Il Portogallo che conquista

Un'emozione lunga sette giorni

  • di nana24
    pubblicato il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 
Annunci Google

1° giorno

Lisboa, que linda

Dall’alto dell’aereo il benvenuto del Cristo Redentore. La prospettiva poco banale di questo imponente monumento lisboeta è il modo migliore per iniziare la vacanza portoghese per raggiungere la mia dolce metà in Erasmus a Lisbona. Il primo giorno è dedicato ad una lunga passeggiata in centro: partiamo dal quartiere del Chiado, una fugage occhiata alla Brasileira, il celebre bar punto di incontro di artisti e letterati del Novecento, e, con in mano un sacchetto da 12 caldarroste pagato solamente 2 €, ci dirigiamo verso il Miradouro de São Pedro. La vista è meravigliosa, si riesce ad abbracciare tutta la città: dall’Avenida da Liberdade al Tago, passando per Praça Marquês de Pombal, il Castello di São Jorge e gli stretti vicoli dell’Alfama…un assaggio di ciò che vedremo nei prossimi giorni. Scendiamo fino a Praça dos Restauradores, proseguiamo per la stazione del Rossio con la particolare architettura della sua facciata che ricorda due ferri di cavallo, e percorriamo Rua Augusta fino ad arrivare a Praça do Comércio. È sicuramente il mio posto preferito di Lisbona: di giorno, di notte, al tramonto… la piazza, i cui i palazzi occupano solo tre lati lasciando aperto lo sbocco sul fiume, è un grande, affettuoso e protettivo abbraccio che la città rivolge al Tago, donando un’inaspettata serenità e un forte profumo di oceano, anche se ancora oceano non è.

2° giorno

Indimenticabile Belem

Neanche venti minuti di tram dalla fermata Cais do Sodré e arriviamo a Belem. Il Monastero dos Jeronimos è maestoso, ma la sua bellezza tocca l’apice con il chiostro: archi, colonne e decorazioni in stile manuelino fanno da cornice al curatissimo giardino interno, gratuito la domenica, ma che vale senza dubbio il prezzo del biglietto ogni giorno della settimana. Usciti dal Monastero, con lo stesso biglietto, ci dirigiamo verso quello che forse è il simbolo più celebre della capitale portoghese: la Torre di Belem. Bella, misteriosa e romantica, fu costruita su un’isola fluviale in mezzo al Tago, ma il catastrofico terremoto del 1755 cambiò il corso del fiume avvicinando la riva alla torre, ora raggiungibile con una semplice passerella. Ma la vista più completa del “lungotago” si ha indubbiamente dall’alto del Monumento alle scoperte, costruito nel 1960 per celebrare le grandi scoperte via mare della nazione, avvenute tra il XV e il XVI secolo: la vista spazia dal Cristo Redentore, al Ponte 25 de Abril alla Torre di Belem. L’imponenza del monumento, alto circa 50 m, è enfatizzata dai contrasti delle numerose figure poste ai suoi lati e protese verso l’acqua, come ad omaggiare l’elemento che ha portato ricchezze e vita all’intero Paese. Ma Belem non è famosa solamente per la Torre, il monastero e il Monumento alle scoperte: le famose pasteis de Belem, dolci a base di pasta sfoglia e crema pasticcera spolverizzati di cannella, dell’omonima pasticceria inaugurata nel 1837, sono forse la rivelazione culinaria di questo viaggio.

3° giorno

Destinazione Algarve

Con la Seat Ibiza affittata con Europecar tramite il sito www.autoeurope.it a 100 € per 4 giorni, percorriamo il Ponte 25 de Abril. Arriveremo a destinazione solo per cena, perché lungo la strada ci concediamo delle soste. La prima a Cabo Espichel, dove i segni delle orme lasciate dai dinosauri di cui parlano tutte le guide sono forse la parte meno entusiasmante del luogo: una frastagliata costa da togliere il fiato fa da cornice ad un monastero isolato che ricorda in qualche modo il barocco siciliano. Per pranzo ci fermiamo nel paesino di Setubal, dove con pochi euro si mangia dell’ottimo pesce. Dopo ore di autostrada arriviamo ad Albufeira, un paesino ormai completamente colonizzato da vacanzieri inglesi e pertanto trasformato e sradicato dalle sue tradizioni più genuine e dalla sua architettura più naturale. In ogni caso spendiamo 53€ per una camera matrimoniale per 2 notti, colazione inclusa: un’ottima base di partenza per la nostra scoperta del Sud

Annunci Google
  • 8951 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social