L’equatore all’orizzonte... Praia do Forte e Salvador de Bahia

Un viaggio tra i colori, i profumi e i sapori del Brasile

  • di rugiada_verde
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 
Annunci Google

23 novembre 2011: la maggior parte delle persone è immersa nella propria routine quotidiana, oberata di impegni e di doveri e invece per me l’unica vera preoccupazione di oggi è capire se ho fatto bene ad alzarmi prima dell’alba e raggiungere Malpensa in auto o se invece mi conveniva prendere una pensioncina economica ma dignitosa e riuscire così a dormire qualche ora in più… poco male tanto ormai sono arrivata al check in! Brasile sto arrivando!

Dopo circa 12 ore di volo con scalo tecnico a Porto Seguro (un encomio al pilota per un atterraggio da manuale su una pista davvero molto stretta e corta) ed eccomi arrivata in uno dei paesi più estesi del mondo.

Ho sorvolato la linea dell’equatore, oltre il quale tutto si inverte, dove a sud fa freddo, dove l’inverno è estate e la mezzaluna in cielo ti sorride… che emozione!

Secondo una leggenda marinaresca francese Nettuno sale a bordo delle navi a salutare i marinai nel momento in cui si attraversa l’equatore… in aereo niente di tutto ciò, Urano non si è visto e l’unico che è venuto a salutarmi è stato lo stewart. Ad ogni modo anche per stavolta, San Giuseppe da Copertino, patrono dei passeggeri degli aerei, ha fatto il suo dovere, meno male!

Ad accogliermi all'arrivo, ormai stremata dalle lunghe ore di viaggio, l'ilarità e l'energia delle donne bahiane vestite con i loro indumenti tipici, che con un sorriso e tanta semplicità mi offrono i loro "fita", braccialetti colorati con la scritta "Senhor do Bonfim" - dal Gesù protettore dell'omonima chiesa - che, legati al polso con tre nodi, manifestano al Signore i nostri desideri; solo quando si spezzeranno si potranno realizzare i desideri espressi nel momento in cui vengono annodati al polso.

Io per non sbagliare me ne faccio allacciare ben due, visto i tempi che corrono melius abundare quam deficere, non sia mai che per la legge dei grandi numeri almeno qualcuno dei 6 formulati si avveri! Dall’aeroporto di Salvador de Bahia dopo un’ora di pullman eccomi finalmente arrivata al piccolo paesino di pescatori di Praia do Forte, località che mi accoglierà per i prossimi sette giorni.

L’impatto con l’eco resort, il Tivoli, in cui alloggio è immediatamente di reciproca affinità, coniuga alla perfezione il rispetto per la natura che lo circonda e il comfort di un grande albergo. E’ una struttura ben organizzata ma la cosa che apprezzo di più è che nel resort trovano la propria dimora abituale specie animali di ogni genere: iguane, scimmie, uccelli di vario tipo che rendono l’atmosfera ancora più suggestiva. Intorno a me altissime palme da cocco. Qui il concetto di ecoturismo è fortemente rispettato e coincide con lo sviluppo sostenibile. La conservazione della natura è un riferimento costante in tutte le attività e l’attenzione rispetto a questa ideologia la si nota in tutti i settori dell'hotel che è completamente ecocompatibile.

Dalla terrazza della mia camera intravedo subito le lunghissime spiagge e di fronte l'immenso oceano che all'orizzonte si sposa con un cielo azzurro, quasi a confondersi con l'infinito, mi lascio alle spalle i rumori della mia quotidianità e torno ad apprezzare i colori della natura. Trascorro un’intera mattinata all'interno del progetto Tamar, Projeto Tartarugas Marinhas. Qui ha la sua sede nazionale un’iniziativa che attraverso un’azione vasta e complessa sta ripopolando questa zona del Centro America delle gigantesche tartarughe oceaniche, fino a poco tempo fa in via di estinzione.

Si tratta di uno dei primi centri creati negli anni ottanta per salvaguardare le specie di tartarughe marine a rischio, come la tartaruga dermochelide con i suoi 2 metri di lunghezza, che viene a deporre le uova sulla spiaggia da settembre a marzo. Il centro ospita e preserva le uova fino alla schiusa

Annunci Google
  • 9995 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social