Uganda, la terra dei primati... un sogno divenuto realtà

La terra dei gorilla e degli scimpanzè, una terra in grado di regalare sensazioni uniche e incomparabili

Diario letto 3400 volte

  • di fr.russo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro

Partiamo alle 8 dopo un oretta troviamo questi primati, sinceramente in tutto il viaggio è la cosa che mi ha deluso un pochino di più... infatti abbiamo visto solo 5 scimpanzè tutti sugli alberi e non volevano di certo scendere, come ci ha detto il ranger sta alla fortuna trovarli sugli alberi è notevolmente piu' difficile fotografarli, ma senza dubbio l'ambientazione e i suoni della foresta sono impressionanti e anche questa è stata un esperienza che mai avevamo fatto. Nel pomeriggio ci spostiamo a Queen Elizabeth, dopo esserci fermati a un orfanotrofio a Fort Portal... emozionante... avremo voluto starci molto di piu' ,ma era una tappa extra che Edoardo ci ha concesso... ma l'organizzazione di SOS for children è davvero ottima e questi bambini sono cresciuti in maniera fantastica. Arriviamo in serata a Queen Elizabeth National Park alloggiamo al Mweya Safari lodge, lussuoso e poco "africano", troppo "coloniale" per i miei gusti ma bellissimo.

GIORNO 5-6-7 QUEEN ELIZABETH-BWINDI IMPENETRABLE FOREST

Game drive all'alba, come quantità di animali ho preferito Murchinson falls infatti qui ci sono molto meno elefanti e non ci sono le giraffe, ma a quanto ho capito qui è piu' facile vedere i leoni e leopardi, infatti dopo pochi minuti Edoardo (non so come è riuscito a vederlo) siamo riusciti a intravedere un leopardo che si accingeva a scendere da un albero. Purtroppo la luce era ancora bassa e non siamo riusciti a fare buone foto... poi dopo un'ora siamo riusciti a vedere 2 leoni mangiare una carcassa e nel tragitto verso l'hotel altri 4 leoni... Bellissimi! Nel pomeriggio boat ride sul kazinga channel, ancora tantissimi ippopotami e coccodrilli, ma in piu' abbiamo visto tantissimi elefanti bagnarsi al fiume.

Il giorno dopo ci muoviamo verso Bwindi passando da Ishasha (famoso per i suoi alberi dove si arrampicano i leoni), ma forse perche' ci siamo arrivati un po' tardi non siamo riusciti a vederli purtroppo. Arriviamo in serata a Buhoma dove alloggiamo al Gorilla Resort, è un'ambientazione unica, dormire in queste tende fisse davanti alla foresta impenetrabile è stata una emozione fortissima. Il giorno dopo ci aspetta il gorilla trekking.

GIORNO 8: GORILLA TREKKING

Partiamo alle 8 per un breefing con i renger che Edoardo ci traduce, ma eravamo già prontissimi e informatissimi... la nostra famiglia la Rushegura è composta da circa 20 elementi una delle piu' vicine al villaggio a quanto pare... e infatti dopo solo mezzora di cammino il trekkers ci annuncia che davanti a noi ci sono i gorilla. Noi posiamo zaini e tutti e ci mettiamo in prima fila: i primi 5 minuti rimango letteralmente a bocca aperta e non riesco nemmeno a scattare foto... poi me li "gusto" tutti... li vediamo scendere piano piano aggrappandosi ai rami, uno dopo l'altro fino a che ci giunge a pochi metri da noi il silverback (il maschio dominante) imponente meraviglioso... stiamo con loro e li seguiamo per un'ora fino a che non arrivano in una radura vicino a un torrente dove con una luce perfetta riusciamo a fotografarli benissimo... è stata una delle esperienze piu' belle della mia vita, vedere questi animali nel loro Habitat mi ha davvero impressionato. Sono davvero maestosi. Il giorno seguente purtroppo era già ora di tornare, ma consiglio davvero a tutti di fare un viaggio così, ti fa assaporare la vera Africa.

Credo fermamente che un giorno ci ritornerò.

  • 3400 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social