Bulgaria, Istruzioni Per l’Uso

Una vacanzina rapida al 50%!
 
Partenza il: 04/10/2021
Ritorno il: 08/10/2021
Viaggiatori: 2

BULGARIA Istruzioni Per l’Uso

Una vacanzina rapida al 50%

Buongiorno a tutti sono di nuovo Roberto (MODICAT2) guida turistica a Napoli e autore di “Istruzioni per l’Uso”. Dopo le 10 nazioni già pubblicate (Cuba, Grecia, Israele, Marocco, Thailandia, ecc.), eccomi di nuovo per aiutarvi a viaggiare meglio con i miei consigli vissuti in prima persona.

Questa volta la mia compagna ed io siamo andati a fare un giretto in Bulgaria complici le ultime giornate di sole ad inizio ottobre (2021); tappa base è stata Sofia e poi abbiamo visitato altre due località.

PERCHE’ ANDARE IN BULGARIA

La Bulgaria è nella UE, ma ha una propria valuta, il Lev bulgaro che vale quasi la metà di un euro: ovvero un Lev 50 centesimi, 2 Lev un euro. In realtà il cambio giusto sarebbe 1,961…ma per fare i conti è più facile pensare che il Lev valga la metà di un euro, così basterà dividere tutti i prezzi a metà e saprete il costo in Euro.

Il fatto del “prezzo a metà” è importante perché, in Bulgaria, quasi tutto costa ancora la metà rispetto a noi. Mi spiego con degli esempi: le sigarette di marca costano la metà che da noi (2,50 euro), nei ristoranti si mangia con 10-15 euro a testa (ma anche meno), un discreto hotel costa 40 euro a notte (da noi costerebbe 80), le pizzette al taglio costano 1 euro, i taxi costano pochissimo (partono con circa 1 euro e costano 30 centesimi a kilometro, es.:aeroporto-centro 6 euro), bottigliette d’acqua 30 centesimi (salvo rapinatori nei locali per turisti), i trasporti costano la metà che da noi e così via. Questa è la ragione base per la quale andare in Bulgaria significa vedere una nazione ancora un po’ “arretrata” rispetto all’Italia, ma proprio per questi suoi aspetti, interessante da visitare e spendere davvero poco. COME ARRIVARE E DOVE DORMIRE

In Bulgaria ci dovete arrivare in aereo e noi abbiamo viaggiato con Wizzair da Napoli spendendo 75 euro a testa, di cui 48 per il biglietto, 30 per un trolley e qualche spicciolo per l’assicurazione viaggio.

Dato che abbiamo prenotato last minute, come albergo abbiamo scelto l’Hotel Light che è un tre stelle a 700 metri dal centro di Sofia, (40 euro a notte) in una stradina silenziosa di un quartiere con case abbastanza degradate. Personale cortese, lotta vinta per avere un letto matrimoniale e non due singoli appoggiati, buona e variata colazione internazionale al mattino, ottimo wi-fi e, incluso nel prezzo, accesso ad una loro SPA. Come consiglio generale, quando prenotate, chiedete specificamente una stanza silenziosa altrimenti potreste capitare vicino all’ascensore o alle scale. Comunque, siamo andati lì perché non c’era posto in un hotel che ci era stato consigliato e che è posizionato molto meglio: il Sofia Place, proprio vicinissimo alla strada pedonale centrale che è la via Vìtosha (con l’accento sulla ì).

Noi fra viaggio ed alloggio abbiamo speso 350 euro, ma abbiamo incontrato coppie di Catania che avevano pagato 19 euro andata e ritorno a testa, sempre con Wizzair, accontentandosi di portare lo stretto necessario in uno zaino (sono ammessi a bordo gratis) e, prenotando per tempo, si può davvero spendere poco perché si fittano stanze perfino a soli 10 euro a notte (con il bagno in comune).

Se viaggiate con Wizzair state molto attenti perché le pagine del check-in on line sono poco comprensibili e sono finalizzate (lo fanno apposta!) a farvi pagare la scelta del posto, mentre se lo si lascia scegliere a loro il posto è gratis. Difficilissimo riuscire a superare questo step (punto 3: scelta dei posti), ma con un po’ di pazienza, cliccando AVANTI e CONTINUA alla fine si arriva a dove dice che faranno loro la scelta e in questo caso non si paga e si risparmiano 18 euro a testa.

COSA FARE ALL’ARRIVO

Premetto che io preferisco non usare il bancomat all’estero per prelevare danaro, per cui mi porto euro contanti sufficienti dall’Italia e cambio man mano che serve, mentre, per le spese grosse (Hotel, gite o altro), uso la carta di credito. Se preferite il bancomat, allora usate quello per i vostri prelievi, ma attenzione alle commissioni fisse che vi fanno pagare i bancomat locali su ogni prelievo, perchè a volte sono altissime rispetto a quanto prelevate.

Appena arrivati, prima di uscire dagli arrivi, cambiate massimo 20 euro dal cambiavalute dell’aeroporto perché il cambio è pessimo (1,86 o meno). Con i Lev che riceverete in aeroporto (tagli piccoli!!) potete prendere la metro con 1,60 lev (80 cent) ed arrivare fino in centro alla fermata Serdika e lì cambiare linea per andare il più vicino possibile al vostro Hotel. Oppure potete permettervi il grande lusso di un taxi che vi costerà comodamente in centro per più o meno 6 euro. (Mi raccomando che azionino sempre il tassametro!!!). Arrivati a di Sofia troverete tanti piccoli cambiavalute per cambiare a 1,95 (minimo).

QUANDO ANDARE IN BULGARIA

Secondo me, il periodo migliore è giugno o settembre perché meno affollato e meno caldo. Noi abbiamo deciso di partire solo due giorni prima e ci siamo andati da lunedì 4 a venerdì 8 ottobre, proprio al limite del bel tempo; infatti abbiamo avuto due giorni di sole e poi due di pioggia. Verificate sempre il meteo previsto e solo dopo comprate i biglietti.

QUANTO TEMPO PASSARE IN BULGARIA

Quanto rimanere dipende dalle vostre preferenze in fatto di vacanza. Se siete appassionati di trekking e vi piace immergervi nella Natura, questo è il paese per voi: Sofia stessa è verde e piena di bei parchi da visitare, la campagna bulgara e i Balcani (ovvero le montagne vicino al monte Vìtosha) vi aspettano per brevi o lunghi tour (anche fino a 20 giorni camminando di cima in cima). D’inverno sciare qui costa pochissimo e la campagna rurale è ancora come da noi 50 o 70 anni fa, quindi interessante, magari per girare in bicicletta se siete sportivi.

Se invece vi piacciono i monumenti ed i musei, Sofia la visitate in una giornata perché i punti di interesse sono una decina e non di più e in una giornata ve li fate abbondantemente tutti. Poi però vi consiglio caldamente di uscire da Sofia per andare a visitare almeno due località ad un centinaio di kilometri da Sofia. In un giorno si deve assolutamente andare a vedere Plovtiv a 120 km dalla capitale ed un giorno andare al Monastero di Rila sulle montagne. Potete usare un’auto a noleggio guidata da voi, o accordarvi (in bulgaro) con un tassista, oppure scegliete un tour organizzato (scelta migliore). Un ulteriore, eventuale, altro giorno potete dedicarlo agli sfizi come abbiamo fatto noi (shopping e SPA) dopo di che, noi non abbiamo trovato niente altro da fare.

Guarda la gallery
bulgaria-9gbt3

la sinagoga ebraica di Sofia

bulgaria-1pyve

Plovtiv, il teatro romano

bulgaria-7sfzn

la cattedrale Nevskij

bulgaria-4mnen

Koprivstitsa

bulgaria-7vd8e

noi due al museo delle illusioni



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bulgaria
    Diari di viaggio
    bulgaria: sofia e plovdid

    Bulgaria: Sofia e Plovdid

    Viaggio in Bulgaria, tre notti, quasi quattro giorni, due a Plovdid e due a Sofia. Plovdid è stata capitale europea della cultura nel...

    Diari di viaggio
    bulgaria, istruzioni per l'uso

    Bulgaria, Istruzioni Per l’Uso

    BULGARIA Istruzioni Per l’Uso Una vacanzina rapida al 50%Buongiorno a tutti sono di nuovo Roberto (MODICAT2) guida turistica a...

    Diari di viaggio
    weekend a sofia 5

    Weekend a Sofia 5

    Per molta gente le capitali europee da visitare restano le classiche super gettonate, Londra, Parigi, Vienna o Barcellona, ma negli ultimi...

    Diari di viaggio
    cavalcata turca

    Cavalcata Turca

    Quest’anno, dopo vari ripensamenti, abbiamo deciso di visitare la Turchia.Per me che scrivo è la prima volta in assoluto che metto...

    Diari di viaggio
    bulgaria on the road, da sofia al mar nero

    Bulgaria on the road, da Sofia al Mar Nero

    Ferie estive 2019, io e Donatella decidiamo di trascorrerle visitando la Bulgaria insieme a Riccardo e Milly con cui siamo affiatati ed...

    Diari di viaggio
    sofia, capitale dai mille volti

    Sofia, capitale dai mille volti

    La periferia è cupa, grigia, e desolante Appena ci arrivi, vorresti già scappare. Il tragitto dall'aeroporto al centro città non è...

    Diari di viaggio
    bulgaria e macedonia: quando i balcani ti sorprendono – parte i

    Bulgaria e Macedonia: quando i Balcani ti sorprendono – parte I

    Capita che nella scelta di una meta da visitare si faccia talvolta affidamento sui ricordi di quanto visto in qualche programma Tv o su...

    Diari di viaggio
    sorprendente sofia

    Sorprendente Sofia

    SOFIA (4-8 sett. 2018) Non nego che per noi anzianotti i paesi dell’est, quelli al di là della vecchia Cortina di Ferro abbiano un certo...

    Diari di viaggio
    viaggio nella bella bulgaria

    Viaggio nella bella Bulgaria

    Benvenuti nel Paese più economico della comunità europea. SABATO 25 AGOSTO 2018 Partenza da Pisa con volo Ryanair delle 18,25 e arrivo a...

    Diari di viaggio
    weekend a sofia 3

    Weekend a Sofia 3

    party ad content" width="100%">

    Video Itinerari