Assaggi di Brasile

8 giorni in Brasile: tra città e foresta amazzonica, insieme a bradipi, coccodrilli e delfini.
 

15 Novembre 2019 – Brasilia

Il nostro viaggio-lavoro in terra brasiliana parte proprio dalla sua capitale, che raggiungiamo dopo 11 ore di volo da Roma per Rio, cambio aeroporto da internazionale e nazionale ed altre 2 ore e mezza circa di volo da Rio a Brasilia. In pratica, quando arriviamo a destinazione sono in piedi da 24 ore ma per fortuna sul volo per Rio ho dormito, abbastanza quindi sono mediamente riposata.

Atterriamo intorno alle 10 della mattina quindi abbiamo tutta la giornata da dedicare alla città. E quale modo migliore per scoprirla se non in bicicletta? Freschi come delle rose, saliamo in sella alle nostre bici e iniziamo a girare per i vari quartieri. Ve lo dico sinceramente… credo sia la città meno bella che abbia mai visto. È una città moderna, frutto di un progetto innovativo che ha visto la sua realizzazione dal nulla, la cui costruzione iniziò alla fine del 1956. Al progetto parteciparono tre grandi architetti di fama mondiale, Oscar Niemeyer che si occupò degli edifici pubblici, Lucio Costa del piano urbanistico e Roberto Burle Marx come paesaggista. La costruzione andò avanti per 4 anni e si concluse nel 1960, anno nel quale fu inaugurata. Questo portò lo spostamento della capitale da Rio de Janeiro, facendo in modo che il centro di comando politico del Brasile fosse collocato in una posizione più centrale.

Tra i principali luoghi d’interesse c’è la Cattedrale Metropolitana firmata da Oscar Niemeyer, dove la struttura formata da 16 archi di cemento la fanno assomigliare a una grande astronave pronta a prendere il volo e il Santuario Don Bosco, veramente incredibile. Per quanto riguarda l’architettura, sono da vedere il Palacio da Alvorada di Niemeyer, il Palacio do Itamaraty, il Palacio do Planalto, il Ponte JK, il Teatro Nacional Claudio Santoro e la famosa Praça dos Três Poderes. Forse per un architetto può avere spunti interessanti, a noi non ha detto niente.

Detto questo, i 18 chilometri fatti in bici sono stati molto divertenti e siamo anche riusciti a prendere la metro con le bici appresso. A metà strada abbiamo pranzato in un bel localino all’aperto con pranzo a buffet e verso le 16, stanchi e sudati, abbiamo potuto prendere possesso delle nostre camere.

Dopo un po’ di relax e una meravigliosa doccia, cena in hotel e qualche chiacchiera. I più temerari sono poi usciti a bere una caipirinha, io x oggi ho esaurito le batterie…

a domani!

Ah, quasi dimenticavo… qui oggi abbiamo viaggiato sui 27/28 gradi… meraviglioso!

16 Novembre 2019 – salto do Corumba e Pirenopolis

La giornata odierna è dedicata alla visita delle cascate di Corumba e della cittadina di Pirenopolis, a circa 180 km da Brasilia.

Le cascate hanno un salto di 50 metri e si trovano a mezz’oretta di cammino dal parcheggio, passando per ponti tibetani e salite abbastanza impegnative. Lo spettacolo che si presenta però una volta arrivati ripaga della fatica! Oggi, tra l’altro, è festa nazionale quindi questa zona è piena di brasiliani che fanno la classica escursione fuori porta.

Proseguiamo quindi per Pirenopolis, nello Stato del Goias, con la sua bella chiesa e soprattutto una movida molto interessante nonostante siano le 3 del pomeriggio. La città conserva ancora oggi le dimore, le chiese e i musei del XVIII secolo, tutti incastonati nelle sue strade di pietre di quarzite e arroccati sul limpido Rio das Almas, molto ricercato per il rafting.

La serata termina con cena in churrascheria e caipirinha a volontà. Domani si vola a Manaus… buona notte!

17 Novembre – Manaus

La giornata di oggi ci porta a Manaus, capitale dello Stato dell’Amazzonia situata nel cuore del Brasile tra il Rio Negro ed il Rio delle Amazzoni, considerata una delle porte per la Foresta amazzonica (che sarà la nostra meta di domani).

È una città con quasi due milioni di abitanti, una realtà in parte difficile dove convivono molte contraddizioni del Brasile come povertà e ricchezza, sviluppo e natura, ecologia ed inquinamento. Non è una città che si può definire bellissima ma è quello che mi aspettavo dal Brasile, cioè incasinata, a tratti sporca ma dai colori coloniali e con un suo fascino difficile da spiegare.

La visita inizia dal Teatro dell’Opera, nel centro della città, di stile neorinascimentale. Fu costruito durante la Belle Époque dall’architetto Celestial Sacardim, all’epoca in cui Manaus viveva l’apice del cosiddetto “ciclo del caucciù”. Grazie all’estrazione del caucciù, nella città venivano accumulate enormi fortune che ne facevano una delle città più ricche del mondo. Al suo interno si trovano molti materiali europei: tegole colorate dall’Alsazia, mobili e tessuti “Luigi XV” da Parigi, il marmo dello scalone, delle statue e delle colonne da Carrara; l’acciaio per i muri dall’Inghilterra; trentadue lampadari, fra cui quello enorme al centro della sala, furono appositamente fabbricati a Murano. Particolare è il sipario dipinto che rappresenta allegoricamente l’incontro delle acque del Rio Negro e del Rio delle Amazzoni, i fiumi di Manaus.

Proseguiamo con due passi per il centro, con i palazzi coloniali, i negozi, le bancarelle e l’immancabile traffico, per arrivare al mercato generale che si affaccia sul lungo fiume. Domani ci sposteremo in Amazzonia, dove staremo 2 giorni in un ecolodge sulle rive del fiume.

A domani!

18 Novembre – la foresta amazzonica

Una giornata semplicemente indimenticabile.

La prima parte è dedicata alla navigazione sul Rio Negro per arrivare al punto in cui si incontra col Rio delle Amazzoni (che in realtà nella parte che abbiamo visto noi si chiama Rio Solimoes). L’incontro è bellissimo perché si vede nettamente il loro contrasto tra i due fiumi, che si differenziano per velocità, densità e temperatura: le due acque scorrono fianco a fianco per circa 6 km, un fenomeno noto come “incontro delle acque” o “Encontro das Águas” in portoghese.

Dalle foto potrà sembrare che i fiumi siano sporchi… in realtà il Rio Negro deve il suo colore alla presenza di materia vegetale in decomposizione, disciolta nelle acque e trasportata dal Rio attraverso la foresta pluviale e le paludi, mentre il Solimoes alla sabbia del suo fondale ed ai sedimenti delle Ande. Durante la navigazione riusciamo anche a vedere alcuni delfini che nuotano poco lontano da noi.

Guarda la gallery
20191115_082655

manaus

brasilia

20191122_001799

20191121_153125

20191121_094636

20191121_094513

20191120_142947

20191116_173526

20191115_154005

20191115_113533

20191121_153724

20191115_075437

086

062

035

033

023

021

011

003



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Brasile
    Diari di viaggio
    assaggi di brasile

    Assaggi di Brasile

    15 Novembre 2019 - Brasilia Il nostro viaggio-lavoro in terra brasiliana parte proprio dalla sua capitale, che raggiungiamo dopo 11 ore di...

    Diari di viaggio
    da città del messico a fortaleza

    Da Città del Messico a Fortaleza

    Guardando per l'ennesima volta le foto dell'album di un viaggio che ho fatto molti anni fa mi è venuta voglia di raccontarvi questa...

    Diari di viaggio
    il viaggio di nozze da sempre sognato: il meglio di argentina e brasile fai da te!

    Il Viaggio di Nozze da sempre sognato: il meglio di Argentina e Brasile fai da te!

    Da sempre Viaggiatori e non Turisti fai da te, in occasione del Viaggio di Nozze abbiamo pensato di sfruttare la nostra Esperienza sul...

    Diari di viaggio
    dieci giorni in brasile

    Dieci giorni in Brasile

    Sabato 10 Agosto 2019 Volo Pisa - Roma Fiumicino - San PaoloDomenica 11 Agosto 2019Arriviamo a San Paolo intorno alle 05:00 ora...

    Diari di viaggio
    12 giorni in brasile

    12 giorni in Brasile

    In Brasile nei luoghi più turistici: Rio de Janeiro, cascate di Iguazù, Salvador. Ci siamo spostati con voli interni, ci siamo appoggiati...

    Diari di viaggio
    três cavaleiros alla scoperta del brasile

    Três Cavaleiros alla scoperta del Brasile

    che abbiamo visitato sono stati i due musei ai quali erano interessati i figli, facendo una rapida corsa nelle poche ore della domenica...

    Diari di viaggio
    rio, foz do iguaçu e le città coloniali del minas gerais

    Rio, Foz do Iguaçu e le città coloniali del Minas Gerais

    Il viaggio Se un "carioca" ti invita a visitare la sua città e il suo paese, come fai a dire di no?L’amico Rogerio Camargo, che...

    Diari di viaggio
    un bellissimo viaggio tra dune, lagune, fiumi, laghi, spiagge e oceano

    Un bellissimo viaggio tra dune, lagune, fiumi, laghi, spiagge e oceano

    Venerdi 21 giugno, bellissima escursione con dune buggy lato est di Jerico ai due laghi, lago Paradiso e lago Azul, la partenza dalla...

    Diari di viaggio
    tour del brasile con bambini

    Tour del Brasile con bambini

    Voli: Intercontinentale KLM Bologna – Amsterdam – Rio – Fortaleza - Amsterdam - Bologna 670€ a testa (compresi 2 bagagli in stiva)...

    Diari di viaggio
    di cosa parliamo quando parliamo di brasile... note da e per un viaggio breve

    Di cosa parliamo quando parliamo di Brasile… Note da e per un viaggio breve

    Di Andrea Franzoni (http://andreafranzoni.blog) Dici "Brasile", e già ti si para davanti agli occhi un’immagine preconfezionata stretta...

    Video Itinerari