Sirene, surf e balene del Brasile

Rio, Paraty e Florianopolis con nostro figlio

  • di ulysse60
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

Il momento cruciale scatta alla fine dell'inverno: lo stress da metropoli giunge al culmine e bisogna prendersi cura della propria salute mentale. Che fare, dunque? La risposta è una e una sola: si programma un bel viaggio, ovvio!

Quest'anno la scelta è caduta sul Brasile, con il Sud Africa rimasto in ballo sino alla fine.

Brasile dunque, per la terza volta in dieci anni, perchè ci affascina e ci attrae con i suoi contrasti e le contraddizioni, i paesaggi mozzafiato e l'allegria della sua gente.

Dopo accurata ricerca acquistiamo tre biglietti con British Airways via Londra, 2900 € compresa la pre-selezione dei posti, necessaria data la lunghezza del viaggio.

L'itinerario sarà Rio, Paratì e Florianopolis, in quindici giorni più il viaggio. Questa volta si va a Sud, dopo aver visitato un po' di Nord Est e Iguassù.

Subito dopo aver acquistato i biglietti intercontinentali prenotiamo i voli interni con Gol: andata e ritorno Rio -Florianopolis per tre persone totale 560 €. Consiglio di acquistare quanto prima i voli interni perchè il prezzo aumenta man mano che si arriva sotto data; il pagamento sul sito Internet della compagnia è meglio farlo con Amex, con altre carte abbiamo avuto problemi ed un florilegio di e-mail con il customer care della Gol.

Per quanto riguarda i pernottamenti abbiamo scelto di prenotare sul sito Homelidays un appartamentino in zona Copacabana. Gli hotel carioca sono carissimi e così staremo per sei notti in un residence ad un costo decisamente più abbordabile. Per Paratì e Florianopolis abbiamo prenotato due pousadas a prezzi ragionevoli, anzi a Floripa ci attende un vero e proprio chalet con tanto di tetto a baita e caminetto!

Si parte il 20 Agosto

Roma-Rio via Londra; il tratto intercontinentale è un ottimo volo, c'è tanto spazio, il personale di bordo è gentilissimo e il programma di intrattenimento del 777 è di prima qualità, molti film e cartoni in prima visione.

Arriviamo a Rio alle 9 di sera sotto una fitta pioggia, con il solo bagaglio a mano ( BA permette parecchi chili di “hand baggage” in cabina) ci dirigiamo verso l'uscita dove prendiamo un radio taxi di una delle compagnie private che hanno i baracchini nell'aeroporto. Costa 99 reales ma al ritorno scopriremo che si può spendere molto molto meno.

L'appartamento non è male, ben situato, a pochi passi dalla metro Arcoverde e lungo una delle arterie di traffico percorse da numerose linee di bus. Vicino si trovano diversi supermarket fra i quali un “ Pao de azucar” che rimane aperto h24.

La nostra vacanza a Rio inizia con la visita al Pan di zucchero, lo raggiungiamo facilmente in autobus. I bus a Rio passano continuamente, quelli ordinari senza aria codizionata costano 2,50 reales, si paga all'autista o al bigliettaio e ogni viaggio è un'avventura; i motoristas guidano a velocità folle, tanto che abbiamo pensato che li paghino... a cottimo!

Sui bus abbiamo fatto degli incontri interessanti, la maggior parte dei carioca si sono dimostrati gentili, disponibili e curiosi nei nostri confronti. Talvolta anche protettivi e ho in mente la signora che abbiamo incontrato sul bus n.127, la quale, una volta giunti alla Rodoviaria, ci ha voluto accompagnare sino alle biglietterie dei bus per Paraty, raccomandandoci di far ritorno a Copa, onde evitare problemi, con gli autobus “esecutivi” quelli da 6 reales a biglietto.

Il biglietto della funivia per il Pan di zucchero costa ben 53 reales a testa, che è proprio una bella cifra, considerate che il trenino per il Corcovado costa “soltanto“ 36 reales, al cambio di 2,25 fate presto a fare i conti

Annunci Google
  • 8853 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social