agosto 2005. Siamo partiti dall’aeroporto di Catania con un volo Air One per Roma e da lì il volo Maersk Air per Copenhagen.

La programmazione era iniziata già nel mese di marzo (e con essa l’attesa del viaggio estivo), individuando i luoghi di maggiore interesse, il percorso da fare, richiedendo nei siti turistici on line le guide illustrate, prenotando gli alberghi e acquistando i biglietti aerei (tratta Roma-Copenhagen convenientissima con Maersk Air on line). Il programma del viaggio prevedeva una permanenza nella capitale danese per tre giorni e poi il tour della Danimarca.

Arrivati a Copenhagen intorno alle 17,00 abbiamo preso il treno che dall’interno dell’aeroporto porta in centro nello spazio di pochi minuti.

Usciti dalla stazione centrale veniamo colti di sorpresa da un freddo intenso e da una leggera pioggerellina.

Fortunatamente avevamo prenotato un albergo, l’Ibis Crown, che sapevamo trovarsi a poca distanza e quindi ci siamo avviati a piedi. Effettivamente l’hotel, prenotato via internet, non era lontano dalla stazione. Lasciati i bagagli e rinfrescatici (!) in fretta siamo usciti in cerca di un posto dove cenare. Ne scegliamo uno tra i tanti proprio nei pressi dell’inizio dello Stroget: il corso pedonale che dicono essere il più lungo del mondo! Fa ancora più freddo e iniziamo a temere di dover acquistare in loco abbigliamento più pesante.

Il centro è animato e il corso è un susseguirsi di negozi e ristoranti.

Giorno 13, fatta colazione di prima mattina, iniziamo il nostro giro alla scoperta della città.

Continua a fare freddo. Raccolte tutte le informazioni e le cartine necessarie al Tourist Information (sito proprio difronte la Stazione Centrale), acquistiamo la Copenhagen card e iniziamo la scoperta del centro di Copenhagen.

Imbocchiamo nuovamente l’ingresso dello Stroget e attraversiamo le piazze molte animate Gammel Torv (con la fontana della carità) e Nytorv (dove sorge il palazzo di giustizia). Costeggiamo la Helligàndskirken (Chiesa dello Spirito Santo di origine medievale), superiamo di slancio, resistendo alle tentazioni, i negozi Georg Jensen e Royal Copenhagen, arrivando così alla Hojbro Plads con la fontana dalle cicogne di bronzo. Dopo una breve sosta per riprendere fiato, per un caffè nordico e per concederci uno sguardo ai numerosi ed interessanti negozi (con prezzi incredibilmente contenuti ...E dire che la Danimarca doveva essere cara!!) che si trovano lungo la strada, riprendiamo la marcia fino alla Kongens Nytorv, la piazza con la statua equestre di Cristiano V. Intorno la piazza una serie di bei palazzi: Thott’s Palae (sede dell’ambascata francese), il Teatro Reale, i Magasin du Nord, Charlottenborg (Accademia Reale delle belle arti) Percorsi ancora pochi metri e svoltando a destra, improvvisamente ecco il Nyhavn. La notorietà del luogo non è ingiustificata. Le case sul canale sembrano dipinte. La nebbiolina ed il cielo grigio non guastano lo spettacolo.

Ci fermiamo per quasi un’ora e poi, percorso un tratto del porto e raggiunta la fontana che orna i giardini di Amaliehaven (giardini di Amalie), arriviamo fino ad Amalienborg Slot, residenza della famiglia reale sin dal 1794. Aspettiamo che il campanile della Marmorkirken annunci il mezzogiorno per assistere al cambio della guardia.

Bella la piazza, con i quattro palazzi intorno praticamente identici. L’interno dell’ala del palazzo aperto ai visitatori è veramente interessante

  • 15380 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social