Toccata e fuga alle Cinque Terre

Dalla spiaggia di Deiva Marina a una serata romantica a Monterosso... poi uno stupendo pomeriggio a Manarola e Riomaggiore attraverso la Via dell'Amore

  • di moniasvario
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 
Annunci Google

Sabato 28 luglio alle ore 5 partiamo alla volta della Liguria per un meritato weekend al mare. Percorriamo in tutta tranquillità la A7 in direzione Genova senza alcun problema di traffico e caldo. Il nostro programma di massima è di fermarci al mare il sabato mattina, giungere al campeggio in zona Cinque Terre il pomeriggio per poi visitare questi paesi patrimonio dell'Unesco. Durante il viaggio sbirciamo sul web le foto di alcune spiagge della riviera di Levante e optiamo per Deiva Marina dove si trova una lunga spiaggia di ciottoli sottili. Dall'uscita autostradale la discesa al paese è abbastanza tortuosa e giunti nel centro abbiamo difficoltà nel trovare un posteggio non a pagamento; la presenza delle bancarelle del mercato non ci aiuta di certo nell'impresa! Decidiamo quindi di uscire dall'abitato e di posteggiare a circa 1 km lungo il lato della strada accanto a un centro sportivo, ci cambiamo velocemente in auto e alle 9 siamo già pronti e attrezzatissimi per la playa! Facciamo una tappa a una focacceria e all'edicola prima di giungere sul litorale. Notiamo subito come la spiaggia sia quasi interamente occupata da sdraio e lettini in affitto, ma noi non 'scendiamo a compromessi' quindi decidiamo di camminare verso ovest dove vediamo una spiaggia libera al fondo. Essendo mattina presto riusciamo a trovare un bel posticino circondato da rocce grazie alle quali riusciamo a 'delimitare la proprietà'! Il mare è trasparente e il sole comincia a scottare intorno alle 10.30/11. Un bel bagno e poi a mezzogiorno Federico non resiste più al sole e se ne va a fare una pesseggiata per il paese.

Dopo circa un'ora lo raggiungo e compriamo della frutta e un trancio di pizza per pranzo. Una breve passeggiata per le viuzze del centro poi intorno alle 2 ci dirigiamo alla macchina per andare a Levanto, percorrendo l'autostrada Genova-La Spezia. Oltrepassata Levanto aguzziamo la vista alla ricerca del Camping San Michele a cui avevamo telefonato qualche giorno prima informandoci sulla disponibilità di una piazzola per tenda piccola; ci era stato detto che non ci sarebbero stati problemi in quanto il camping è ampio e con molte piazzole disponibili. Lo troviamo abbastanza facilmente in località Busco grazie alla buona segnaletica lungo la strada. Ci fermiamo alla reception e dopo aver sbrigato velocemente la procedura di check in giriamo nel campeggio alla ricerca di una piazzola, preferibilmente all'ombra! Sopra la casetta della reception c'è un boschetto dal cui pendio sono stati ricavati dei terrazzamenti; ci piazziamo sotto un albero gigante a ridosso della strada che non ci pare molto trafficata quindi optiamo per questo posto che non è nemmeno molto distante dalla toilette e docce. Una volta montata la tenda decidiamo inizialmente di scendere alla spiaggia di Levanto però poi cambiamo idea: ce la dormiamo un po' fino allle 17, doccia e siamo poi pronti per andare verso le Cinque Terre per la serata. Dei 5 paesi (Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore), Monterosso è il più vicino e, pare, il più grande per cui optiamo per dirigerci là. Si percorre una strada agevole in salita e una volta giunti quasi alla sommità del monte si presenta un bivio: a destra si scende a Monterosso porto mentre a sinistra a Monterosso centro. Prendiamo la strada di sinistra e cominciamo a preoccuparci nel vedere la quantità di auto posteggiate a lato strada già a notevole distanza dal centro. Ci diamo una risposta plausibile: può darsi siano i turisti ancora presenti nelle golette/spiaggette sottostanti a cui si accede spesso tramite scalette ripide e strette. Scendiamo in auto fino all'ingresso del paese dove non si può più procedere e potremmo posteggiare nel park a pagamento ma è al completo, così come il secondo piano a livello strada. Nulla da fare, torniamo indietro e troviamo un posto libero lungo la carreggiata a circa 1 km dal paese. Il costo orario è di 1,50 €/ora e... consiglio: portate sempre monetine in auto perchè in Liguria vi sono quasi esclusivamente posteggi a pagamento in modalità self! Stampiamo il ticket valido fino alle 23 circa e scendiamo a piedi. Il paese è diviso in due parti (centro e porto) collegate da un tunnel all'interno del quale la sera si esibiscono artisti di strada (sabato sera c'era una brava flautista). Prima di oltrepassare il tunnel ci fermiamo al Ristorante Belvedere per prenotare un tavolo per le 20.30 dato che abbiamo visto buone raccomandazioni sul sito 'Trip Advisor'. Durante questo weekend è in corso la rassegna 'Vinvagando 2012' con la possibilità di degustare vini della zona presso degli stands delocalizzati nel centro del paese, inoltre nella piazzetta del porto sono state allestite delle tavolate imbandite a cui sono seduti una cinquantina di sommeliers intenti ad assistere ad una conferenza

Annunci Google
  • 4417 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social