Favignana, un gioiello a forma di farfalla

Sicuramente è un’isola impegnativa in quanto per arrivare al mare bisogna scendere quasi sempre scogliere, ma la fatica è ripagata dai colori dell’acqua che troverete sotto di voi

Diario letto 21293 volte

  • di ele1985
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro

E poi ovviamente da non perdere Cala Azzurra (piccola spiaggia e scogliera), Cala Rossa (scogliera), Lido Burrone (spiaggia sabbiosa) e piena di famiglie con bambini perché l’unica insieme a Praia, Bue Marino ( scogliera) , Cala Rotonda ( sassi). Prendete il motorino e girate, giratela in lungo e in largo, non vi deluderà, ovunque vi fermiate per un tuffo e per fare un po’ di snorkling rimarrete affascinati, basta sapersi adattare un poco, a volte trovavamo il modo anche di piazzare l’ombrellone tra gli scogli ;-) Personalmente credo però che non sia una meta per famiglie con bimbi parecchio piccoli, a meno che non si voglia passare la vacanza su di una spiaggia soltanto e non vedere nient’altro…ma allora si può andare da un’altra parte. Favignana va vissuta, va scoperta e va assaporata. Dedicate un giorno per l’escursione a Marettimo, io ne sono rimasta sorpresa di cotanta bellezza, ho visto un blu del mare che non avevo mai visto. Per fare questa escursione non vi raffidate a questi furfanti delle agenzie che troverete sull’isola, vi caricheranno su una barca da minimo 30 persone e non sono così sicura che vi faranno entrare nelle grotte dove siamo entrati noi. Quindi, andare diretti al porto, acquistare biglietto aliscafo a/r per Marettimo 20,00 euro a testa, sbarcati a Marettimo troverete tanti barcaioli tutti con un cartello in mano che vi proporranno giri in barca nelle grotte marine. Noi siamo andati con Peppe e Salvatore che per 15 euro a testa ci hanno fatto fare un giro di 4 ore e sulla barca eravamo solo in 8!! Siamo stati da dio, siamo entrati in molte grotte e ogni volta ci veniva spiegato tutto il significato. Abbiamo fatto soste per fare il bagno e vedere i pesci, in particolare voglio ricordare Cala Bianca che è una piscina in mare aperto. Ci sono 15-20 metri di profondità ma si riesce a vedere il fondo. Il suo blu cobalto non lo scorderò mai. Se un giorno tornerò da quelle parti, alloggerò a Marettimo.

Torniamo a Favignana, è il nostro ultimo giorno. Voglio precisare che 7 giorni su quest’isola bastano e avanzano.

Se volete fare due chiacchiere con qualcuno del posto, non posso far altro che consigliarvi 2 o 3 personaggi che sono al porto, piuttosto anziani e che propongono il giro in barca dell’isola di Favignana, portano dei berretti, li vedrete di sicuro e li sentirete perché urlano. Vi faranno morire dal ridere raccontandovi anche la storia della mattanza se gliela chiedete, noi abbiamo quasi rischiato di perdere l’aliscafo per Trapani da quanto ci avevano coinvolto.

Al ritorno a Trapani ci sono 2 opzioni per raggiungere l’aeroporto, una è il taxi, che se non siete in 8 il costo è di 7,50 euro a persona, l’altro più economico è il pullman. C'è la navetta gratuita davanti al porto che vi porta al terminal dove arriverà il pullman. Il biglietto per l’aeroporto lo potete fare anche a bordo per 4,70 euro a testa. Noi nell’attesa della navetta ci siamo fermati al bar pasticceria Ciuri Ciuri, ci sono molti bar di fronte al porto, ma la trovate sicuramente. Il personale è gentilissimo e il gelato al pistacchio è il migliore che abbia mai mangiato. Per non parlare della pasticceria, dei cannoli e della ricotta. Pensate che io, come ultimo colpo di coda delle delizie siciliane, mi sono fatta riempire una coppetta da gelato con la ricotta! Un sogno.

Lì abbiamo anche acquistato gli arancini con cui abbiamo cenato all’aeroporto, buonissimi anche quelli.

Concludo col dire, andate a Favignana e Marettimo almeno una volta, sono due perline nel nostro territorio

Elena

  • 21293 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social