Brasile Hoje vai chover ou não chover?

viaggio in brasile fai da te

  • di ilaser2
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Qualche anno fa lo spot di una nota carta di credito mostrava una dinamica e moderna globe-trotter seduta sull’Escadaria Selaron pienamente immersa nel clima festoso di Rio de Janeiro, la città del Carnevale. Io ero ancor una ragazzina, ma la pubblicità mi colpì e inconsciamente la sua protagonista divenne un modello da seguire: era felice, appagata, aveva denaro e con esso la possibilità di viaggiare, vivere e conoscere il Mondo. Credo che il desiderio di incominciare un viaggio nasca sempre da un’immagine da guardare con i nostri occhi, da un racconto del quale vorremmo conoscere in prima persona i luoghi ed i protagonisti, dalla musica sentita in un cd che vorremmo udire dal vivo, e perciò posso dire che il mio viaggio in Brasile ebbe inizio quel giorno: sognando Rio! Sergio è stato invece affascinato dallo spirito di avventura ed attratto dalla natura sublime. Prima tra tutte le meraviglie del Paese è la foresta amazzonica, inestimabile patrimonio dell’umanità, polmone del mondo, riserva faunistica ed una delle ultime aree selvagge del pianeta. Altrettanto meravigliose sono le immense e spettacolari cascate di Iguassu, che con i loro 275 salti tolgono il fiato, e le uniche ed enigmatiche dune del Lençois Marhanenses in cui sabbia bianchissima e lagune azzurre sembrano un mistero geologico. E’ da queste immagini che prende spunto il nostro viaggio in Brasile durante il quale scopriremo molto di più di noi stessi e di questo Paese, non solo luoghi, ma persone, ritmi, emozioni, sapori che renderanno indimenticabile la nostra esperienza.

IL VIAGGIO:

MILANO 13 AGOSTO 2010 Venerdì.

Dunque questo viaggio brasilero, tanto atteso, prende il via in una data fatidica? Direi proprio di sì. Ci chiediamo: sarà di buono o cattivo auspicio? Decidiamo subito che venerdì 13 ci porterà bene! Sì perché, partiti direttamente dall’ufficio alle 17.00 (ogni secondo di vacanza è prezioso!) e decollati puntuali da Malpensa, durante il volo notturno Milano-San Paolo un cielo incredibilmente luminoso ci regala lo spettacolo di decine e decine di stelle cadenti che sembrano passare vicinissime ai finestrini dell’aereo, quasi si potessero toccare. Felici per questo romantico San Lorenzo ritardatario ed inaspettato ci addormentiamo per svegliarci in Brasile! Alle 5.00 il nostro volo TAM ci porta a San Paolo e da qui la coincidenza per Rio de Janeiro.

14 agosto 2010

Finalmente Rio!

Eccoci! Eccoci arrivati! Non mi sembra vero! Per così tanti anni ho sognato la Cidade maravilhosa! Non vedo l’ora di stendermi al sole di Ipanema e Copacabana, di salire al Cristo Redentore ed al Pao do Azucar, di correre su è giù lungo l’escadaria Selaron tra Lapa e Santa Teresa! Ok, ora però freniamo un attimo l’entusiasmo: dobbiamo dedicarci alla parte logistica! Prima di tutto: soldi. Non è consigliabile portare in contanti l’intero fabbisogno per un mese di vacanza o, in caso di furto, saremmo + o - sul lastrico. Optiamo quindi per prelevare al bancomat un po’ alla volta il denaro che ci serve, anche se sono un po’ in ansia perché penso: “e se non funzionasse?”. Sappiamo che all’aeroporto di Rio ci sono dei bancomat e li troviamo al primo piano: un’intera sala con una decina di macchinette. Infiliamo subito la tessera, poi codice segreto e….. Ta-da: “cartao nao è reconechida!”. Caz…! Merda! Ok, calma. Non c’è problema mi dico, proviamo quello in fianco. Carta: tac! Codice: tac! Richiesta in corso: tac! ….e…“cartao nao è reconechida!” Ok, la mia faccia è come la maschera di scream ed inizio a sudare freddo incominciando a vagliare tutte le possibili soluzioni: money transfer? Elemosina? Ritorno a casa? Quando ecco che mi cade l’occhio sulla macchinetta bancomat più lontana, quella nell’angolino, l’unica che tra tutte ha anche il logo Visa-Cirrus. Riprovo, funziona! Su 10 macchinette solo una è internazionale! Ma pensa! Vabbè incidente chiuso, terrore passato e urgenza di farsi una doccia causa ascella pezzata

  • 22404 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. giedre danmark
    , 21/6/2011 21:26
    Bellissimo raconto ! Anche io con il mio fidanzato partiamo per la prima volta in dicembre. Non vedo l´ora xche visitare Brasilia voglio gia da tanto. Vostro raconto e molto utile pero cmq se non ti dispiace ti vorrei chiedere ancora qualche consiglio . Magari mi potresti scrivere il tuo e-mail cosi ne parliamo di piu :)

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social