Sofia, plovdiv, rila, kyustendil

12/08/2008 Belgrado/Sofia km 420 - tempo impiegato 4,30 Il nostro tour dei Balcani prosegue dopo esser passati per Montenegro e Serbia. In quattro, partendo da Belgrado verso le 12,00 con la ns fiat stilo sw in poco piu' di 4 ...

  • di jyunior
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

12/08/2008 Belgrado/Sofia km 420 - tempo impiegato 4,30 Il nostro tour dei Balcani prosegue dopo esser passati per Montenegro e Serbia.

In quattro, partendo da Belgrado verso le 12,00 con la ns fiat stilo sw in poco piu' di 4 ore arriviamo a Sofia. L'autostrada da Belgrado a Nis è scorrevole e poco trafficata, si attraversa la campagna serba, semideserta, poco dopo Nis si giunge alla frontiera.

Passare la frontiera è stato alquanto facile, non ci sono file e, dopo l'ingresso della bulgaria in europa, noi italiani non abbiamo bisogno nemmeno del passaporto, basta la carta d'identità. Subito dopo la frontiera si attraversano delle spettacolari gole, per poi attraversare una placida pianura che ci accompagna fino a Sofia.

Arrivando verso il centro ci soffermiano sulla periferia che sembra alquanto degradata ed in costruzione, ma pur sempre molto meglio di parecchie squallide periferie di molte nostre citta'. Ci stupisce il fatto che i semafori durino un eternità e che ci sia un traffico molto movimentato, ma una volta arrivati a destinazione tutto ci appare sotto una luce diversa.

Soggiorniamo in un ostello che sa di nomenklatura, chiamato Red Star, stanze abbastanza pulite e prezzi piu' che accettabili, appena 10 euro a persona, colazione stile sovietico a base di Burek.

Ci consigliano di usare un parcheggio privato sotto casa per l'auto, e, visto che è il ns unico mezzo per tornare in Italia, decidiamo di non sfidare la fortuna... Sofia non ci da l'impressione di essere una città pericolosa, ma per appena 5 euro non vale la pena rischiare.

In serata passeggiamo per il centro, che è molto carino.

Visitiamo la moschea, la chiesa ortodossa e la sinagoga che si trovano a pochi passi l'una dall'altra, e, ad appena un centinaio di metri, si erge il palazzo del partito comunista bulgaro, che fino a pochi anni fa dettava legge da queste parti... Beh vedere tuti questi luoghi l'uno a fianco all'altro, considerando quello che rappresentano, ci sembra piu' che surreale, come se la tolleranza qui' fosse di casa.

Decidiamo di cenare in un ristorante molto elegante a pochi passi dal museo nazionale, prezzi davvero stracciati, appena 3,50 euro a persona!!! alla fine stanchi torniamo al nostro ostello.

13/08/2008 Sofia/Koprivshtitza/Plovdiv km 280 Verso le 11,00 partiamo da Sofia, non senza aver prima fatto una passeggiata per il centro visitando la grande cattedrale ortodossa. Dopo appena un'ora e mezza siamo a Koprivshtitza, città museo a circa 90 km da Sofia. La strada è piacevole e veloce. Koprivshtitza è' un borgo rimasto intatto all'epoca del medioevo, con casette a 2/3 piani costruite in legno, e conservate anche all'interno con oggetti dell'epoca.

Pranziamo al migliore ristorante di questo borgo incantato, mangiando piatti tipici ad un prezzo davvero incredibile...Appena 15 euro per quattro persone!!! Dopo pranzo partiamo alla volta di Plovdiv, la vecchia capitale della Bulgaria un tempo chiamata Filippopoli.

Attraversiamo una splendida pianura ai margini della valle delle rose, (che d'estate è insignificante in quanto lo spettacolo vero della raccolta delle rose si ha a giugno) piena di alberi da frutta... Ci fermiamo spesso, come dei bambini a raccogliere frutta di tutti i tipi. In questo tratto la strada non permette di correre, è alquanto dissestata, ma in fondo non c'importa più di tanto, siamo troppo presi dalla natura incontaminata.

In serata arriviamo a Plovdiv, città molto più piccola di Sofia, con un centro storico molto invitante. Pernottiamo in un ostello nuovo di zecca a pochi passi dalla piazza della moschea. Paghiamo i nostri soliti 10 euro a persona, colazione compresa. La sera visitiamo il centro, stile turco, con la moschea costruita su di un anfiteatro tracio, davvero impressionante... Ceniamo in un ristorantino greco dove ci abboffiamo in 4 per appena 15 euro e 50...Naturalmente non a testa, ma diviso 4!!! Torniamo in ostello stanchi morti

  • 5054 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social