Ghiacciai, balene, cascate e..

Dopo l’emozionante viaggio in Perù di 2 anni fa, quest’estate siamo ritornati in Sud America e in 18 giorni abbiamo fatto un tour di 4 tappe in Argentina, passaggio veloce per Santiago del Cile e soggiorno all’Isola di Pasqua. Il ...

  • di lullaby6
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Dopo l’emozionante viaggio in Perù di 2 anni fa, quest’estate siamo ritornati in Sud America e in 18 giorni abbiamo fatto un tour di 4 tappe in Argentina, passaggio veloce per Santiago del Cile e soggiorno all’Isola di Pasqua. Il racconto relativo a Santiago e l’Isola di Pasqua lo potete trovare nella sezione del Cile, trovate il link alla fine di questo viaggio.

Come al solito ci sono voluti alcuni mesi di preparazione per l’organizzazione e lo studio del viaggio, noi viaggiatori fai da te troviamo molto entusiasmante la scelta delle tappe, la rincorsa ai voli più economici, la selezione degli alloggi! Ovviamente ci siamo appoggiati al sito di Turisti per Caso, alla Lonely e abbiamo seguito i consigli di amici che hanno visitato l’Argentina nell’agosto 2006.

Siamo partiti lunedì 13 agosto 2007 e siamo rientrati giovedì 30 agosto, il nostro itinerario in Argentina è stato: 4 giorni (2+2) a Buenos Aires, 3 giorni nella Penisola Valdes, 4 giorni a El Calafate e 3 giorni alle cascate di Iguazù.

Per il volo intercontinentale abbiamo scelto Iberia, all’andata partenza da Venezia verso Buenos Aires (con uno scalo a Madrid), al ritorno partenza da Santiago del Cile verso Venezia (sempre scalo a Madrid), fermandolo in agenzia svariati mesi prima abbiamo pagato 1.160 € a persona, su Internet purtroppo non abbiamo trovato cifre più basse di questa... Invece per i voli interni abbiamo puntato ad Areolinas Argentinas prenotandoli su Internet a metà giugno, ben 6 voli li abbiamo pagati 700 € (abbastanza economici), la scelta di Areolinas è stata obbligata: la LAN non aveva la maggior parte dei collegamenti che servivano a noi, ci hanno spiegato che essendo bassa stagione avevano soppresso alcune tratte. Su molti racconti abbiamo letto dei cronici ritardi di Areolinas, ma noi non abbiamo avuto alcun problema, mai un ritardo anzi, qualche volta siamo arrivati pure in anticipo! C’è una cosa che bisogna ricordarsi di fare assolutamente: confermare i voli nazionali qualche giorno prima! Noi ci siamo recati nelle agenzie di Areolinas o LAN che abbiamo trovato in ogni luogo visitato, qualche volta ci hanno fatto anche il check-in direttamente in agenzia, alcune volte abbiamo confermato al telefono. Nella Penisola Valdes abbiamo noleggiato la macchina per 3 giorni, dopo vari confronti tra le compagnie di noleggio la più economica è risultata la Avis: ci hanno fornito una Volkswagen GOL con 400 km compresi (poi noi ne abbiamo fatti molti di più!), e aggiungendo l’assicurazione con franchigia più alta in totale abbiamo speso 116 €.

Nella nostra estate là è inverno, per cui ci siamo portati dietro pile, sciarpa, guanti e giaccia a vento! In Patagonia di giorno la temperatura non superava i 7-8°, la sera scendeva di qualche grado sotto lo zero. Ad Iguazù invece faceva caldo, per la sera era sufficiente una felpa.

Per quanto riguarda gli alloggi, alcuni li abbiamo prenotati da qui, altri abbiamo deciso una volta arrivati sul posto, la spesa si aggira tra i 90 e i 140 pesos argentini a camera (dividete circa per 4 per ottenere i prezzi in euro); discorso a parte per Buenos Aires dove abbiamo pernottato dalle suore! Ci siamo appoggiati a Don Claudio, missionario italiano originario del mio paese ma in Argentina da 20 anni, che si è reso disponibilissimo a scorazzarci in giro a qualsiasi ora. Anche le suore sono state gentilissime, alcune di esse sono italiane, altre argentine e peruviane, abbiamo cenato con loro più di una sera e ci siamo divertiti a parlare di viaggi. Gli argentini in genere sono persone squisite, ti danno tutto quello che possono, sempre pronti ad aiutarti, gentilissimi in qualsiasi occasione, tu li ringraziavi e loro ti rispondevano con un “Por favor”..

  • 9342 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social