Un paradiso chiamato nord est

BRASILE – DA FORTALEZA A SAO LUIS – LUGLIO 2008 Questo viaggio è nato un po’ per caso... Forse per colpa di quella “saudade” che ti coglie all’improvviso, quasi alle spalle, facendoti credere che la cosa più giusta da fare ...

  • di giusysacco82
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

BRASILE – DA FORTALEZA A SAO LUIS – LUGLIO 2008

Questo viaggio è nato un po’ per caso... Forse per colpa di quella “saudade” che ti coglie all’improvviso, quasi alle spalle, facendoti credere che la cosa più giusta da fare sia TORNARE. Questa volta l’unica cosa che abbiamo tra le nostre mani è un biglietto aereo TAP A/R per Fortaleza... il resto ha dei contorni un po’ sfumati ma l’idea è quella di risalire da Fortaleza fino alle porte dell’Amazzonia, Sao Luis, piccola cittadina coloniale a ridosso dell’equatore. Partiamo così... con uno zaino non troppo ingombrante e un’immensa emozione che di certo, ci farà da compagna anche questa volta

I TAPPA: CEARA’ - FORTALEZA:

Il viaggio parte da qui. Dopo molte ore di volo, estenuanti ritardi e controlli doganali che hanno messo a dura prova i nostri nervi, eccoci finalmente “a casa”... Gli odori e i colori sono gli stessi di quelli che avevamo lasciato un anno fa... la stessa sensazione di essere in un paese da cui, forse, sarebbe giusto non ripartire mai... Lo scorcio dei grattacieli che affacciano sul’oceano è quello tipico di alcune grandi città Brasiliane e forse, Fortaleza, capitale del Cearà, non ha molto da offrire. Infatti è nota per il suo turismo sessuale...Non vale la pena starci più di una notte perchè non credo possa offrire di più se non rappresentare il punto di partenza alla scoperta di posti indimenticabili disseminati lungo la costa.

22 luglio: spiaggia CROCOBEACH, passeggiata per il centro di Fortaleza, pranzo in un ristorantino su Av.Beira mar (PELICANO) e cena in una churrascaria su Av Beira mar (BOI PRETO)che è il “lungomare” di Fortaleza dove si trovano una miriade di ristorantini e localetti

23 luglio: partenza per jericoacorara; il consiglio è quello di comprare un biglietto autobus anche il giorno prima della partenza; noi lo abbiamo acquistato in un’agenzia viaggio una volta arrivati a fortaleza(ci vogliono circa 7 ore di viaggio; le prime 6 ore in autobus , l’ultima ora a bordo di una sorta di camion aperto lateralmente che percorre una strada alquanto dissestata per circa 40 minuti e poi il restante tempo lo spettacolo è unico al mondo: il deserto sul mare... e all’orizzonte un minuscolo villaggio ...: JERI)

II TAPPA: Cearà –JERICOACOARA

Jericoacoara è il paradiso... un posto davvero unico al mondo, con i suoi colori, i suoi tramonti, il suono della capoeira e il sapore della vera capirinha... E’ un posto difficile da raggiungere perché il viaggio da jeri è lungo e faticoso ma ne vale davvero la pena... il consiglio è quello di comprare un biglietto autobus anche il giorno prima della partenza; noi lo abbiamo acquistato in un’agenzia viaggio una volta arrivati a Fortaleza. Ci vogliono circa 7 ore di viaggio. Dopo circa 5 ore in autobus si arriva a JIJOCA e da li si sale a bordo di una “Jardineira”, una sorta di camion in legno tutto aperto lateralmente, con i bagagli della gente accatastati sul tetto... da qui inizia l’avventura...: un’ora e mezza per giungla, savanA, fiumiciattoli da attraversare, case di mattoni, spiaggia e deserto e quando inizi a pensare che probabilmente non arriverai mai più eccolo li...In lontannza... un minuscolo villaggio disperso nel deserto... JERI’... 6 strade di sabbia che portano alla spiaggia...Dove non c’è bisogno delle scarpe, dove la gente è allegra, e ce l’ha scritto negli occhi... dove assapori la libertà...Quella vera... Jeri è circondata da dune di sabbia altissime che la dividono dal resto del mondo ... la sabbia è bianchissima anche se con la luce del sole assume un colore dorato, quasi ambrato... e queste dune fanno da cornice al mare ... alla spiaggia dove puoi camminare per km con l’acqua che ti sfiora le caviglie...

24-25-26 luglio: Abbiamo vissuto jerì... andando in spiaggia, facendo lunghe passeggiate,anche a cavallo, assistendo in immancabilmente ogni sera al tramonto sulla duna Por do Sol, la duna più alta, dove all’ora del tramonto, si riversa l’intero villaggio... e dopo l’applauso finale abbiamo visto lo spettacolo di capoeira sulla spiaggia sorseggiando capirinha...Abbiamo visto svolazzare tra le onde gli appassionati di Kite Surf e abbiamo girato i dintorni e le dune con le buggy... Da non perdere LAGOA PARAISO, LAGOA AZUL, LA PEDRA FURADA e MANGUI SECO. Queste sono tutte escursioni che si possono fare in dune-buggy eche si possono organizzare una volta sul posto

Annunci Google
  • 14537 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social